20 luglio, 2018

Virtus, nei prossimi due giorni si decide il futuro

Virtus, nei prossimi due giorni si decide il futuro
Photo Credit To Roberto Serra / Iguana Press / Virtus Pallacanestro

Settimana importante per il futuro della Virtus. Oggi infatti in casa bianconera ci sarà un incontro tra Joe Tacopina e il Presidente della Fondazione Pietro Basciano, il Presidente della Virtus Alberto Bucci che voleranno a Venezia con oggetto del contendere la ricerca di investitori interessati ad entrare in Fondazione. Pare infatti che l’avvocato newyorkese dopo la chiamata di Basciano si sia già mosso incassando pareri positivi da qualche suo contatto, ovviamente Tacopina dovrà guardare quelli che sono i numeri della società per capire meglio quale sia la reale situazione bianconera per poi comunicarla agli eventuali investitori.
Altro appuntamento importante in casa Virtus sarà l’incontro di domani pomeriggio a cui sono chiamati a rispondere tutti gli attuali 33 soci della Fondazione, oggetto: il futuro della società. Venerdì scorso lo stesso Basciano ha dichiarato di voler capire chi dei Soci è realmente interessato a proseguire nel progetto e chi no, non è escluso quindi che si riduca sensibilmente il gruppo dei trentatrè attuali dopo un finale di stagione dove molti, troppi non hanno risposto alle chiamate del Consiglio di Indirizzo della Fondazione.
Capitolo Coop, domenica Claudio Albertini ha diramato un comunicato smentendo le voci di un disimpegno da parte delle Coop nella Fondazione apparso sui giornali e ribadendo la presenza nel proseguire il progetto con la Fondazione “Vorrei inoltre chiarire che il Gruppo IGD ed anche Coop Alleanza 3.0, pure  fondatore,  continueranno a far parte della Fondazione Virtus partecipando agli impegni che saranno richiesti al pari degli altri membri, così come fu definito al momento della costituzione della Fondazione Virtus”.
C’è la certezza di un impegno anche di Massimo Zanetti (ha aumentato le sue quote diventando Socio Fondatore), raddoppiando in termini economici quello che era stato il suo impegno iniziale. Alcune voci danno il patron della Segafredo come prossimo azionista di maggioranza della Fondazione, vedremo se saranno solamente rumors o c’è qualcosa di più concreto, certo è che si ripresenta una situazione già vista nella Bologna calcistica due anni fa, quando in quel caso ebbe la meglio l’americano su Zanetti…
Ovviamente nell’incontro di domani verrà anche discussa una programmazione di massima su quella che sarà la prossima stagione in A2 che i bianconeri si troveranno ad affrontare. Si dovrà per forza iniziare ad organizzare la stagione 2016-17 per realizzare una programmazione seria iniziando a buttare giù dei nomi di chi si occuperà dell’area tecnica e che faccia da trade union tra società e coach. Questa figura dovrà poi pensare alla ricerca di coach, staff e giocatori italiani su cui puntare per la prossima stagione. Non dimentichiamoci poi di un’eventuale ripescaggio dei bianconeri nel caso in cui Caserta non avesse i requisiti per l’iscrizione alla prossima stagione nella Serie A Beko, ma quello si saprà a metà luglio.

About The Author

Related posts