26 aprile, 2018

Virtus, ragionando a mente fredda

Virtus, ragionando a mente fredda
Photo Credit To Roberto Serra / Iguana Press / Virtus Pallacanestro

Perdere cosi fa malissimo: la Virtus aveva in pugno la gara di Caserta a 3 minuti circa dal termine (61-65), diverse scelte scellerate nel finale e il canestro dell’ex Gaddefors permettono ai campani di prendere 2 punti vitali in ottica salvezza, lasciando ai bianconeri tanti rimpianti per ciò che poteva essere e non è stato.
In ottica classifica, con questo successo, Caserta mette 6 punti su Torino ultima in classifica, mentre gli “altri”bianconeri perdono l’occasione di agganciare Cantù e proprio i campani a quota 16, non riuscendo quindi a concedersi una pausa per le F8 più tranquilla: gli uomini di Valli possono sorridere solo per quel che riguarda la sconfitta dei piemontesi, brutti risultati invece dagli altri campi, con Pesaro che supera, neanche troppo a sorpresa, una incerottata Reggio Emilia e Capo D’Orlando che sbanca, in un finale emozionante, Varese.
Giorgio Valli a fine gara ha salvato la prestazione, definita maschia e dura:nulla da eccepire, a questo punto della stagione bisognerebbe però badare più alla sostanza che alla forma, con la sostanza che coincide, ovviamente, con i 2 punti in classifica, 2 punti che lontano dall’Unipol Arena mancano oramai da più di un anno.
Fondamentale sarà sfatare il “tabù”trasferta, gli ipotetici successi interni contro Varese e Torino potrebbero infatti non essere sufficienti per pervenire ad una salvezza che, giornata dopo giornata, pare sempre più in salita.

Riccardo Rimondi

About The Author

Related posts