20 Aprile, 2019

Virtus sempre di rincorsa, a Cremona arriva una sconfitta

Virtus sempre di rincorsa, a Cremona arriva una sconfitta
Photo Credit To Massimo Ceretti / Ciamillo-Castoria / Virtus Pallacanestro Bologna

Sempre di rincorsa, mai avanti, la Virtus finisce per giocare una partita uguale a quella dell’andata con punteggio praticamente identico, di fatto perdendola nettamente. Ha resistito a tante piccole spallate ma non è mai stata in grado di mettere la freccia una sola volta per sbollire le folate lombarde. Cremona non ha avuto nemmeno bisogno di bombardare come suo solito, anzi, oggi ha tirato molto meno dall’arco (25) che da 2 (41), sfruttando al meglio le perse (16) e la poca energia, come che la lunga sfida col Promitheas avesse lasciato gambe molli e testa non ancora sgombra.

Il 5/20 dall’arco (1/10 nel secondo tempo) ha costretto a soluzioni costruite con difficoltà che andando sempre di rincorsa hanno tagliato le gambe, soprattutto con l’uscita per falli di Punter le frecce rimaste erano tutte spuntate in una serata storta e nervosa di Taylor. Anche il rientro di Cournooh è stato complesso, pagando con falli ogni cambio difensivo che lo ha portato su giocatori più fisici, nella speranza che questi minuti siano utili per il proseguo della stagione. Cremona quindi si rivela del tutto indigesta alla Virtus, pur finendo per non soccombere a rimbalzo.


Solito quintetto da campionato per Sacripanti con Qvale in turn over, Sacchetti ritrova Aldridge (letale all’andata) lasciando fuori Demps con quintetto tutto strangers con la nazionalità acquisita di Diener. Cremona gioca costruendo andando al ferro, le V nere subisco il gioco e devono rincorrere anche di 8 con Taylor a 2 falli già al 5’. Trovando luce dall’arco a rimonta arriva al -1 con la bomba di Aradori che poi lascia spazio all’ex Martin. Il finale premia i padroni di casa grazie anche ad un autocanestro di Kravic. Virtus che paga le ben 4 perse, al tiro si viaggia in parità.

In avvio c’è il pareggio, Stojanovic però fa la voce grossa contro Martin e rimette avanti i suoi di un doppio possesso. Mette più energia la Vanoli e va sul +8 prendendo agio da perse banali quando Sacripanti prova la carta del rientrante Cournooh. Dal -10 ci sono prove di rientro con Moreira, ma il bonus costa caro e lascia 8 lunghezze ai lombardi alla pausa lunga. La Segafredo contiene gli avversari dall’arco (3/11) pagando dazio a rimbalzo, -6 con 6 possessi concessi sotto al proprio ferro, male anche le 8 perse. Stojanovic già a 11, e Mathiang da 10+5 i maggiori guastatori di una Virtus che ha poco o nulla da Taylor e da Martin, pure in difficoltà dietro, mentre Moreira e Punter assommano più della metà dei punti con meno della metà dei tiri dei compagni.

Saunders e Crawford si mangiano con facilità i diretti difensori, Taylor cade nel 3° fallo ed il -11 è scritto. Un 2+1 di Aradori lancia il parziale di 7-0 al quale risponde Ruzzier e Cremona rimane sempre avanti. Punter segna alcuni dei sui cesti immaginifici ma cade anche nel 3° fallo, il -2 è comunque un buon segnale per quanto visto nel quarto, che termina sul -3. V nere che limitano le perse e impattano a rimbalzo recuperando così 5 lunghezze al termine di 10’ da battaglia.

Stojanovic riprende a mangiarsi Martin, Punter sale a 4 falli e la Vanoli ha subito 3 possessi di vantaggio. Sacripanti rischia e lascia Punter in campo, il ragazzo del Bronx banalmente esagera alla prima difesa e deve uscire con oltre 6’ da giocare sul -5. A rimbalzo Mathiang tocca tutto, il vantaggio che concede ai suoi permette di creare il gioco preferito che Aldridge fissa di nuovo a +10. Taylor cade in una guerra personale con Ruzzier, perdendola, e come all’andata negli ultimi minuti la Virtus esce di scena non provando nemmeno più a rientrare in una partita che non sarebbe più possibile vincerla ma limitarla sì.

Prossima partita di campionato sarà dopo la doppia sosta per F8 di Coppa Italia e Nazionale al PalaDozza con Venezia domenica 3 marzo ore 20:30, diretta su Rai Sport e Eurosport Player.

Vanoli Cremona-Segafredo Virtus Bologna 87-70
Parziali: 1/4 22-18 (22-18) – 2/4 24-20 (46-38) – 3/4 15-20 (61-48) – 4/4 25-13
Vanoli Cremona: Saunders 15, Feraboli n.e. Gazzotti n.e. Diener 7, Ricci 3, Ruzzier 11, Mathiang 14, Crawford 11, Aldridge 13, Stojanovic 13. All. Sacchetti.
Segafredo Virtus Bologna: Punter 18, Martin 1, Moreira 16, Pajola, Taylor 6, Baldi Rossi, Cappelletti, Kravic 6, Aradori 12, Berti n.e. M’Baye 10, Cournooh. All. Sacripanti.


Luca Cocchi

About The Author

Related posts