22 gennaio, 2018

Virtus, Top & Flop del match contro Cantù

Virtus, Top & Flop del match contro Cantù

TOP

Christian Burns
Il 4 tanto cercato dalla Virtus dimostra di essere un elemento più di quantità che di qualità (17 punti, 13 rimbalzi, +17 di +/- migliore della partita), ma della prima ne mette tanta, proprio quella quantità fatta di reattività e atletismo che manca alle V nere.

Filippo Baldi Rossi
Sprazzi importanti dimostrando una mano che va sempre difesa, non a caso il suo passaggio in campo per 17’, segna un +/- positivo, unico assieme ad Alessandro Gentile.

Alessandro Gentile
Ma come, parte con perse di troppo, litiga con tutto e tutti e lo troviamo qui? Sì, perché nel finale trova la forza interiore per fare le cose giuste, l’illusoria rimonta finale è tutta roba sua, quando poteva uscire dalla partita ci rientra di forza.


FLOP

Marcus Sluaghter
Giornataccia per l’ex Madrid e Istanbul, se la gioca con Crosariol ma contro lunghi mobili come Burns e Thomas subisce troppo (pure 2 bombe non difese da Thomas che spezzano rimonte), esce dai giochi e pure davanti combina disastri da pochi centimetri.

Pietro Aradori
Ex di giornata che non incide mai, nonostante gli venga data possibilità più volte di redimersi. Ben 17 conclusioni, molte delle quali fuori tempo che causano danni difensivi, e solo 6 a segno, lasciando un’impressione di eccessiva impalpabilità.

Gioco offensivo
Quando prendi 94 punti verrebbe da inserire nei flop la difesa, ma tanti, troppi cesti son figli di tiri fuori contesto, nati da soluzioni improvvisate che errati lasciano il campo a quanto Cantù fa meglio, correre in contropiede o in transizione finendo per gasarsi


A cura di Luca Cocchi

About The Author

Related posts