22 novembre, 2017

Virtus, Top & Flop del match contro Sassari

Virtus, Top & Flop del match contro Sassari

TOP

Michael Umeh

Non dovendo più metterci un ventello imprescindibile, trova spazi nei momenti decisivi colpendo con uno spirito da vero killer.

Oliver Lafayette
Ancora tra quelli che la decidono, a lungo ai bordi per poche idee e molti falli, nel finale è arma impropria in ogni settore del campo, dietro difende alla morte su chiunque anche con 4 falli, davanti vede e provvede per sé e per i compagni.

Difesa
Ci sono momenti quando tutti e 5 i giocatori mettono “quella” intensità e “quella” fisicità che andare a canestro diviene un’impresa, da lì tra contrattacchi semplici e tanta garra in più nascono parziali devastanti.


FLOP

Achille Polonara
Fa specie vedere un giocatore con qualità indiscusse finire ai margini dell’incontro perché si accontenta di un tiretto da 3 che lo tradisce sempre senza provare niente di più, subendo di tutto in difesa.

Pazienza
Virtus quando si conduce
Difficile vedere la squadra sbagliare scelte nei momenti decisivi, invece quando tutto pare semplice ognuno prova ad andare per suo conto creando scompiglio che viene pagato pesantemente.

Kenny Lawson

Ai margini delle rotazioni, pare quello meno in sintonia con l’intensità richiesta, nel gioco di questa Virtus la differenza tra i momenti con lui in campo e quelli con Slaughter sono troppo evidenti e pericolosi.


A cura di Luca Cocchi

About The Author

Related posts