17 Luglio, 2024

EuroCup, ritiro italiano quasi inevitabile

EuroCup, ritiro italiano quasi inevitabile
Photo Credit To Idea Pagina

Ancora guerra per quel che riguarda il discorso coppe, argomento di discussione che sarà portato in Lega Basket martedì prossimo alle ore 11:00 a Torino. Come riporta “Spicchi d’Arancia”, a soli due giorni dal sorteggio dei gironi di EuroCup, le quattro italiane presenti (Sassari, Reggio Emilia, Trento e Cantù) discuteranno con gli altri club di A del blocco regolamentare che impedisce loro di disputare la coppa dell’ECA.
Nell’incontro in programma sembra impossibile trovare un’accordo comune con tutti i club di Lega A nel non firmare l’allegato 2 entro il 13 luglio (ultimo termine) e sembra anche molto difficile trovare un accordo congiunto dopo gli accordi privati per licenze triennali e wild-card.
Sembra inoltre definitivamente tramontata la soluzione “politica” con una deroga annuale per l’EuroCup, in attesa della sentenza della Commissione Europea alla quale sia ECA che FIBA hanno fatto ricorso, con relativo allargamento della serie A a 18 squadre (richiamando Virtus Bologna e Fortitudo Bologna) per non ledere i diritti acquisiti di chi aveva presentato domanda di ripescaggio.
Secondo quanto riportato dalla newsletter “Spicchi d’Arancia” inoltre è impensabile che la FIP (nel bel mezzo del Preolimpico di Torino), rinneghi la sua posizione di supporto alla FIBA, tant’è che ha subito respinto questa soluzione politica, sebbene l’ipotesi della A a 18 squadre abbia alte probabilità di andare in porto dal 2017-18, come contrappasso per le due promozioni in serie A richieste da LNP.
Il presidente Gianni Petrucci resta fermo sulla volontà di escludere dalla serie A 2016-17 chiunque non presenterà l’allegato 2 entro il termine del 13 luglio; da capire se tutte le italiane si ritireranno tra domani e mercoledì prima del sorteggio del 7 luglio a Barcellona, oppure qualcuno sceglierà il braccio di ferro legale con la FIP.

About The Author

Related posts