22 Maggio, 2024

ULTIME NOTIZIE

Petrucci aspetta le mosse dei club coinvolti

Petrucci aspetta le mosse dei club coinvolti

Il giorno dopo il ritiro delle deleghe a Legabasket, i commenti di Gianni Petrucci sono un po’ su tutte le testate sportive. Ecco come il Presidente della Fip ha commentato sulla “Gazzetta dello Sport”:
Tutta la parte organizzativa ritorna a noi. La Lega non possiamo mica abolirla, i club hanno il diritto di riunirsi, però possiamo annullare la convenzione e le deleghe in atto. Tutti per fare attività internazionale hanno bisogno del permesso delle federazioni nazionali”.
Un’accelerazione improvvisa dopo anni di pochi fatti…
Perché finora non siamo mai intervenuti? Perché la Fiba lo permetteva e infatti ancora oggi riconosce solo l’Eurolega a 16 squadre. Ecco perchè Milano è fuori da questa storia. Dopo l’ultima delibera della Lega non potevamo restare in silenzio. Io non mostro i muscoli, mostro la legge”.
Come ci si muoverà adesso?
Quando la Lega si darà un organismo democratico per gestire una parte del campionato siamo disponibili a riaprire le porte per il riconoscimento di una Lega funzionale: Da novembre ho ricordato alla Lega, con ben 5 lettere, che dovevano unicamente sottostare alle leggi della Fiba. Poi, c’è stato il problema di Reggio Emilia, Sassari e Trento”.
Sul “Corriere dello Sport” il Presidente della Fip scende ancora più nel dettaglio…
Hanno messo in imbarazzo tutta la pallacanestro! Non possiamo certo rischiare noi Fip di non partecipare a manifestazioni per le quali ci siamo qualificati. Il segretario generale Bertea accetterà la firma delle tre società con l’Eurocup, io spiegherò i fatti al Consiglio Federale per iniziare un percorso che porterà agli adempimenti di conseguenza”.
Si arriva poi all’art. 10 della legge 91 che prevede l’esclusione dal campionato….
L’affiliazione può essere revocata dalla federazione sportiva nazionale per gravi infrazioni all’ordinamento sportivo. Ma le invito a ripensarci”.
Il rischio è che scenda in campo anche l’Antitrust:
Non sono preoccupato da ricorsi ad Antitrust o Commissione Europea. Se lo faranno, agiremo di conseguenza”.

About The Author

Related posts