05 Dicembre, 2021

XXXI Trofeo Bruna Malaguti: presentazione gironi

XXXI Trofeo Bruna Malaguti: presentazione gironi

È ormai tutto pronto per la trentunesima edizione del Trofeo Bruna Malaguti che si terrà a San Lazzaro di Savena dal 2 al 6 gennaio prossimi e che sarà sponsorizzata da Roberto Nuti Group. Di seguito una breve presentazione dei quattro gironi e delle 16 squadre partecipanti al torneo.

I gironi

  1. GIRONE VERDE

    Il girone Verde è quello dei padroni di casa della BSL San Lazzaro-CMO Project. Un raggruppamento composto da squadre molto attrezzate fisicamente come Novipiù Junior College, Victoria Libertas Pesaro e Armani AX Olimpia Milano, squadra detentrice del trofeo. La compagine piemontese, realtà ormai consolidata del torneo, porta un mix dei migliori giovani della Junior Casale Monferrato e del College Borgomanero. Milano non ha bisogno di tante presentazioni: come detto, infatti, la formazione guidata da coach Pampani si presenta infatti ai blocchi di partenza con i galloni di squadra campionessa in carica e con la voglia di difendere il titolo. Per farlo si avvarrà di un roster di talento trascinato dalle punte di diamante Galicia e Bramati. Decisamente interessante anche il roster di Pesaro – in testa al girone marchigiano Under 16 – che fa del gioco di squadra il proprio marchio di fabbrica. Una squadra dotata di personalità e grinta, qualità che servono a mettere tutti in difficoltà. I marchigiani saranno protagonisti del match di apertura del torneo assieme alla BSL San Lazzaro-CMO Project, squadra che suggella la partnership tra le due importanti realtà dell’hinterland felsineo. I biancoverdi sono stati sino ad ora protagonisti di un buon campionato e fanno della profondità e dell’intensità il loro punto di forza.
  2. GIRONE BLU

    Il girone Blu è invece composto da Progetto Giovani Cantù, Petrarca Padova, Reyer Venezia e Unionbasket Maddaloni. I brianzoli sono senza dubbio i favoriti del girone e possono vantare un trio di prospetti decisamente interessante composto da Brembilla, Tarallo ed Elli e contornato da una squadra molto competitiva. Squadra decisamente ostica da affrontare anche il Petrarca Padova che punta molto sul collettivo e sull’intensità difensiva per provare a recitare un ruolo da mina vagante. Di poche presentazioni ha bisogno anche la Reyer Venezia dell’interessante prospetto Tommaso Morena che lo scorso anno è arrivata sino alla finale e che può contare anche su giocatori del 2005 dal roseo avvenire. Infine c’è l’Unionbasket Maddaloni – alla prima apparizione al Malaguti – che ha riunito diverse realtà del territorio per cercare di essere competitiva non solo a livello locale. Missione per ora riuscita al gruppo di coach Giovanni Monda che avrà di fronte a sé un importante banco di prova in quel di San Lazzaro.
  3. GIRONE GIALLO

    Il Girone Giallo, di cui fanno parte Virtus Bologna, Leonessa Brerscia, Alfa Omega Roma e Pallacanestro Vado, senza dubbio sarà un raggruppamento in cui l'incertezza regnerà sovrana fino alla fine. La Leonessa Brescia di coach Vincenzo Di Meglio, che può essere considerata tra le favorite per la vittoria finale, fa del collettivo il suo punto di forza e arriva dal campionato lombardo in cui ricopre stabilmente una posizione al vertice. La Pallacanestro Vado può invece essere considerata una possibile mina vagante del torneo visto che, grazie al progetto imbastito da Marco Prati, sta trovando la giusta continuità anche grazie ad importanti innesti fatti in questa stagione. Le carte in regola per cercare di arrivare in fondo al torneo le ha anche la Virtus Bologna di coach Giordano Consolini, che farà dell'intensità il proprio marchio di fabbrica e avrà in un'ottima batteria di esterni la punta di diamante di un gruppo di assoluto livello e molto profondo. Infine c'è l'Alfa Omega Roma che cercherà in tutti i modi di sgambettare le big affidandosi ad Umberto Stazzonelli, interessante prospetto e leader tecnico della squadra.
  4. GIRONE ROSSO

    Del Girone Rosso, che è composto da squadre decisamente dotate sul piano fisico e atletico, fanno parte Oxygen Bassano, Fortitudo Academy 103, Pallacanestro Trieste e Virtus Siena. La Oxygen Bassano, nonostante un inizio di stagione un po' chiaroscurale, è senza dubbio una squadra molto competitiva anche grazie all'apporto di giocatori stranieri di qualità. Le individualità saranno molto probabilmente il punto di forza della formazione veneta. Decisamente competitiva e pronta a giocarsi le sue carte per arrivare alla vittoria anche la Pallacanestro Trieste che fino ad oggi è stata protagonista di un campionato scintillante. Tra le squadre del gitrone rosso che meglio conoscono questo torneo c'è anche la Fortitudo Academy 103. Una formazione in grande ascesa e che nelle sue fila vanta un prospetto di assoluto valore come Saliou Niang, proveniente da Lecco. A chiudere il girone c'è poi la Virtus Siena che si presenta a San Lazzaro con i galloni che appartengono a una delle migliori squadre del campionato toscano e che potrà fare affidamento su giocatori di assoluto talento.

Fonte: Matteo Airoldi Responsabile Area Comunicazione – BSL San Lazzaro (www.basketsavemylife.com)

About The Author

Related posts