02 Ottobre, 2022

Imola, la presentazione di Prato e Crow

Imola, la presentazione di Prato e Crow

Questa mattina l’Andrea Costa Imola ha presentato Capitan Patricio Prato, riconfermato per un altro anno, e Nicholas Crow, nuovo acquisto tra le fila biancorosse, inizia con l’Amministratore Unico, Gian Piero Domenicali, che annuncia l’iscrizione al campionato 2018-2019 dell’Andrea Costa Imola Basket.

Le parole di Gian Piero Domenicali

“Ho piacere di aprire questa conferenza stampa con questi due giocatori affianco, ma prima di entrare nel merito di questi due ragazzi volevo dare un’informazione a stampa e tifosi: abbiamo completato la domanda di ammissione per il campionato e al 30 di giugno la documentazione è stata sufficiente.

Perciò riteniamo di aver fato un percorso giusto e siamo soddisfatti di poter partecipare alla prossima stagione 2018-2019 del campionato di Serie A2.

Posso dire ad oggi che come Società siamo contentissimi di come il Coach e lo Staff di mercato si stano muovendo in questa lotta, per poter tesserare i giocatori giusti che vadano a formare il Roster del prossimo anno. 

Nell’arco di due tre giorni chiuderemo altri due contratti quindi la struttura di squadra sta delineandosi. Gli americani saranno gli ultimi, nonostante però il nostro Coach abbia già sotto gli occhi più giocatori papabili che andranno a ricoprire i ruoli di guardia e di quattro.

Vi chiedo solo una cosa cerchiamo di essere ottimisti, stiamo facendo il nostro percorso e lo stiamo facendo bene, perchè stiamo lavorando come dobbiamo.

Voglio giocatori che abbiano motivazioni. Due giocatori hanno detto di voler partire da Imola uno ad esempio è Simioni che ha rifiutato proposte economiche superiori alla nostra.

Ciò lo ha fatto perchè ha motivazioni maggiori: crescere, giocare più minuti ma soprattutto perchè in un anno ha creato un ottimo rapporto con ambiente e società, motivazioni forti che lo hanno convinto a rimanere.

Stesse cose per Patricio Prato, al suo quinto anno consecutivo ad Imola. Io credo che non ci sarà nessun motivo per il quale lui non possa essere anche quest’anno il nostro capitano, perchè dimostra sempre d’essere l’incarnazione perfetta per questo ruolo. E’ un giocatore che in campo da sempre tutto, è un esempio soprattuto per i giovani ed è “il” giocatore che la Società ha voluto fortemente che rimanesse ad Imola.

Nicholas uno dei primi di cui Emanuele Di Paolanotnio ha parlato. Io personalmente posso dire che quelle volte che sono andato a Scafati è stato sempre un giocatore che mi ha impressionato. Un giocatore con caratteristiche molto valide, perciò nel momento in cui c’è stato posto come nome per il ruolo titolare, per noi della Società c’è stata grande soddisfazione”.

Quelle del capitano Patricio Prato…

“Grazie e tutti per essere venuti e grazie al Presidente per le parole. Per me è un orgoglio continuare a giocare qua ad Imola, si è andato a creare negli anni un rapporto di stima reciproca con tutti.

Son contento di cominciare questo nuovo percorso, con allenatore e compagni nuovi. Capitano o meno il mio modo di stare in spogliatoio non cambierà.

Quando hai la mia età devi sempre comunque fare il ruolo del leader, al di la della nomina o meno”.

…e infine il momento di Nicholas Crow

“Ringrazio il Presidente per le belle parole spese per me. Io conosco Imola solo da avversario a da avversario mi ha sempre affascinato. Di motivazioni ne ho tante, sopratutto dopo tre anni a Scafati stavo cercavo un posto dove potevo esprimere la mia pallacanestro in modo sereno. 

Se a ciò sommiamo che sto aspettando un secondo figlio per me l’avvicinarmi a casa è fondamentale. 
Ho firmato un contratto di due anni ad Imola e li voglio impiegare tutti e due dando il massimo.

Sono carico ed emozionato, perchè dopo tre anni venire in una città nuova, io vi arrivo pieno di stimoli e di motivazioni per cercare di fare bene, anzi sempre meglio.

Mi ritengo molto contento del colloquio intercorso con il Coach per la sua visione di basket e di squadra.
In più giocheremo al Ruggì che è sempre stato un fortino e dovremo difenderlo con le unghie e con i denti”.


Fonte: Sofia Conti Responsabile Comunicazione & PR Andrea Costa Imola (www.andreacosta.it)

About The Author

Related posts