05 Febbraio, 2023

Alla prima Cento cade contro Legnano

Alla prima Cento cade contro Legnano

La Benedetto XIV, dopo il filotto di vittorie che sembrava averla lanciata verso una matematica salvezza, ha chiuso la stagione con una amara sconfitta a Verona. Lo stop subito in veneto, sommato ai risultati delle dirette rivali, costringe la Baltur a giocarsi ai play out la permanenza in serie A2.

Il primo avversario dei biancorossi è l’Axpo Legnano che, visto il maggior numero di vittorie in stagione regolare, ha il vantaggio del fattore campo nella serie. White e compagni dovranno essere bravi a contenere i due americani di Legnano, Raffa e Thomas, e, visto che si giocherà ogni due giorni, sarà fondamentale gestire le energie.


Partenza aggressiva della Benedetto XIV che cerca di sfruttare fin dai primi minuti le difficoltà difensive di Legnano per dare inizio ad un fuga. Nell’arco di due minuti e mezzo i lombardi perdono diversi palloni e la squadra di Bechi ne approfitta per rifilare un parziale di 8-0 che obbliga coach Mazzetti a chiamare time out. Tutto facile, però, per la Baltur che continua a macinare punti lasciando fermi a zero gli avversari. Il primo canestro dei padroni di casa arriva dopo cinque minuti e mezzo con Raffa che segna dall’arco dei 6.75. Legnano, dopo essersi sbloccata, rientra fino al meno cinque ma i biancorossi, dopo una leggera fase di sbandamento, tornano a giocare con aggressività e, guidati da un ottimo Taylor, tornano sopra la doppia cifra di vantaggio. Il quarto si chiude con la tripla di Raffa che manda le squadre al primo break sul 16-26 per la Baltur.

Nella seconda frazione c’è una reazione d’orgoglio della squadra di Mazzetti che, approfittando delle difficoltà di Cento ad attaccare una zona non bellissima da vedere, torna a meno quattro riaprendo, di fatto, la partita. Il match vive di parziali; Taylor e Gasparin piazzano due bombe che conducono la Baltur a più otto ma Legnano non ci sta e si riporta a meno uno costringendo Bechi a fermare di nuovo la partita (36-37). A creare diversi problemi alla difesa centese è Charles Thomas che arriva in doppia doppia (14 punti, 10 rimbalzi) dopo solo due quarti. Si va, dunque alla pausa lunga con la Benedetto XIV avanti di soli quattro punti (43-47).

Nel terzo quarto Cento continua a soffrire Thomas. L’ala americana si dimostra un rebus veramente difficile da risolvere per la difesa biancorossa. Legnano sembra aver trovato fiducia e, dopo aver raggiunto il pareggio a quota 51, trova anche il primo vantaggio della partita (56-55). I padroni di casa arrivano anche a più tre ma Ebeling, silente fino a quel momento, consente ai suoi di ritrovare subito il vantaggio. Nei minuti conclusivi ci sono diversi sorpassi e controsorpassi. Taylor cerca di segnare sulla sirena il canestro del possibile vantaggio ma il pallone si spegne sul ferro. Il quarto si chiude, dunque, sul 65-65 ma la Baltur deve tornare a giocare come nei primi dieci minuti se vuole vincere la partita.

Nell’ultimo periodo Legnano mostra molta più lucidità degli avversari; Cento, infatti, in attacco forza diversi tiri e in difesa concede molta libertà agli avversari che, nell’arco di tre minuti, si portano a sette punti di vantaggio. Bechi ferma la partita per cercare di svegliare i suoi ma la situazione peggiora minuto dopo minuto; la squadra di Mazzoni, infatti, si porta anche a quindici punti di vantaggio. La Baltur prova a forzare il ritmo per rientrare ma la frittata ormai è stata fatta. Gara 1 si chiude con la vittoria di Legnano per 95-82. Cento sa perfettamente di aver sprecato un’occasione importante perché, dopo un ottimo primo quarto, sembrava aver perfettamente la partita in mano. Servirà subito una reazione in gara 2 perché, un’altra sconfitta, rischierà di mettere con le spalle al muro la squadra di Bechi.

AXPO Legnano-Baltur Cento 95-82
Parziali: 1/4 16-26 (16-26) – 2/4 27-21 (43-47) – 3/4 22-18 (65-65) – 4/4 30-17
AXPO Legnano: Bianchi 13; Serpilli 5; Bozzetto 11; Thomas 32; Corti; Ferri 7; Berra n.e.; Biraghi n.e.; Coraini n.e.; Raffa 25; Lagana n.e.; Bortolani 2. All. Mazzetti.
Baltur Cento: Gasparin 16; Taflaj 2; White 9; Chiumenti 10; Moreno 6; Manzi ne.; Ebeling 12; Taylor 24; Invidia n.e.; Di Bonaventura 3. All. Bechi.


Fonte: Per gentile concessione di Lorenzo Gaballo di www.1000cuorirossoblu.it

About The Author

Related posts