25 Giugno, 2022

Cento, contro Ravenna arriva una sconfitta

Cento, contro Ravenna arriva una sconfitta

La quarta giornata di ritorno del campionato di serie A2 vede l’OraSì Ravenna ospite della Baltur Cento. Sfida molto delicata per la squadra di Bechi che, dopo la sconfitta di domenica scorsa contro Roseto, deve tirare fuori una reazione di orgoglio per uscire dalla zona calda della classifica. La Benedetto XIV si trova, infatti, al quattordicesimo posto in classifica a pari punti con Cagliari, davanti a Ferrara che occupa l’ultima posizione. Alla Baltur, che ha come obiettivo difendere la promozione ottenuta lo scorso anno, serve un po’ di continuità nei risultati e quale occasione per iniziare se non la partita casalinga contro Ravenna. La squadra di Mazzon, nonostante il settimo posto in classifica, non è in un momento facile perchè arriva da due sconfitte consecutive che hanno abbassato il morale in casa giallorossa. Le due squadre, dunque, si daranno battaglia per cercare di portare a casa il risultato.


Per I padroni di casa partenza molto aggressiva sia in attacco che in In difesa; Ravenna è costretta a forzare I tiri e Cento, sfruttando il contropiede, costruisce il primo vantaggio della partita (6-2). Gli ospiti faticano a trovare la retina e, per questo motivo, coach Mazzon prova a sfruttare le energie fresche dei giocatori in uscita dalla panchina. Cento non è brava a sfruttare il momento di difficoltà di Ravenna che, azione dopo azione, comincia a carburare e trova, con quattro minuti da giocare, il primo vantaggio del match (9-8). Il cronometro scorre e le percentuali al tiro delle due squadre scendono progressivamente. Ravenna riesce, grazie ai tiri liberi, a ricucire lo strappo e, con un canestro sulla sirena di Jurkatamm, chiude in vantaggio di un punto il primo quarto.

All’inizio del secondo quarto Ravenna decide di alzare la fisicità difensiva ma la Benedetto XIV non si fa intimorire e, con due triple di Mays, raggiugne I cinque punti di vantaggio (19-14). Ravenna, però, non sbanda e piazza tre bombe consecutive (prima con Masciadri e poi con Jurkatamm) che obbligano coach Bechi a fermare la partita. La mini pausa non sembra avere positivi sugli uomini in maglia biancorossa; Gasparin e compagni non vedono più il canestro e gli avversari, sfruttando il tiro “pesante” arrivano a sette punti di vantaggio (22-29). Nel momento più complicato, Davide Reati sceglie di entrare in partita e, grazie alle sue scorribande in mezzo all’area, Cento rimane in partita. I minuti finali del quarto sono dominati da Ravenna che, se in difesa non permette agli avversari di ragionare, in attacco sfrutta a dovere il buon momento di Masciadri; il numero 14 ravennate piazza cinque bombe su sette tentativi spezzando completamente le gambe della difesa avversaria. Il secondo quarto si chiude con gli ospiti avanti 28-40. Se la Baltur vuole provare a rientrare in partita deve, in primis, aggiustare la difesa e poi cercare tiri più semplici in attacco.

Il primo canestro della ripresa è della Baltur che trova, a fil di sirena, un facile appoggio con Benfatto. Il centro numero 15 riporta la Benedetto XIV sotto la doppia cifra di svantaggio ma, la tripla di Masciardi prima e l’appoggio di Hairston poi, riportano l’ OraSì avanti di tredici (32-45). Le speranze di Cento di rientrare in partita scendono con il passare dei minuti perchè l’avversario sembra averne di più. Bechi, sul meno quindici, prova a chiamare time out nella speranza di svegliare I suoi. Ancora una volta, però, il mini break non ha gli esiti sperati dal coach; la Baltur, grazie anche a una buona difesa di Ravenna, non riesce a sbloccarsi e rimane a lungo tempo a quota 32. La tripla del più diciotto di Matteo Montano sembra porre la parole fine sulla partita. La partita sembra completamente nelle mani di Ravenna ma ci sono ancora undici minuti da giocare. La terza frazione si chiude con Cento sotto di tredici punti (37-50).

Negli ultimi dieci minuti c’è il tentativo di rimonta della Baltur; la squadra di Bechi trova prima un appoggio di Kuksiks e poi una bomba di Mays che ridà fiducia a tutto l’ambiente. I padroni di casa riescono a tornare a dieci punti di distacco ma, forse per la fretta, sbagliano I due tiri successivi non riuscendo a dare la mazzata decisiva. Dopo la sfiammata iniziale, tornano a complicarsi le cose in casa Baltur; L’OraSì riesce a ritrovare lo smalto del primo tempo e, complice anche qualche disattenzione difennsiva avversaria, si riporta avanti di quattordici punti (43-57). Bechi usa un altro timeout per cercare di recuperare la partita ma ormai la frittata è fatta. Gli ultimi minuti si giocano per onor di firma perchè ormai la partita è nelle mani di Ravenna. La partita si chiude sul punteggio di 50-64 e per Cento questa sconfitta pesa moltissimo perchè ora la situazione classifica si fa davvero critica.

Baltur Cento-OraSì Ravenna 50-64
Parziali: 1/4 13-14 (13-14) – 2/4 15-26 (28-40) – 3/4 9-10 (37-50) – 4/4 13-14
Baltur Cento: Ba, Kuksiks 6, Gasparin 4, Benfatto 9, Mays 19, Ebeling 2, Reati 10, Di Bonaventura, Chiumenti, Manzi n.e., Pasqualin n.e., Balducci n.e. All. Bechi.
OraSì Ravenna: Masciadri 18, Gandini 2, Smith 12, Cardillo 4, Jurkatamm 8, Hairston 8, Montano 9, Laganà 3, Rubbini, Seck n.e., Baldassi n.e., Tartamella n.e. All. Mazzon.


Fonte: Per gentile concessione di Lele Carl Malaguti  per www.1000cuorirossoblu.it

About The Author

Related posts