23 Giugno, 2024

Cento resiste alla Luiss Roma: 88-85 il finale alla Baltur Arena al termine di una partita bellissima, salvezza vicina

Cento resiste alla Luiss Roma: 88-85 il finale alla Baltur Arena al termine di una partita bellissima, salvezza vicina

Missione compiuta per la Benedetto: vincere con Chiusi e contro la Luiss per allontanare ancora di più la zona rossa. I biancorossi scappano a inizio quarto quarto e resistono alla rimonta orgogliosa della Luiss. Super Mussini, ottimo l’impatto di Musso, oltre ai solidissimi Delfino e Palumbo.


Turno infrasettimanale insidioso per la Sella Cento, alla Baltur Arena arriva la Luiss Roma, che può ancora lottare per la Salvezza: un risultato negativo di Nardò, nello spareggio contro Chiusi, potrebbe aprire a scenari interessanti. Coach Mecacci parte con Palumbo, Mussini, Toscano, Archie e Bruttini, dall’altra parte Paccariè schiera Villa, Sabin, Murri, Cucci e Cain. Sabin saluta subito il suo vecchio pubblico con una tripla in transizione, per i primi tre minuti abbondanti la Sella non riesce a fare canestro, Sabin sblocca il match con un’altra tripla, poi Palumbo iscrive i suoi alla gara, con il solito tiro dalla media. Bruttini pareggia la partita, dopo l’assist di Mussini, ma Cain rimette i suoi davanti, 6-8 dopo 5’. Bruttini porta a casa un canestro più fallo e Musso esordisce con una tripla piedi per terra, poi la Sella inizia a muoverla per davvero in attacco, Mussini segna dal’angolo, Bruttini è il terminale principale e al primo timeout di Paccariè, Cento conduce 20-14. Pasqualin, accolto dall’affetto del pubblico biancorosso, entra bene in partita con 4 punti in fila. L’ultimo canestro del quarto è di Palumbo, l’assist è di Moreno e la Benedetto conduce 24-16 dopo 10’.

La Sella riparte dove aveva lasciato, Ladurner segna e subisce il fallo, Delfino attacca il ferro e ne segna due facili, poi, una tripla di Sabin rilancia la Luiss che piazza un parziale di 0-9, con la tripla di D’argenzio e il 2+1 di Murri. La partita si fa più equilibrata, la Luiss va avanti, ma ci pensa Delfino con 5 in fila a riportare avanti la Sella. Sabin sembra un uomo in missione, segna una tripla dopo un efficace transizione, poi si inventa un canestro al centro dell’area. Mussini risponde presente e segna assorbendo il fallo e convertendo il libero, il secondo quarto è intenso, pieno di cambi di vantaggio, Mussini esce dai blocchi e segna una tripla per il +3 padroni di casa. Ottima uscita dal timeout per i ragazzi di Paccariè, che pareggiano con una tripla di Pasqualin, Mussini risponde a modo suo, con una tripla dagli 8 metri abbondanti. Ladurner porta la consueta energia a rimbalzo e trova due punti, fondamentale il suo approccio, soprattutto dopo che Bruttini esce malconcio da una caduta, Moreno segna una tripla preziosa, ma la Luiss si riporta a -2 dopo i liberi di Salvioni. Delfino segna da tre, dopo un bello scambio con Ladurner e il primo tempo si chiude sul 51-45 Sella.

La Luiss Roma approccia al meglio il terzo quarto, una tripla di Pasqualin vale addirittura il vantaggio, poi Mussini ne appoggia due in contropiede, ruba un pallone e serve Bruttini in contropiede, riportando avanti la Benedetto, prima della tripla di Fallucca, altro ex di giornata. Moreno segna un jumper dalla media, Delfino manda al bar la difesa della Luiss, ma la partita rimane in bilico, tirata. D’argenzio vola in contropiede, Fallucca converte un libero causato da un fallo tecnico fischiato alla panchina, poi sono Delfino, con due liberi e Ladurner con un rimbalzo offensivo, a decretare il 65 pari dopo 30’.

Sempre Ladurner apre il quarto decisivo con due punti nel pitturato, poi Mussini si prende un arresto e tiro dei suoi, Delfino lancia a tutto campo Musso che appoggia indisturbato e 6-0 di parziale Cento. Musso da una parte e Fallucca dall’altra segnano due triple pesanti e l’argentino ex Cremona delizia il pubblico della Baltur con un assist no look, tramutato in tripla con fallo da Palumbo, 78-70 Sella. Fallucca ispirato segna dalla media, ma è il momento di Mattia Palumbo, che mette un’altra tripla per il +9 Benedetto, che diventa +6 dopo la risposta di Cucci. In uscita dal timeout, è Cain a salire in cattedra con un canestro dal centro dell’area e una stoppata, poi D’argenzio si inventa letteralmente un fadeaway cadendo, riportando a – 4 i suoi, dopo l’ottima penetrazione di Musso dall’altra parte. Musso dà una forte mano anche in difesa, impedendo a Sabin di tirare, poi ancora Palumbo da tre punti e +7 Sella a un minuto e mezzo dal termine. Cucci si guadagna due liberi e Roma accorcia a -5, poi D’argenzio trova il tabellone con un tiro dall’area che prende in contro tempo la difesa e solo un possesso separa le squadre, quando mancano poco più di venti secondi al termine. La Sella non riesce a chiuderla, ma spende subito fallo su Sabin, per non rischiare di prendere una tripla e l’ex più recente la manda a -1. Mussini fa 2/2 senza battere ciglio e la Luiss chiama timeout a 9” dal termine. D’argenzio sbaglia la tripla forzata e, dopo il rimbalzo offensivo, non riesce a prendere il tiro in tempo. Finisce 88-85 per la Benedetto, in un finale al cardiopalma. Vittoria importantissima per i biancorossi, ma onore alla Luiss, le due squadre hanno regalato una bellissima partita.

Il tabellino

Sella Cento-Luiss Roma 88-85
(24-16; 51-45; 65-65)
Sella Cento: Mussini 23, Bruttini 11, Palumbo 15, Delfino 14, Bucciol, Pavani, Toscano, Archie, Musso 12, Moreno 5, Ladurner 8. All.re: Mecacci.
Luiss Roma: Murri 3, Villa, Fallucca 9, Pasqualin 10, D’argenzio 16, Jovovic, Sabin 20, Tolino, Cain 12, Cucci 9, Salvioni 6. All.re: Paccariè.
Arbitri: Foti, Lupelli, Grappasonno.


Post source : Area Comunicazione - Benedetto XIV Cento (www.benedettoxiv.it)

About The Author

Related posts