19 Luglio, 2024

La preview di Sella Cento-Umana Chiusi

La preview di Sella Cento-Umana Chiusi

Volge al suo atto conclusivo l’intensa settimana della Sella, ma siamo soltanto all’inizio di un mese ancora più intenso. Cento arriva dalla bella vittoria di Agrigento, di carattere, sudata, voluta e meritata. Mussini è stato assoluto protagonista con quei 9 punti finali consecutivi da museo di storia dell’arte, ma è stata anche la vittoria delle piccole cose di Toscano, della maturità di Palumbo e del super lavoro di Bruttini, una vittoria di squadra insomma. La Benedetto era partita per la Sicilia senza Mitchell (il cui impiego per domenica verrà valutato a ridosso) e Carlos Delfino, dolorante alla schiena e in dubbio fino all’ultimo per Chiusi. Matteo Mecacci non si è sbilanciato sulle condizioni dei suoi acciaccati, in quanto le problematiche non presentano delle tempistiche fisse:

Le condizioni di Delfino e Mitchell? Nessuna novità, per il primo si tratta di una rigidità muscolare in fase di miglioramento, ma questo lo scopriremo andando avanti, così come scopriremo da qui a domenica le condizioni di tutti, dato che siamo usciti un po’ acciaccati dalla partita di Agrigento. Le condizioni di Mitchell sono invariate”.

Domenica, però, aspetta una battaglia fondamentale per i biancorossi, in quanto Chiusi è la prima delle attualmente retrocesse (se finisse così il campionato) e vincere significherebbe mettere 10 punti tra sé e la zona calda. Scontato dire quanto questo discorso valga ancora di più come motivazione per gli ospiti, di cui ha parlato così, sempre Coach Mecacci:

Chiusi è una squadra in questo momento in forma, che arriva alla Fase Salvezza con più entusiasmo di tutte, perché l’ha raggiunta dopo un anno in cui ha avuto mille problemi, tra infortuni e altre situazioni. Ora hanno un’impostazione totalmente diversa rispetto quella contro cui eravamo abituati a giocare. Sarà fondamentale cercare di non farli giocare in velocità, di non farli correre troppo il campo, ma bisognerà gestire il ritmo e accoppiarsi velocemente”.

Gli ospiti arrivano alla Baltur Arena dopo una roboante vittoria sul campo di Latina 64-91 e, in particolare, forti di 8 vittorie nelle ultime 10 partite. Chiusi crede pienamente a questa salvezza, ha tanti esterni in grado di mettere in difficoltà chiunque, contro la quale servirà una difesa a metà campo di alto livello. Contro Latina, ma non solo, Stefanini, Thilgman, Heinonen hanno dimostrato di saper fare canestro in tanti modi diversi. Nonostante i diversi stravolgimenti durante l’anno, la San Giobbe è arrivata nel momento decisivo dell’anno solida, realizzandosi come gruppo.

Ha parlato cosi Coach Bassi in vista di domani

Un ciclista ci direbbe che l’ultimo chilometro è il più difficile, sapevamo di poterci provare, ma testa bassa. Cento è una squadra piena di talento, ma che sa metterti in difficoltà in difesa, dove riduce le spaziature. Speriamo ci sia Delfino, giocare con una leggenda simile è un’emozione”.

La Baltur Arena si prepara per un’altra battaglia, chiamata a gran voce anche dal Presidente Gianni Fava, che ha chiesto la spinta della sua gente, per quello che potrebbe essere un momento decisivo della Salvezza biancorossa. Per i centesi, la giornata di avvicinamento inizia alle 12, con le iniziative PlayOut Door, ancora una volta un’occasione per celebrare i valori Benedetto e vivere tutti insieme un’altra grande serata alla Baltur Arena.

La partita sarà in diretta alle 18 su LNP PASS e martedì 14 in differita su MadeinBo.


Post source : Francesco Ricciardi Responsabile Area Comunicazione - Benedetto XIV Cento (www.benedettoxiv.it)

About The Author

Related posts