24 Maggio, 2022

Reggio Emilia si butta via

Reggio Emilia si butta via

GRISSIN BON REGGIO EMILIA-TELEKOM BONN 84-85
Reggio Emilia: Mussini 15, Polonara 19, Della Valle 8, Taylor 19, Pechacek, K. Lavrinovic 10, Cervi 7, Silins ne, Rovatti ne, Cinciarini 6. All. Menetti.
Bonn: McConnell 13, Madrich 13, Veikalas 18, Brooks 8, Mangold 3, Caloiaro 2, Lawrence 2, Klimavicius 12, Koch, Wachalski 12, Vroblicky 2. All. Fischer.

Incredibile suicidio della Grissin Bon Reggio Emilia, che si fa superare 84-85 in volata dalla Telekom Bonn dopo una partita dominata per tre quarti. La squadra di Menetti aveva toccato anche il +19 nel terzo periodo, ma non ha saputo resistere alla rimonta tedesca negli ultimi dieci minuti. Veikalas ha trascinato i compagni con una grande prestazione dall’arco, Reggio è rimasta senza benzina e ora la strada in Eurocup è molto più che compromessa. Al termine del girone di andata, con 3 partite su 5 giocate in casa, la Grissin Bon ha una sola vittoria. Per un posto nelle prime quattro servirà un girone di ritorno ai limiti della perfezione.

LA CRONACA: La partita prende subito una bella piega grazie alla sfuriata di Donell Taylor che a metà primo quarto, con 8 punti consecutivi, da il la a un parziale di 16-0 per la Grissin Bon che vola sul 27-10 anche grazie all’ottimo impatto sulla partita di Federico Mussini. Reggio domina a rimbalzo (11-2) e tira benissimo (11/16), il vantaggio è fisiologico anche se l’ingresso di Mickey McConnell rivitalizza i tedeschi che tornano a contatto (34-28). E’ un fuoco di paglia, il bastone del comando è saldamente nelle mani reggiane, Taylor e Achille Polonara producono un nuovo allungo (50-36 all’intervallo) che restituisce una dote notevole per il secondo tempo. Nel terzo quarto, con i lampi di Mussini, Reggio riesce a gestire bene la partita, ma nell’ultimo quarto c’è il risveglio di Bonn. Alla squadra di Menetti viene il braccino, mentre fra i tedeschi si scatena Veikalas che a suon di triple riporta i suoi addirittura a -1 a -18″. Poi arriva il clamoroso errore sulla rimessa reggiana di Cinciarini che restituisce palla a Bonn con Klimavicius a subire fallo a 10″ dalla sirena: 2/2 e sorpasso (84-85) clamoroso. Ultimo possesso Grissin Bon, ma Cinciarini sbaglia l’arresto e tiro dalla lunetta mandando i titoli di coda su una serata amarissima

LA CHIAVE: Nell’ultimo quarto Reggio Emilia crolla fisicamente (due giorni dopo il duro posticipo contro Milano) e resta senza benzina sul rettilineo finale facendosi infilare dai tedeschi. Taylor si spegne dopo i 12 punti del primo quarto, la zona concede troppo spazio sul perimetro e ne approfitta Veikalas.

I NUMERI: L’8/14 da tre di Bonn nell’ultimo quarto è il marchio sulla vittoria. Reggio Emilia era scappata via all’inizio con le percentuali dall’arco (6/19 dopo il primo quarto da 4/8) e il dominio a rimbalzo. Taylor si spegne alla distanza chiudendo con 6/14 dopo il 3/5 del primo quarto.

IL MIGLIORE: Benas Veikalas è il match winner dei tedeschi con 12 punti nell’ultimo quarto. Le sue triple bucano a ripetizione la zona, l’ultima vale il -1 prima del clamoroso autogol della Reggiana. Per la Grissin Bon, Taylor si spegne troppo presto, bene Mussini e Polonara, che a due dal termine aveva messo una tripla che pareva quasi risolutiva.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright BasketCity

Related posts