19 Ottobre, 2021

A Bologna non si passa: Fortitudo sul 2-0

A Bologna non si passa: Fortitudo sul 2-0

ETERNEDILE BOLOGNA- COMARK BERGAMO 66-56
Fortitudo: Candi 12, Valentini 2, Lamma 5, Iannilli 10, Samoggia 2, Montano 12, Sorrentino 2, Raucci 11, Carraretto 8, Italiano 2. All. Boniciolli.
Bergamo: Deleidi, Bona 6, Cortesi 4, Mercante 7, Magini 7, Guffanti 6, Azzola, Chiarello 11, Zanelli 5, Masper 10. All: Galli.

La Fortitudo vince anche gara 2 e si porta 2-0 nella serie di semifinale e avrà quindi tre match point a disposizione per passare il turno. I biancoblù giocano un ottimo primo quarto, subiscono Bergamo nel secondo, riescono ad allungare nel terzo e mettere la partita al sicuro nell’ultimo periodo. Ora ci saranno due giorni di riposo e si tornerà in campo venerdì sera a Bergamo, per tentare di chiudere la serie.

LA CRONACA: La Fortitudo parte bene e con un grande Raucci vola sull’8-4. Ma Bergamo ci crede, lo ha fatto anche in gara-1, riesce a rimontare e scappare sull’8-11. Boniciolli chiama timeout, i biancoblù rientrano in campo con un’altra mentalità e a fine primo quarto il punteggio è 22-14. Nel secondo periodo l’attacco biancoblù si blocca, gli unici punti arrivano dalla lunetta e per otto minuti si fa una gran fatica a trovare la via del canestro. Bergamo è brava dietro ed è brava davanti, va sul 24-31 e sembra in controllo della gara. Ma nel finale, una meravigliosa tripla di Candi scalda il Paladozza e permette alla F di impattare sul  31-31. L’avvio di terzo periodo è clamoroso per la Fortitudo, che con un Matteo Montano da 9 punti in 5 minuti solca il primo allungo. Alla fine del periodo il punteggio dice 51-42, con Bologna brava a mantenere il vantaggio ed evitare il rientro ospite. Nel quarto periodo si rivede Iannilli che in un paio di occasioni, con qualche ottimo tiro dalla media distanza, trova punti pesantissimi che permettono alla Fortitudo di evitare l’aggancio degli ospiti, arrivati anche a -4 (60-56) e conquistare gara 2 66-56.

LA CHIAVE: La chiave è arrivata nel terzo periodo quando la Fortitudo è stata bravissima a fermare l’attacco ospite (solo 11 punti segnati) ed è riuscita a trovare il canestro con continuità. E poi, chiaramente, la difesa: 56 punti subiti sono veramente qualcosa di positivo. Per la settima volta in 11 partite della gestione Boniciolli, gli avversari realizzano 60 o meno punti.

IL MIGLIORE: Raucci gioca un primo tempo ai limiti della perfezione, Montano nel terzo quarto è straripante, ma il migliore è Leonardo Candi (foto Serra/Fortitudo Pallacanestro), che sulla sirena del secondo quarto segna la tripla del pareggio Fortitudo e nel terzo quarto permette ai suoi di allungare e trovare il vantaggio. Boniciolli, giustamente, lo esalterà nel post partita e si può godere un giocatore degno di questo nome nonostante la giovanissima età.

I NUMERI: La Fortitudo chiude con il 39% dal campo, contro il 36% ospite, ma tira peggio da tre (26% contro 29%) e ai liberi (74% contro 90%). Bergamo domina a rimbalzo a differenza di gara-1 (28-37), ma ha molte più palle perse (17-24) e meno recuperate (13-8).

LE PAGELLE: Candi 7, Valentini 6.5, Lamma 6.5, Iannilli 6.5, Samoggia 6.5, Montano 6.5, Sorrentino 6+, Raucci 6.5, Carraretto 6, Italiano 6+. All. Boniciolli 7.

LE PAROLESorrentino: “Quello che mi chiede il coach è trascinare la squadra difensivamente quando sono in campo: devo pressare e trasmettere l’energia a tutti e questo non è stato un cambiamento sofferto, perchè la strada è quella giusta. Non guardo le statistiche, non contano i punti segnati in una stagione, ma i campionati vinti. Venerdì si va per chiudere? Non sarà facile perchè loro sono una squadra importante e vorranno provare ad andare avanti. Non ci saranno cali di concentrazione da parte nostra, cerchiamo di recuperare le energie che abbiamo speso in queste due gare e venerdì  cercheremo di mettere in campo la solita grinta in fase difensiva. Abbiamo tre chances per chiudere la serie, ma chiuderla subito dà più tempo per recuperare in vista della finale. Ero stato tagliato? Mi è crollato il mondo addosso, adesso è tornato tutto o quasi come prima e cerco di dare il mio contributo per portare a casa il risultato”.

di Giacomo Bianchi

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright BasketCity

Related posts