22 Maggio, 2024

ULTIME NOTIZIE

Citroën Supercoppa LNP, tesseramenti: Scafati e Mantova si allineano alla Lega…

Citroën Supercoppa LNP, tesseramenti: Scafati e Mantova si allineano alla Lega…

Continua la polemica tra i club che devono disputare la Citroën Supercoppa LNP di Serie A2 in programma il prossimo 23-24 settembre alla Unipol Arena e la Lega Nazionale Pallacanestro. Sono due i punti determinanti, il primo riguarda il discorso tesseramenti dove i club li vorrebbero liberi contrariamente da quanto prevede FederBasket e il secondo riguarda il prezzo dei biglietti.

Tesseramenti

La grana dei tesserati è il primo punto che non sta bene alle società che avrebbero voluto partecipare all’evento a roster libero e avere quindi la possibilità di utilizzare giocatori che sono in prova e non solo una decina come previsto, contrariamente da quanto disposto da FederBasket che vuole solo giocatori tesserati con conseguenti premi Nas da versare. Inoltre le società partecipanti si troverebbero esposte a rischi visto l’obbligatorietà del tesseramento, di solito infatti i club tendono a tesserare i propri giocatori pochi giorni prima dell’inizio del campionato e in questo caso dovrebbero farlo con una settimana di anticipo.

Ma il punto cardine delle società rimane quello di eventuali infortuni e la cosa riguarda soprattutto i giocatori americani che sono sottoposti al limite dei tre visti in caso di extracomunitari. Se si dovesse infortunare un extracomunitario infatti durante una partita, il club potrebbe giocare con uno straniero fino a completa guarigione dall’infortunato oppure sarebbe costretta a consumare il terzo visto per un nuovo aquisto e questo sarebbe un effettivamente un handicap.

Le ragioni della LNP

Come riporta Damiano Montanari sulle colonne del “Corriere dello Sport-Stadio” Mantova e Scafati si sono allineate alla Lega Nazionale Pallacanestro dopo un chiarimento col Presidente Pietro Basciano che ha dichiarato di aver ricevuto richiesta di chiarimenti da parte delle tre sicietà (Fortitudo, Mantova e Scafati) ma sui tesseramenti la LNP non ha nulla a che fare visto che è di competenza FIP ed essendo la Supercoppa un evento ufficiale è obbligatorio.

Per quanto riguarda i biglietti Basciano ha tenuto a precisare che l’evento è a carico della Lega Nazionale Pallacanestroche si accolla tutto, parte da questo la scelta di ridurre il numero degli accrediti a disposizione delle società e il prezzo dei biglietti, per arrivare alla copertura dei costi. Con questa affermazione Basciano fa tramontare ogni possibilità di mediazione. Ascoltate le motivazioni della LNP come si diceva, Mantova e Scafati hanno ritenuto di rinunciare alle richieste fatte precedentemente.

La voce della Fortitudo

A questo punto rimane solo e sola l’Aquila, che per forza di cose si dovrà allineare agli altri club presentandosi alla manifestazione accettando le condizioni poste. Il suo Direttore Generale Christian Pavani però non ha tardato a rispondere a Pietro Basciano, prendendo atto della risposta della Lega ed esponendo le sue ragioni su un “doveroso chiarimento sull’organizzazione dell’evento” ma si è riservato di valutare se schierare il roster al completo oppure mettere in campo solamente gli italiani valutando la cosa come scelta tecnica e dicendosi dispiaciuto per il mancato dialogo tra le parti.

Costo dei biglietti

Altro punto che non è stato gradito alle società è quello relativo al costo dei tagliandi giudicato alto, costa infatti 17,00 euro assistere all’evento e il biglietto è valido per entrambe le partite della giornata. Il problema di non prendere in considerazione eventuali tagliandi ridotti o agevolazioni per bambini porta e la possibilità inoltre che alcuni roster si presentino solo con giocatori italiani porta ad un appeal ridotto dell’evento.

A sottolineare questa situazione sempre Damiano Montanari sul “Corriere dello Sport-Stadio” stima che a oggi dei 3.200 biglietti messi a disposizione per le semifinali riservati ai quattro club, 220 sono stati venduti ai tifosi della Fortitudo, 5 a Treviso, 1 a Mantova e addiruttura zero a Scafati. Auesto risultato a una settimana dall’evento dice tutto.

About The Author

Related posts