02 Ottobre, 2022

Fortitudo, al PalaDozza non si passa si gioca tutto in Gara 5

Fortitudo, al PalaDozza non si passa si gioca tutto in Gara 5
Photo Credit To Roberto Serra / Iguana Press / Fortitudo Pallacanestro

Nella fortezza PalaDozza e sospinta dal pubblico biancoblù, vero e proprio sesto uomo in campo, ancora una volta la Fortitudo ha dimostrato che non si passa e una volta di più i ragazzi di Matteo Boniciolli con gioco di squadra, intensità hanno tenuto l’inerzia della partita vincendo su una Brescia troppo attaccata alle soluzioni dei singoli alcuni dei quali nemmeno pervenuti vedi Alibegovic andato a tabellino nel finale della partita e facendo segnare 3 punti a tabellino. Il capolavoro della Effe si è compiuto portando la serie sul 2-2 volando in Gara 5 dove venerdì ci si giocherà tutto.
La Fortitudo parte subito a testa bassa e nel primo periodo con Raucci leader (9 punti), Amoroso (6), Carraretto (3), Italiano (3) e Daniel (2) fanno subito capire che aria tire per gli ospiti, per Brescia che non segna per ben due minuti abbondanti (dal 14-13 a 4:46 dal termine fino al 22-13 a 2:19) ha in Fernandez l’unico che prova a far male ai biancoblù coi lombardi che si affidano a soluzioni personali mentre i ragazzi di coach Boniciolli fanno del gioco di squadra l’arma micidiale.
Secondo periodo ancora con inerzia biancoblù, sospinta anche dal proprio pubblico vero uomo in più, la Effe va al massimo vantaggio +12 con Candi e Amoroso che piazzano un 7-0 nel primo minuto e mezzo e costringono coach Diana a un timeout, Brescia prova a reagire con Bushati che realizza da 3 ma un fallo di Fernandez su Italiano porta a un gioco da 4 che porta la Effe sul 37-24 a 7:31 da giocare. La Fortitudo con Montano, Italiano, Amoroso e Raucci portano la Fortitudo al massimo vantaggio di +15 a 2:15 dal termine, complice anche i 3 falli di Moss e Fernandez che vengono richiamati in panchina da coach Diana.
Nel terzo periodo la Effe subisce il canestro iniziale di Moss, ma prima Candi e poi Italiano fanno volare i bolognesi sul 64-45 e +19 che mette Brescia nelle condizioni di trovare una chiave per rientrare in partita, e poco dopo sul 74-52 con Carraretto e Amoroso che infilano due triple che fanno segnare un 10/16 da dalla lunga distanza col 68% per i biancoblù, contro il 21% di Brescia e +22 per i padroni di casa, distanza che rimane fino alla fine del periodo che fissa il risultato sul 79-57 con Amoroso che fa l’americano e mette dentro di tutto arrivando a realizzare 22 punti nei tre periodi giocati. Nell’ultimo periodo la Effe si limita a gestire la partita mantenendo le distanze da una Brescia confusionaria che non trova soluzioni in attacco e che sembra già pensare a Gara 5. Una nota al 2:26 dal termine dell’incontro quando Hollis commette un antisportivo su Candi per frutrazione. L’incontro termina col risultato di 94-70, i quaranta minuti decisivi si giocheranno a Montichiari.

Eternedile Fortitudo Bologna-Centrale del Latte/Amica Natura Brescia 94-70
Parziali: 1/4 25-19 (25-19) – 2/4 31-24 (56-43) – 3/4 23-12 (79-55) – 4/4 15-13 (94-70)
Eternedile Fortitudo Bologna: Daniel (3); Candi (11); Raucci (13); Carraretto (3); Italiano (20); Quaglia (4); Lamma (0); Campogrande (0); Montano (18); Sorrentino (0); Amoroso (22). All. Boniciolli.
Centrale del Latte/Amica Natura Brescia: Fernandez (14); Cittadini (1); Alibegovic (3); Moss (16); Hollis (16); Passera (2); Bruttini (11); Speronello (n.e.); Dell’Aira (n.e.); Tote’ (2); Bushati (5). All. Diana.
Tiri dal campo: Bologna 30/55 da due (54%) – 13/25 da tre (52%), Brescia 23/69 da due (33%) – 4/26 da tre (15%).
Tiri liberi: Bologna 21/26 (80%), Brescia 20/23 (86%).
Rimbalzi: Bologna 35, Brescia 38.
Assist: Bologna 24, Brescia 10.
Palle recuperate: Bologna 5, Brescia 1.
Palle perse: Bologna 9, Brescia 8.
Falli subiti: Bologna 21, Brescia 21.
Arbitri: Masi, Belfiore, Perciavalle.

About The Author

Related posts