17 Maggio, 2022

La Fortitudo è di Bologna 1932

La Fortitudo è di Bologna 1932

Bologna 1932 (foto www.fortitudobologna.it) è la nuova proprietaria di Fortitudo Pallacanestro 103 dopo aver rilevato oggi le quote di Fortitudo 2011 (85%) e Orgoglio Fortitudo (15%). La compagine societaria è composta da Gianluca Muratori (presidente), Cesare Savigni (vice presidente), Andrea Bianchini, Roberto Melloni, Massimiliano Zanetti e Nicola Madrigali. Tre dei soci – Muratori, Bianchini e Melloni – facevano già parte di Fortitudo 2011 e rappresentano quindi una certa continuità rispetto alla precedente proprietà. I sei soci hanno quote paritarie e hanno avviato la società con un esborso di duemila euro a testa: «Entro la fine del mese programmeremo un aumento di capitale da 200 mila euro – dice Muratori – Ci servirà a impostare la stagione ed è aperto a nuovi soci. Una parte andrà anche a coprire le perdite di 103, che in parte sono già state risolte». La scorsa stagione si è infatti chiusa con un passivo di circa 250 mila euro, uno sproposito per una società di serie B, e il bilancio non è ancora stato approvato tanto che alcuni giocatori hanno già avviato qualche lodo per tre mensilità non ricevute. «Onoreremo tutto, però mi piacerebbe incontrarli faccia a faccia e spiegare loro che non hanno capito dove stavano giocando. La Fortitudo è di un’altra pasta, chi indossa questa maglia dovrebbe farlo con una passione che consenta di aiutare nei momenti di bisogno», sostiene Muratori attaccando di fatto giocatori che chiedono il rispetto di contratti regolarmente firmati.
Se i conti dell’anno scorso non sono tornati, anche quest’anno si dovrà prestare particolarmente attenzione al bilancio: «Vogliamo fare in modo che un campionato di B non costi come uno di A. La squadra costa di più dell’anno scorso perché è più forte, ma di solito incide per un 35-40% sul budget complessivo. Dovremo quindi andare a incidere su altri costi, a cominciare dal Comune. Il palasport non può costare come l’anno scorso per un campionato di B, non si possono spendere 8mila euro a partita». In campo si punta senza mezzi termini alla promozione: «La squadra è stata costruita bene, vogliamo vincere. Sarà una stagione che ci farà divertire».

Related posts