19 Ottobre, 2021

Fortitudo, Luca Dalmonte pre match Varese

Fortitudo, Luca Dalmonte pre match Varese
Photo Credit To Valentino Orsini / Fortitudo Pallacanestro Bologna

Le parole del coach della Fortitudo Luca Dalmonte in vista del match Openjobmetis Varese-Fortitudo Lavoropiù Bologna. La partita, che si giocherà domani all’Enerxenia Arena di Masnago, vedrà la palla a due alle ore 16:00, per quella che sarà il recupero della 17ª giornata (2ª del girone di ritorno) di Serie A UnipolSai 2020-21.

Ci aspetta una trasferta per la quale dobbiamo avere la consapevolezza dell’importanza della partita, una partita molto importante e distante, dal mio modo di vederla e di interpretarla, dall’essere decisiva perché si è troppo lontani dalla bandiera a scacchi. Ci sono più squadre coinvolte in questo testa a testa a fare spallate e a giocarsi le ultime curve per il rush finale.

È una partita importante, molto importante, noi dobbiamo avere chiare le regole della partita, è necessario impattare l’aggressività ed energia che Varese butterà dentro al campo e dobbiamo essere pronti, è necessario che tutti insieme siamo collegati e connessi nel perseguire il piano partita dal punto di vista offensivo e difensivo.

La forza mentale ci dovrà accompagnare e fare un’errore sta dentro alle possibilità, ma si dovrà subito capire di voltare pagina nel successivo possesso, per essere il più efficaci possibile. Non ci deve spostare niente, dobbiamo avere la capacità di stare dentro alla partita insieme e cercare di fare il meglio possibile delle nostre possibilità, questo ci può regalare la competitività per giocarci la partita. 

Io credo che il nostro sia un mestiere in cui le pressioni non vadano evitate, penso che vadano accolte, abbracciate e gestite. Di fronte a questo passaggio è necessario guardare alla realtà che ci dice che siamo in più di una squadra, non solo Varese e Fortitudo, a competere per un obiettivo quindi è certo che la partita contro Varese è molto importante e il molto la diversifica rispetto ad altre partite. Diffido però dal definirla decisiva, perché non è la penultima e nemmeno l’ultima giornata, non siamo solo noi e loro a frequentare quella zona della classifica. Le pressioni, eviterei le ansie, fanno parte del nostro mondo, del nostro vivere quotidiano, queste ribadisco non devono essere respinte ma vanno accolte, vanno prese e vanno gestite.

Questa settimana abbiamo lavorato sull’essere pronti per giocare la partita. Oggi non importa chi si è allenato e non si è allenato in settimana, non serve pensare ai problemi avuti in corsa, l’ordine del giorno oggi è essere pronti per giocare la miglior partita possibile.

Tranne situazioni dell’ultima ora direi che sono tutti disponibili tranne Mancinelli. A questo proposito vorrei chiarire questo: la prossima settimana farà riattivazione personalizzata con Ugo Cavina che è il fisioterapista deputato a proseguire il suo percorso. La settimana sucessiva comincerà a lavorare in modo differenziato con il preparatore atletico e se la somma delle prossime settimane darà degli esiti positivi allora ci sarà un reinserimento graduale.

Mancio è un giocatore infortunato, fuori da due mesi, da parte nostra dovremo stare molto attenti ai carichi e ai tempi di lavoro. Avrà due settimane di lavoro differenziato e poi avremo le idee più chiare sul suo eventuale reinserimento in squadra. Con tutto il bene che gli voglio, esula dalla preparazione alla partita di domani.

Della Final Eight faccio i complimenti a Pesaro e aggiungo i complienti a Brindisi. Pesaro ha fatto una gara di grande presenza e personalità, perché la tripla di Tambone è il manifesto della personalità espressa da tutti i giocatori,  grande intelligenza nel gestire gli ultimi minuti, con i piccoli che hanno messo in difficoltà Sassari.

Brindisi sta giocando una buona pallacanestro, al di là dell’assenza di Harrison, per loro giocatore faro. È stato molto bello e interessante anche il quarto di finale tra la Virtus Bologna e l’Umana Reyer Venezia”.


Fonte: Ufficio Stampa Fortitudo Pallacanestro Bologna (www.fortitudo103.it)

 

About The Author

Related posts