26 Settembre, 2023

La presentazione del main sponsor Kontatto e Chris Roberts

Nel pomeriggio nella sede Kontatto al Centergross, la Fortitudo Bologna ha presentato il nuovo main sponsor Kontatto e ha presentato ufficialmente anche il secondo americano, guardia di 193 centimetri Christopher Roy Roberts, nato a Fort Worth (Texas) il 24 marzo 1988.

Vi proponiamo l’audio dell’evento con gli interventi di Federico Ballandi, Christian Pavani, Stefano Mancinelli (presente per l’occasione), Chris Roberts e Davide Lamma. Per gli amanti della lettura riportiamo anche il testo con la trascrizione ripresa da www.bolognabasket.it.

Federico Ballandi

Diciamo che venerdì siamo partiti bene, con l’allenamento extra di sabato. Ma Boniciolli è fatto così…

Le motivazioni che ti hanno spinto ad accettare questo nuovo ruolo ad accostare il tuo marchio alla Fortitudo…
“Non è che mi sento diverso dallo scorso anno, ora che sono main sponsor. La fede c’è sempre stata, Mancinelli che è un amico lo sa, da quando prendevo dei nomi dai virtussini, e di certo se non ci fosse stato Christian Pavani avrei risparmiato un po’ di soldi. Non è che si spenda diversamente dallo scorso anno, ma penso che essere main sponsor sia un merito. Abbiamo fatto le divise, anche se di solito io le faccio per le modelle. Ci siamo messi lì, facendo correzioni, e per ora ci sono le divise per l’allenamento: se quelle per le partite non andranno bene le andrò a comprare da Finisport”.

A fronte anche di queste cosa è costato fare le divise Fortitudo?
“Non è che stiamo copiando le maglie di Milano, stiamo facendo tutto noi, è ancora un “work in progress” cercando di rispettare, per le divise, regolamenti che non conoscevamo: dobbiamo rendere bello Mancinelli e questo è facile, ma ce ne sono anche di meno belli. Dobbiamo slittare la presentazione di queste divise, perché anche Lamma che è un fashion style aveva correzioni da fare. Ma noi dobbiamo tenere sempre una immagine fashion. Comunque sia, per noi è un onore e non potevamo dire di no. Non posso fare anticipazioni, ma Mancinelli dice che quando si allena si trova bene”.

L’investimento da main sponsor e i termini dell’accordo?
“Non so, io non sono Macron, io faccio abiti femminili, ora che siamo montati su questa avventura cercheremo di fare del nostro meglio. La Fortitudo si è messa a fare le divise per la propria squadra, e comunque non so quanto durerà il rapporto da sponsor. Magari ci sposiamo
”.

Christian Pavani

Le cifre ce le teniamo per noi, di solito i contratti sono biennali, noi vedremo a fine stagione anche in base ai risultati della squadra. Diciamo, per ora, che è un 1+1, con un amico che ha messo a disposizione le sue stiliste e le sue aziende per proporre un prodotto diverso”.

Federico Ballandi

Sperando di non dover intervenire sul mercato. Io venerdì ho visto Stefano, due discreti americani, giocatori nuovi che sono stati scelti con l’ausilio del coach. Meglio di così non si poteva partire, qualsiasi tifoso sa che si è lavorato con iniziali forti difficoltà, ma è la continuazione di quanto lasciato a Montichiari in giugno. Noi ora siamo compatti, non vedo mancanze in nessun ruolo”.

Stefano Mancinelli

Venerdì bene per trenta minuti, poi giusto che il coach si sia arrabbiato anche se le gambe non andavano oltre. Stiamo lavorando bene, giusto stare sul pezzo, ma vedo una squadra completa”.

Come hai visto coach Boniciolli?
L’ho trovato ingrassato… Scherzi a parte, nel 2001 era un’altra squadra, altra situazione, di certo ora è molto più calmo e comunque molto preparato. Io lo conosco da tanto, è stato il mio primo allenatore e a 14 anni mi portò in nazionale giovanile e mi mise in campo subito in Fortitudo. Spero di ripagarlo”.

Come sono i carichi di lavoro?
Io penso di dare il massimo sempre, da tanto non mi allenavo a questi ritmi: ho avuto allenatori che ti facevano andare su e giù per il campo per niente, Matteo invece ti carica, ci si fa il culo per un motivo”.

Il derby?
Lo aspetto, ma ora penso ad altro, solo a mettermi in forma ed essere al meglio per la prima di campionato. Poi ne riparleremo, ma adesso ci sono altre priorità, fare gruppo e andare al meglio”.

Chris Roberts

Ho fatto delle ricerche prima di arrivare, mi sono informato e ho scoperto che qui la cosa principale sono i tifosi e la passione per la squadra. Le prime impressioni poi sono di una squadra molto buona, con un progetto, un allenatore, e la voglia di vincere i playoff: tanti professionisti, ottimo staff. Io gioco di squadra, cerco di essere aggressivo e dare quel che serve per vincere”.

Come vedi il derby, la tua conoscenza con Ramagli?
Ramagli lo conosco molto bene, è uno dei migliori che io abbia mai avuto, però gli ho già detto che al derby voglio vincere io. Ora ci prepariamo al torneo di Bormio, saranno partite contro squadre molto importanti e con grande esperienza di Eurolega. L’idea di poter competere con questi giocatori sarà utile per la stagione”.

Quali sono i tuoi obiettivi personali?
“Solo vincere, solo vincendo si resta giocatori di alto livello
”.

Come ti sei trovato coi nuovi compagni?
Mi hanno impressionato, fuori dal campo ho poco tempo per fare qualcosa, sono sempre in palestra, ho solo visto che lo spogliatoio è molto unito”.

Ti piace Bologna?
Fatto un giro in centro quando ero a Caserta e giocai con la Virtus”.

Come ti sembra Justin Knox?
Ottimo giocatore, ottime mani, ottimi fondamentali. Uno con quella stazza nel nostro girone non c’è”.

Candi e Ruzzier?
Mi trovo benissimo con entrambi, bravi a gestire le tante regole che hanno. I tifosi? Eccitanti, li avevo visti solo in video, pazzesco ora vivere quello che mi era stato semplicemente raccontato”.

Davide Lamma

È raro trovare un giocatore che passi così tanto tempo a lavorare, quasi devo cacciarlo dalla palestra. Vive molto la pallacanestro, la quotidianità del suo lavoro con grande disciplina”.

About The Author

Related posts