29 Luglio, 2021

Serie A 2020-21 Top & Flop
della stagione 02:
Fortitudo Bologna

Serie A 2020-21 Top & Flop <br>della stagione 02: <br>Fortitudo Bologna

La storia della Fortitudo non e’ mai stata caratterizzata dalla tranqullita’, ma la stagione appena conclusa verra’ ricordata non solo per le anomalie dovute alla pandemia, ma soprattutto per gli errori e gli infortuni che hanno portato i tifosi a dover tirare fuori tutto il cuore e la fortitudinita’ possibile per resistere all’urto. Trovare cinque top al termine di un’annata cosi e’ piuttosto difficile, ma ci proviamo.

TOP

Leonardo Tote’
Da ormai tre anni si aspettava una stagione di maturita’ per il centro di Negrar, e quest’anno non ha deluso le aspettative. Sotto la guida di coach Dalmonte ha saputo mostrare qualita’ tecniche importanti e una capacita’ di adattarsi anche a giocare come quattro. Manca ancora un po’ di continuita’ per completare un percorso di crescita che puo’ farlo diventare uno dei migliori centri del campionato.

Luca Dalmonte
In una stagione disgraziata serviva un fortitudino vero per salvare il salvabile, ha accettato l’incarico piu’ con il cuore che con la logica e ha portato per mano la squadra a una salvezza tutt’altro che scontata. Il vero TOP della stagione e’ sicuramente lui.

Stefano Comuzzo
Dopo tanti anni il maestro Comuzzo lascia la F, quello che ha dato con passione e competenza non verra’ mai dimenticato, anche in una stagione difficile come questa e’ stato un punto di riferimento per la squadra e anche per coach Dalmonte.

I tifosi
Lontani fisicamente ma sempre presenti con il cuore, hanno risposto in massa ad una campagna abbonamenti troppo frettolosa e ottimistica, ma nonostante tutto non hanno richiesto alcun rimborso, hanno teso la mano, per l’ennesima volta, ad una societa’ che adesso deve sapere rimediare alle troppe delusioni arrecate facendo tesoro dei propri errori.

La salvezza
Gli obiettivi iniziali erano ben altri, ma gli errori commessi sono stati troppi, e aver conquistato la permanenza nel massimo campionato ha una valenza enorme, con l’auspicio che la stagione 2021/22 sia di tutt’altra pasta.


FLOP

La societa’
Si e’ forse voluto fare il passo piu’ grande della gamba, ci si e’ fatti ingolosire dai nomi piuttosto che dalla logica tecnica, e si e’ confusa la collezione di figurine con la creazione di una squadra, si dice che sbagliando si impara.. i tifosi lo sperano.

Matteo Fantinelli
Al suo primo anno di Serie A aveva fatto vedere ottime cose e un miglioramento al tiro, la sospensione del campionato scorso e gli infortuni di quest’anno ne hanno pregiudicato la crescita. Forse ha bisogno di essere affiancato da un play piu’ completo, ma ci deve mettere del suo per fare quello step “professionistico” che gli manca per diventare in giocatore importante, con quel fisico non puo’ accontentarsi di fare troppe volte il compitino.

Meo Sacchetti
È arrivato alla Fortitudo quasi a sorpresa, aveva l’ingrato compito di non far rimpiangere Antimo Martino, ha fallito, senza se e senza ma. Una squadra senza idea e senza anima, e una costante impressione che il primo a non sapere dove mettere le mani fosse proprio lui, quello che rimane un mistero e’ quanto abbia inciso nella costruzione della squadra, perche’ dall’allenatore della nazionale ci si aspettava ben altro che un atteggiamento da spettatore non pagante.

Pietro Aradori
Con l’arrivo di coach Dalmonte sono state riviste le gerarchie e Pietro non e’ piu’ stato titolare inamovibile, ruolo che probabilmente per la Serie A attuale non gli compete piu’. Non si sta insieme a dispetto dei santi e la frattura con i tifosi dovra’ essere messa da parte sperando che Jasmin Repesa riesca ad esaltare le qualita’ realizzative dell’ala bresciana, trovandogli una collocazione tecnica piu’ chiara a beneficio di tutti.

Gli americani
Chi piu’ chi meno non sono stati all’altezza, a volte indolenti altre volte evanescenti, Banks costretto a fare troppe cose e giocare troppi minuti, Withers discontinuo (come Saunders e Hunt) e palesemente fuori ruolo, Happ eccessivamente propenso a concedere punti a qualunque avversario gli passi vicino, Fletcher inadatto alla Serie A.


Nicola Mei BasketCity.net

About The Author

Related posts