08 Dicembre, 2022

Serie B, caccia a Udine

Serie B, caccia a Udine

di Giacomo Bianchi

Una squadra dominatrice ed una squadra ancora a 0 punti. È ancora presto fare dei pronostici su quelli che saranno gli scenari futuri ma, con il passare delle giornate, la situazione nel girone B della DNB si sta pian piano delineando. Udine è, al momento, la squadra più forte del campionato, mentre Trieste sembra la vittima sacrificale per ogni avversaria. La Fortitudo ora è ottava, ma la classifica rimane comunque corta: basti pensare che, se domenica i biancoblù avessero ottenuto la vittoria, oggi sarebbero al comando del girone.

LA SQUADRA DELLA SETTIMANA – Udine, domenica, ha fatto vedere a tutti di essere la più forte del torneo. Nella gara contro la Fortitudo ha dimostrato di essere una squadra vera: mai disposta a mollare nel momento di difficoltà, sempre concentrata sulla gara e pronta a schiacciare gli avversari sfruttando le loro debolezze e i loro cali. E due uomini come Zampolli e Zacchetti, per quanto abbiano storie e passati diversi, possono essere considerati dei veri e propri outsider per questa categoria.

LA SORPRESA – In un campionato dove non è facile conoscere le avversarie se non tramite i dati statistici, salta agli occhi il campionato che sta facendo la PIENNE BASKET. Partita con due sconfitte, la squadra di Pordenone si è prepotentemente rialzata, infilando cinque vittorie consecutive che l’hanno catapultata al secondo posto. Dopo la sorprendente stagione dello scorso anno, nella quale furono eliminati ai playoff dalla poi promossa Legnano, i friulani vogliono ripetersi e fare nuovamente un campionato di vertice. Fino ad ora, stanno riuscendo nel loro intento.

LA DELUSIONE – Troppo facile dire la Fortitudo, per storia, notorietà e roster. Al di là della sconfitta di domenica contro Udine, i biancoblù non stanno facendo vedere quanto da loro ci si aspettava ad inizio stagione: squadra forte e costruita con il chiaro intento di vincere il campionato, dopo 7 partite ha un record di 4 vinte e 3 perse. Non ha senso dare ora dei giudizi, ma è anche giusto sottolineare come l’avvio non sia all’altezza delle parole estive.

MVP DI GIORNATA – L’Urania Milano espugna il campo di una Desio in grande difficoltà, con 15 punti di scarto. Mattatore della giornata è sicuramente Andrea Paleari che chiude con 26 punti, 8 rimbalzi e 3/3 da tre in 30′ di utilizzo. Numeri non da poco per un giocatore di 202cm che è anche il miglior rimbalzista della lega (12.2 di media a partita).

LA FORTITUDO – Ottavo posto in classifica, ma l’idea che ci sia qualcosa che non giri a dovere. Dopo tre vittorie consecutive, i biancoblù avevano domenica la possibilità di diventare protagonisti del girone battendo la capolista e prendendosi la vetta. Così non è stato e si è tornati con i piedi per terra. Servirà rialzarsi e ripartire già domenica, nella trasferta ad Arzignano, contro una TFL che ha solo 4 punti in classifica. Intanto la società ha comunicato il posticipo della gara contro la Friuladria Pordenone, inizialmente in programma per sabato 29 novembre 2014 alle 20,30 è stata spostata a domenica 30 novembre alle 18:00 sempre al Paladozza.

LA CLASSIFICA – Udine 12, Cento, Pordenone, Milano Orzi Bakset 10, Lugo, Fortitudo, Urania Milano, Montichiari 8, Lecco 6, Arzignano, Bergamo, Costa Volpino e Crema 4, Desio 2, Trieste 0.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright BasketCity

Related posts