18 Giugno, 2024

Treviso, Stefano Pillastrini post match Fortitudo

Treviso, Stefano Pillastrini post match Fortitudo
Photo Credit To www.trevisobasket.it - photo D4 Image

Le parole di coach Stefano Pillastrini nel post partita che ha visto la De’ Longhi Treviso vincere contro la Kontatto Fortitudo Bologna col risultato di 75-63 in un PalaVerde sold out nella quarta giornata del campionato di basket della Citroën Serie A2 della Lega Nazionale Pallacanestro (stagione 2016-2017).

L’infortunio di Negri?
Non lo so, credo gli sia uscita la spalla, spero proprio non si sia fatto male seriamente… però non voglio pensare alle negatività. Oggi abbiamo avuto un Ancellotti dominatore: se abbiamo potuto fare questa difesa è perché avevamo un totem che proteggeva sotto canestro. 4 stoppate sono assolutamente bugiarde, perché in realtà ha deviato un sacco di tiri e molto altro. Qualche volta è stato criticato, anche da me, ma è sulla buona strada e se possiamo sognare in grande dipende dalle sue prestazioni. Deve migliorare i tiri da sotto, ma la presenza sotto canestro che ha avuto oggi deve rimanere un a costante. DeCosey ha fatto una partita insospettabile; avevo paura della difesa contro Roberts, ma mi ha sorpreso difendendo in modo consistente, dando anche il suo contributo in attacco. Il pubblico è davvero straordinario, perché non fischia i giocatori ma li sostiene a prescindere e questo li aiuta a crescere. Per il resto, ho visto una partita consistente. So bene che la Fortitudo sarà più forte di quella vista oggi, noi dovremo migliorare, anche perché l’impatto con la partita non è stato soddisfacente. Abbiamo enormi margini di crescita”.

Avevi detto: “Dopo la partita ne saprò di più”. Cosa hai imparato?
Che abbiamo un’ottima consistenza mentale, siamo sulla buona strada. Queste partite vanno preparate sul piano tecnico-tattico, perché la motivazione è già a 1000. La loro pressione ci ha dato meno fastidio rispetto ad altre volte, abbiamo dominato a rimbalzo, ma soprattutto siamo rimasti sempre concentrati al massimo”.

Fonte: Ufficio Stampa Treviso Basket (www.trevisobasket.it)

 

About The Author

Related posts