29 Febbraio, 2024

Che Virtus:
Bisceglie superato 77-74

Che Virtus: <br>Bisceglie superato 77-74

Partita vietata ai deboli di cuore, soprattutto dopo il terzo quarto quando gli otto punti della Virtus Imola potevano rovinare una grande prestazione: invece, il 77-74 finale rilancia le ambizioni dei gialloneri in casa dei Lions Bisceglie, facendo esultare alla prima da capo allenatore di Mauro Zappi.


Il coach sceglie i play Balciunas e Barattini, con le ali Alberti e Chiappelli, mentre Ohenhen veste i panni del pivot.

Prima altalena del match, nei primi minuti, per i gialloneri: vanno in svantaggio con il minimo possesso, poi mettono il muso davanti e, con i minuti che passano, Bisceglie prova ad accelerare sul +6 (12-6). Una distanza che viene completamente masticata dai ragazzi di Zappi, trascinati da Barattini e dalla tripla di Magagnoli (13-13), con i padroni di casa pugliesi poi capaci ad allungare prima della sirena: 21-17, con nuovamente Magagnoli (7 punti personali nel periodo iniziale), giocatore clou a fissare un -4 ormai allo scadere.

La rincorsa prosegue anche nel secondo tempo: Bisceglie sembra averne di più, portandosi anche sul 27-23, ma il successivo parziale di 6-0 dei gialloneri – culminato dalla tripla di Masciarelli – dà il semaforo verde per uno scontro punto a punto. Chiti e, proprio, Masciarelli sono i primi giocatori delle rispettive formazioni ad abbattere il muro della doppia cifra: a poco meno di 2’ dal rientro negli spogliatoi, i due liberi di Barattini firmano il 38-38, in una partita in cui le difese, sui rimbalzi, sono pressoché perfette. Ad avere l’ultima, momentanea, parola è la Virtus: la percussione di Morara vale il +2 (40-42) al suono della sirena, per un totale di ben 25 punti in 10’.
Solamente nel finale di frazione Bisceglie prova ad accelerare, grazie allo sfruttamento del raggiungimento di bonus da parte della Virtus Imola: Cepic segna i liberi del 55-49, risultato che si schioda solamente quando a Ouandie viene fischiato un fallo tecnico, che manda Balciunas dal libero del -5 che infuoca l’ultimo quarto.

Il parziale di 4-0 dopo 2’ accorcia ancora lo svantaggio, ma la freccia del sorpasso verrà scoccata nel momento più importante: 71-73 a 1’25” dalla fine, dopo la testa sempre mantenuta da Bisceglie. Nel finale, la gestione palla giallonera è perfetta: Barattini è glaciale dai liberi (4/4) con la tripla di Cepic a far spaventare gli ospiti. Ma, poco prima del suono della sirena, la difesa imolese si rivela imperforabile, con il suono della sirena liberatorio per giocatori e staff, uniti in un unico abbraccio.

Prossimo appuntamento mercoledì 6 dicembre in casa contro General Contractor Jesi.


Lions Bisceglie-Virtus Neupharma Imola 74-77
(21-17; 40-42: 59-50)
Lions Bisceglie: Chessari 3, Turin, Dip 15, Ragusa, Cepic 16, Saladini 11, Guadagno n.e., Maralossou 5, Abati Toure 1, Chiti 15, Lanotte n.e., Ouandie 8. Coach: Fabbri.
Virtus Neupharma Imola: Masciarelli 22, Dalpozzo, Aglio 4, Morara 4, Magagnoli 12, Morina, Chiappelli 2, Alberti 6, Barattini 15, Balciunas 4, Ohenhen 8, Vannini. Coach: Zappi.
Arbitri: Giovagnini di Torino e Turello di Rivalta di Torino (TO)
Note: 1Q 21-17; 2Q 19-25; 3Q 15-8; 4Q 19-27


Post source : Enrico BonzaniniArea Comunicazione - Virtus Neupharma Imola (www.virtusimola.it)

About The Author

Related posts