07 Ottobre, 2022

Virtus Imola, la presentazione del derby di domenica

Virtus Imola, la presentazione del derby di domenica

Storicamente, ad Imola quando si parla di “derby” la mente di tutti gli sportivi non può che andare alla sfida di basket tra Virtus e Andrea Costa. E questo, nonostante tale partita non si disputi da ben 35 anni.

E in città si respira da qualche settimana quell’aria frizzantina da grande appuntamento con la storia. Anche se, ovviamente, non si può parlare di grande evento, in quanto solo i due derby di campionato avranno quella risonanza.
Ma tant’è, i 32esimi di Supercoppa LNP 2022 Old Wild West metteranno di fronte proprio le prime due squadre di Imola in una secca, senza ritorno. Con la sfida contro la vincente di Ozzano-Fiorenzuola sullo sfondo, per i 16esimi di finale, in programma mercoledì 14 settembre (la Virtus giocherebbe ancora in trasferta).

  1. Lo stato della Virtus Imola


    Lo staff tecnico giallonero sta facendo lavorare intensamente la squadra sia dal punto di vista atletico con doppie sedute (praticamente) quotidiane di allenamenti che da quello tecnico, con approfondimenti durante riunioni video sia di gruppo che individuali.
    La stagione ufficiale è alle porte e l’appuntamento di Supercoppa contro l’Andrea Costa ne è un gustosissimo antipasto.
    Gli ultimi allenamenti e lo scrimmage stravinto contro Bologna Basket consegnano a coach Regazzi un gruppo che sta crescendo a vista d’occhio sia in amalgama che in condizione fisica. Purtroppo non sarà in campo sicuramente Alessandro Alberti che è in attesa degli esiti diagnostici relativi all’infortunio al ginocchio.
    E di turno in campo, da una parte Marco Morara e lo stesso Alberti, dall’altra Nunzio Corcelli, indimenticato dai tifosi gialloneri.


  2. Coach Marco Regazzi


    Bisogna fare una lunga serie di cose in questo periodo, per poi dare il massimo in campionato, un po’ come se fossimo ai primi giorni di scuola. C’è voglia di stare insieme, di crescere insieme, di faticare insieme. Io pretendo sempre qualcosa in più, a volte anche troppo, ma la squadra sta lavorando in maniera positiva, condividendo un sistema di gioco che dovremo attuare in stagione. Il derby di domenica è una partita di Supercoppa che seppur meno importante dal punto di vista di classifica, a livello di mentalità sarà molto utile. Ci sarà un contorno sicuramente che tanti di noi non hanno mai visto. E’ un’attesa forse esagerata rispetto al reale valore della partita in sè, ma d’altra parte erano 35 anni che mancava sul parquet di Imola. E sarà un derby che anticipa quello che saranno le vere partite e le emozioni del campionato. Sono emozionato per questa partita, perchè essendo di Imola ed essendo uno di quelli che li ha giocati quei derby, potrò rivivere sensazioni antiche”.


  3. I nostri avversari


    La formazione di coach Federico Grandi, ex di Ozzano ed uno dei migliori tecnici della categoria, è particolarmente fisica ed esperta con importanti obiettivi dichiarati già in estate e che dovrà confermare i livelli della stagione 2021/2022. Diverse le soluzioni tattiche, sia in attacco che in difesa, a disposizione dei biancorossi che potranno “mettere” in campo, in tanti momenti, un’esperienza che potrà fare la differenza.
    Dal punto di vista tecnico, i giocatori chiave del team biancorosso sono senza dubbio il play/guardia Luca Montanari e l’ala forte Alex Ranuzzi, cavallo di ritorno in maglia Andrea Costa. Montanari è un regista con tanti punti nelle mani che sa e vuole gestire tanti possessi in attacco e che, in carriera, tutte le squadre in cui ha militato si sono sempre “aggrappate” alle sue qualità di leadership nei momenti decisivi della partita. Per Ranuzzi parla la carriera, che registra tanti anni da protagonista e top player in serie B: è un atleta fisico che può fare la differenza in diversi ruoli e che, in questa categoria, sposta gli equilibri.
    Tra i nuovi arrivi, da segnalare Pietro Agostini, pivot classe 1999, che arriva dai circa 8 punti di media in B a Molfetta nell’ultima stagione. Federico Tognacci e Lorenzo Restelli dovrebbero completare lo starting five, nelle gerarchie stagionali. Non vanno trascurati, poi, Nunzio Corcelli e Carlo Trentin che compongono l’ossatura forte ed il “trait d’union” con la squadra dello scorso anno.
    In generale il roster dell’Andrea Costa è certamente un buon mix tra esperienza e gioventù, basti pensare ad un elemento come il play (figlio d’arte) Luca Fazzi che, nonostante la giovane età, ha già ampiamente dimostrato di poter stare in campo a questi livelli, dimostrandosi un cambio solido su cui la squadra può contare. Senza dimenticare Tommaso Marangoni, un’ala tutta da scoprire su questi palcoscenici, ma che ha già dimostrato, negli ultimi anni, un potenziale importante. Purtroppo un infortunio terrà lontano dal campo il giovane centro bolognese Matteo Barbieri.


  4. Roster Andrea Costa 2022


    0 Restelli Lorenzo Ala
    4 Roli Samuel Play
    5 Fazzi Luca Play
    7 Agostini Pietro Pivot
    9 Barbieri Matteo Pivot
    11 Ranuzzi Alex Ala
    12 Corcelli Nunzio Guardia
    14 Marangoni Tommaso Ala
    15 Spagnoli Federico Ala
    27 Tognacci Federico Guardia
    32 Montanari Luca Play/Guardia
    33 Trentin Carlo Ala


    All: Grandi Federico
    Ass: Dirella Carlo



Fonte:  Ufficio Stampa Virtus Spes Vis Pallcanestro Imola (www.virtusspesvis.it)

About The Author

Related posts