30 Settembre, 2022

Fortitudo sconfitta in casa contro Verona

Fortitudo sconfitta in casa contro Verona
Photo Credit To Fabio Pozzati / Iguana Press / Fortitudo Pallacanestro Bologna

Passo falso Fortitudo alla “prima” in casa in un PalaDozza completamente pieno in ogni ordine di posto coi suoi 4.800 abbonati. I ragazzi di coach Boniciolli escono sconfitti contro una Verona che si è dimostrata veramente una squadra quadrata che si è giocata la partita con le stesse armi messe in campo dalla Fortitudo e cioè intensità difensiva e buoni tiri. Da parte sua la Effe soprattutto nelle fasi iniziali è parsa imballata e fare molta fatica a trovare la strada giusta per andare a canestro, la difesa schierata di Verona ha messo in crisi i ragazzi di coach Boniciolli, gli scaligeri non concedono niente anche sotto canestro e tirano con una percentuale del 67,9% contro il 31% dei biancoblù, questo almeno alla fine del secondo periodo.

È questo bene o male il verdetto che porta a riposo le due squadre sul risultato di 26-52 a favore degli ospiti, cosa che fa pensare visto che i 52 punti subìti dalla Effe in un tempo sono un’enormità pensando al tipo di gioco che vuole coach Boniciolli. Oltre alla difesa, alla Fortitudo nei primi due periodi mancano punti in attacco: i 7 punti di Mancinelli (miglior marcatore biancoblù) i 4 di Raucci, i 3 di Candi, Roberts e Campogrande e i 2 di Knox sono troppo pochi, troppo poco soprattutto pensando che Verona coi soli due americani Robinson (19) e Frazier (7) ha realizzato gli stessi punti (26) di tutta la Fortitudo.

Al rientro in campo la Fortitudo pare aver cambiato faccia, trascinata da capitan Mancinelli che si carica la squadra sulle spalle piazza insieme a Italiano un 6-0 all’inizio del periodo ma gli ospiti resistono tenendo le distanze stando sempre sul più 20. Nel giro di un minuto e mezzo la Fortitudo torna sul -18 complice anche un antisportivo fischiato a Brkic su Italiano che comunque non sfrutta fino in fondo, i biancoblù fanno vedere di esserci ma Verona risponde a canestro riportando a +20 la distanza complice il 4 fallo di Italiano che porta in lunetta Totè che sbaglia il secondo ma si guadagna il rimbalzo e l’extra possesso. Verona ha sempre dalla sua l’inerzia della partita non sbagliando praticamente niente e ribattendo punto su punto ai padroni di casa, e il periodo si chiude sul 48-69 con la Effe che continua a tirare col 35,3% mentre Verona ha abbassato un po’ la sua media tirando col 55,6%.

Nell’ultimo periodo da registrarsi il tecnico a Robinson poi prontamente cambiato da Frates, poi la paritta sostanzialmente non dice più niente, Verona si limita a gestire il vantaggio mentre ai padroni di casa riesce poco e niente, in quella che pare essere proprio la serata no per eccellenza. Il pubblico e la Fossa portano la Effe arrivare a -13 al minimo vantaggio (da metà del secondo periodo), l’incontro finisce sul 65-78 per gli ospiti, Boniciolli avrà da lavorare in settimana per cancellare l’amaro esordio dei suoi ragazzi al PalaDozza.

Kontatto Fortitudo Bologna-Tezenis Scaligera Verona 65-78
Parziali: 1/4 12-22 (12-22) – 2/4 14-30 (26-52) – 3/4 20-17 (48-69) – 4/4 17-9 (65-78)
Kontatto Fortitudo Bologna: Knox (7); Montano (7); Raucci (4); Campogrande (3); Italiano (7); Roberts (8); Candi (10); Gandini (2) Mancinelli (17); Costanzelli (n.e.); Torricelli (n.e.); Santini (n.e.). All. Boniciolli.
Tezenis Scaligera Verona: Birkic (8); Guglielmi (n.e.); Portannese (9); Frazier II (27); Basile (3); Fall (0); Robinson (12); Boscagin (4); Rovatti (n.e.); Diliegro (8); Totè (7). All. Frates.
Tiri dal campo: Bologna 16/37 da due – 6/27 da tre, Verona 19/35 da due – 7/22.
Tiri liberi: Bologna 15/17, Verona 19/23.
Rimbalzi: Bologna 35 (12 off.), Verona 40 (10 off.).
Assist: Bologna 15, Verona 13.
Palle recuperate: Bologna 5, Verona 4.
Palle perse: Bologna 10, Verona 12.
Falli subiti: Bologna 22, Verona 24.
Arbitri: Nicolini, Giovannetti, Pecorella.

About The Author

Related posts