26 Novembre, 2022

La Net Service SG Fortitudo nel segno della continuità

La Net Service SG Fortitudo nel segno della continuità

Dopo essersi resa protagonista di una stagione esaltante e a dir poco sorprendente, conclusasi in gara -2 di semifinale contro Basket Ferrara, la Net Service è pronta a ripartire al meglio per affrontare il campionato di Serie C Gold 2022/2023 con tante nuove ambizioni e l’obiettivo di riconfermarsi ad alti livelli.

È tutto pronto per il match casalingo di apertura, nel quale la Net Service SG Fortitudo riceverà la neopromossa C.M.P. Global Basket. Aspettiamo tutti i tifosi sabato 1 ottobre presso la Palestra Alutto di Via dell’Arcoveggio 37/4 per sostenere i nostri ragazzi. Palla a due alle ore 18: accorrete numerosi e fate sentire il vostro calore! Noi siamo carichi per questa emozionante stagione e voi?

Al seguente link il calendario ufficiale con tutti gli appuntamenti per seguire i biancoblu e i loro risultati nel corso della stagione regolare (https://www.fip.it/emiliaromagna/Campionati.asp?IDRegione=EM&com=REM&sesso=M).

SI RIPARTE DALLA PANCHINA

La prima conferma arriva dalla panchina: sarà ancora coach Andrea Mondini a guidare la compagine bolognese. Artefice di una cavalcata memorabile al di sopra di ogni aspettativa, avendo condotto la squadra al terzo posto in stagione regolare e alla semifinale playoff, coach Mondini è il primo fondamentale tassello che darà continuità all’ottimo lavoro svolto.

Due sono le novità importanti. La prima riguarda il ruolo di vice-allenatore: coach Marco Catrambone lascia il posto da primo assistente a coach Federico Ceciliani, che siederà quindi al fianco di coach Mondini; la seconda, invece, coincide con il nome di Alan Rimondi, che sarà il nuovo preparatore atletico.

ANCORA SPAZIO E FIDUCIA AI GIOVANI

Tommaso Ranieri, centro classe 2001, nel percorso giovanile si è diviso tra Fortitudo 103 Academy e SG Fortitudo, di cui vestirà i colori per il sesto anno consecutivo. Giocatore solido sotto canestro e dotato di una buona mobilità, utile per aprire il campo in attacco e per limitare sui cambi in difesa gli esterni avversari. Da parte sua ci si aspetta un salto di qualità, in particolare nel gioco spalle a canestro e al tiro da fuori. Il numero 17, nelle 22 partite disputate la scorsa stagione, ha prodotto 7.6 punti di media con il 46% da due e un notevole 86% ai liberi (50/58), insieme ai 3.5 rimbalzi catturati. La sua miglior prestazione è arrivata nel successo contro Montecchio, in cui ha realizzato un season high da 23 punti, a cui si erano aggiunti anche 5 rimbalzi e 11 falli subiti.

C’è una seconda conferma nel reparto lunghi, quella di Lorenzo Battilani. Il giovanissimo centro nato nel 2002, scuola Virtus Bologna prima e Fortitudo 103 Academy dopo, è pronto a vivere la sua seconda stagione in maglia biancoblu. Provenendo dall’Atletico Borgo Panigale con cui ha disputato la serie C Silver, inizialmente ha avuto qualche difficoltà, ma nel prosieguo del campionato è riuscito ad acquisire fiducia e a ritagliarsi spazio e minuti, diventando una pedina importante nella scacchiera di coach Mondini. Ragazzo dagli ampi margini di miglioramento, considerate le notevoli doti fisiche, porta in campo atletismo ed energia: gran saltatore e buon difensore, dovrà riuscire ad essere più concreto in fase offensiva, costruendo un tiro pericoloso ed affidabile. Tra regular season e playoff ha tenuto una media di 4.2 punti conditi da 3.4 rimbalzi in 24 partite.

Arrivano conferme anche tra gli esterni, la prima è di Federico Cinti. Giovane 2001 dal grande potenziale, è cresciuto nel settore giovanile della Fortitudo 103 Academy e ha avuto due importanti esperienze in Serie A2: la prima nella Fortitudo Bologna di coach Antimo Martino promossa in Serie A, mentre la seconda con la Pallacanestro Forlì 2.015. Nella scorsa annata, invece, in maglia SG ha prodotto 4 punti e 2.1 rimbalzi ad allacciata di scarpa insieme alle 1.2 palle recuperate, specialità della casa. Difensore instancabile, sempre sulle piste del miglior attaccante avversario, ha saputo mettere in difficoltà chiunque, tanto da diventare il faro della difesa di coach Mondini. Il numero 14 dovrà migliorare molto le sue percentuali al tiro per rendersi ancor più pericoloso in zona offensiva e poter così diventare un fattore su entrambi i lati del campo.

La seconda fa il nome di Luca Degli Esposti Castori, guardia classe 1999. Ragazzo molto promettente, passato per le giovanili della BSL San Lazzaro e per quelle della Pallacanestro Reggiana, con cui ha fatto il suo esordio in Serie A nella stagione 2015/2016. Due anni più tardi approda alla BMR Basket 2000 Reggio Emilia in Serie B per poi trasferirsi a metà campionato al Guelfo Basket in C Gold, categoria in cui la sua avventura continua subito dopo alla BSL San Lazzaro, poi in quel di Montecchio e infine alla Pallacanestro Molinella, prima di unirsi ai biancoblu di Via San Felice 103. Con la Net Service il numero 20 ha vissuto la passata stagione come rampa di lancio, mettendo insieme buoni numeri: 7.2 punti di media con il 72% dalla lunetta, il 39% da due e un discreto ma migliorabile 27% dalla lunga distanza (23/86), aggiungendo anche 2.2 rimbalzi, 1 palla recuperata e 1 assist nelle 24 partite giocate. Prova degna di nota quella arrivata in gara -1 di semifinale contro Basket Ferrara, nella quale ha fatto registrare 19 punti (3/5 da due e 4/5 da tre) insieme a 3 rimbalzi, 3 palle rubate e 4 falli subiti. Tiratore dotato di un’ottima tecnica, ma anche buon penetratore e buon difensore, quindi molto versatile: il prossimo sarà per lui l’anno giusto per mettersi in mostra e giocare da vero protagonista.

Anche l’ala Luigi Zinelli farà parte della formazione dalla Effe scudata per il sesto anno di fila. Prodotto del settore giovanile SG, con un trascorso anche in Fortitudo 103 Academy, ha proseguito la sua carriera tra i senior in maglia biancoblu in C Silver, centrando la promozione al quarto anno. Alla sua prima esperienza in C Gold ha realizzato quasi 6 punti a partita tirando con il 42% da due e poco meno del 30% da oltre l’arco (20/69), aggiungendoci anche 2.1 rimbalzi e 1.2 palle recuperate di media nei 14 match disputati. Il tiratore classe ’99, infatti, ha patito un infortunio al piede che l’ha costretto fuori dal campo da metà marzo, privando purtroppo coach Mondini della sua pericolosità dai 6.75 nella parte conclusiva della stagione. Nella vittoria esterna contro Montecchio la sua miglior performance stagionale, fatta di 16 punti (4/5 da due, 2/5 da tre e 2/2 ai liberi), 2 rimbalzi e 4 palle rubate. Sarà molto importante il suo completo recupero fisico in vista di ottobre, in modo tale da iniziare al meglio il nuovo campionato e poter avere un ruolo di spicco negli ingranaggi della squadra.

Una riconferma dal grande valore è sicuramente quella di Aaron Lalanne, guardia/ala nata nel 1995. Tiratore cresciuto negli Stars Bologna, poi passato ai New Flying Balls Ozzano con cui da under ha vinto un campionato di C Gold. A seguire si è confermato “uomo promozione”, conquistando il campionato di C Silver prima con l’Olimpia Castello nella stagione 2018/2019 e poi con la SG Fortitudo nell’annata 2020/2021. La scorsa stagione ha dovuto fermarsi per motivi di studio e di lavoro, ma ha continuato comunque ad allenarsi con la squadra. Questo sarà il suo terzo anno consecutivo in biancoblu, tanto che ormai si può definire parte del gruppo storico. La sua esperienza sarà sicuramente un’arma da saper sfruttare nei momenti più opportuni e anche un punto di riferimento per i più giovani.

L’ennesima, importantissima, conferma è quella di Ilario Tosini, guardia ventiquattrenne, anche lui prodotto del florido settore giovanile fortitudino. Dopo aver esordito nel mondo senior in Serie D con il San Mamolo Bologna, il classe ’98 ha fatto ritorno alla SG Fortitudo con cui è prossimo intraprendere la sesta stagione consecutiva. In maglia biancoblu Tosini ha disputato quattro campionati di C Silver, ottenendo nella stagione 2020/2021 la promozione in C Gold, categoria in cui, alla sua prima esperienza, ha totalizzato numeri di tutto rispetto: 9.8 i punti a partita, frutto del 75% dalla lunetta e del 50% da due, insieme alle 1.2 palle recuperate, ai 3.8 rimbalzi e ai 2 assist distribuiti, per un totale di 9.8 di valutazione media nelle 20 apparizioni stagionali. Attaccante puro, è stato uno dei pilastri offensivi su cui poter fare affidamento nei momenti di difficoltà, grazie alle sue penetrazioni ha creato molte situazioni vantaggiose e grazie al suo classico palleggio, arresto e tiro ha tolto parecchie volte le castagne dal fuoco. Memorabile la sua gara contro Molinella, quando l’inarrestabile numero 10 si caricò la squadra sulle spalle, portandola alla vittoria: per lui furono 26 punti (5/8 ai liberi, 9/14 da due e 1/2 da tre) conditi da 8 rimbalzi, 3 assist e 5 falli subiti. Se il tiro dal mid-range dal palleggio è il suo marchio di fabbrica, non si può dire altrettanto del tiro da oltre l’arco. Le sue percentuali, infatti, non sono esaltanti, motivo per cui dovrà lavorarci sopra per migliorare e potersi così rendere ancora più pericoloso, anche con i piedi dietro la linea dei tre punti.

Anche l’ala Giorgio Pederzoli vestirà la maglia con l’aquila sul petto per un altro anno. Scuola Fortitudo 103 Academy, ha fatto il suo esordio tra i senior in Serie D con il Veni Basket San Pietro, per poi approdare in C Silver alla SG Fortitudo, con in mezzo anche una parentesi in Serie A2 con la Fortitudo Bologna, prima di centrare la promozione in C Gold con la Casa Madre. Nella scorsa stagione il classe ’97 ha contribuito all’eccellente stagione grazie ai suoi 7.2 punti di media con il 71% ai liberi e il 47% da due, diventando il secondo miglior rimbalzista in squadra con 4.6 palloni catturati sotto le plance, di cui 1.6 offensivi, essendo il miglior stoppatore di squadra con 0.5 stoppate a partita e aggiungendoci anche 1 palla recuperata e 1.1 assist in 24 presenze. Per il numero 15 performance degna di nota quella arrivata sul campo di Castelnovo, in cui, con 20 punti (11/12 dalla lunetta, 3/6 da due e 1/2 da tre) insieme a 9 rimbalzi e 3 assist, ha guidato i suoi alla vittoria. Giocatore di sistema che ha nella bidimensionalità una caratteristica fondamentale per il basket moderno, può giocare da interno ma anche da esterno in quintetti alti, possiede doti da buon intimidatore e porta fisicità ed esplosività. Sarà per lui importante trovare continuità nel tiro da oltre l’arco per aprire il campo e sapersi prendere le proprie responsabilità offensive, continuando a dare il proprio apporto al reparto lunghi sia a rimbalzo che nella protezione del canestro.

Una conferma tanto attesa quanto gradita quella di Simone Balducci. Ragazzo classe 2001, cresciuto cestisticamente con l’aquila sul petto, nel percorso giovanile si è diviso tra Fortitudo 103 Academy e SG Fortitudo, con la quale ha esordito tra i senior in C Silver e con cui è ora pronto ad affrontare la sua quinta stagione consecutiva. Giovanissimo ma già dotato di grande personalità, carisma e leadership, il play bolognese dallo scorso anno ricopre anche il ruolo di capitano. Uomo di fiducia di coach Mondini, ragazzo dalle spiccate doti difensive, bravo a dettare i ritmi nelle situazioni offensive dando spesso spinta e velocità all’azione e capace di prendersi le proprie responsabilità nei momenti di necessità. Nella passata annata, la sua prima in C Gold, in maglia SG ha prodotto ottimi numeri, tra cui 7.4 punti a partita grazie al 73% ai tiri liberi, al 53% da due e al 25% da oltre l’arco, insieme a 2.1 rimbalzi, a 2.3 assist e alle 2.2 palle recuperate, il migliore per distacco in squadra, per un 7.3 di valutazione media nei 18 match disputati. Nella vittoria sulla Fulgor Fidenza la sua miglior prestazione, fatta di 17 punti (4/7 ai liberi, 5/6 da due, 1/5 da tre) con anche 2 palle recuperate, 2 rimbalzi, 5 assist e 6 falli subiti.

Tanta grinta e un cuore immenso, spirito di sacrificio e impegno messi in campo fino all’ultima goccia di sudore: queste le migliori caratteristiche del numero 4 biancoblu che ha il proprio futuro tra le mani e ha tutti i mezzi per fare bene come assoluto protagonista in questa sua seconda stagione in categoria, ma anche mettendosi alla prova a livelli più alti, dato che verrà aggregato ad alcuni allenamenti della Benedetto Cento, militante in Serie A2.

I NUOVI INNESTI: DUE GIOVANI DI PROSPETTIVA

Anche in questa stagione la Net Service ha voluto dare continuità al suo progetto incentrato sui giovani e si è aggiudicata le prestazioni sportive di Vittorio Zedda. Per il giovanissimo classe 2004, proveniente dal settore giovanile della Fortitudo 103 Academy, questa sarà già la seconda esperienza tra i senior, dopo aver fatto parte del roster della Fortitudo Bologna e aver esordito anche Serie A. Anche questa stagione il play bolognese vestirà la maglia biancoblu con l’aquila e la F scudata, ma sarà protagonista in Serie C Gold, dove troverà sicuramente tutti i presupposti per migliorare e crescere sotto ogni punto di vista, avendo anche più spazio e possibilità di esprimere il suo potenziale. Molta fiducia in lui, che dovrà portare personalità in cabina di regia, unendo anche freschezza e tanta intensità in uscita dalla panchina.

Altra novità per rimanere in tema con la linea “green” intrapresa dalla società è l’innesto del forlivese Pietro Serra. Ragazzo classe 2003, prodotto del settore giovanile della Pallacanestro Forlì 2.015, può ricoprire sia il ruolo di ala forte che quello di centro. Nella passata stagione, grazie al doppio tesseramento, ha potuto giocare nella categoria Under 19 Eccellenza con la maglia della Pallacanestro Forlì e ha avuto anche un’esperienza in C Silver con la maglia della Gaetano Scirea Bertinoro. Acquisto cercato e voluto, che può dare maggiore solidità al reparto lunghi, allungando anche rotazioni e opzioni a disposizione di coach Mondini, ma specialmente un’aggiunta mirata con lo sguardo rivolto al futuro. La Net Service decide quindi di puntare sulla prospettiva di un importante miglioramento di questi giovani ragazzi, che ha ora hanno una grande opportunità per mettersi in luce.


Fonte: Martino Pagnone Ufficio stampa SG Fortitudo (www.sgfortitudo.it)

About The Author

Related posts