17 Luglio, 2024

Assemblea Fondazione, tutto come da programma

Assemblea Fondazione, tutto come da programma
Photo Credit To Roberto Serra / Iguana Press / Virtus Bologna

Si è svolta ieri sera l’Assemblea della Fondazione Virtus che, come da programmi e come era prevedibile, ha approvato il cambio dello statuto. Si cambia quindi, se fino a ieri dopo la cifra versata per entrare i Soci non avevano un obbligo formale a fare altri versamenti e non si aveva nemmeno la possibilità di uscire, come scrive Luca Aquino su “Corriere di Bologna” oggi resterà all’interno della Fondazione solamente chi garantirà la copertura di eventuali buchi di bilancio, proporzionalmente alle proprie quote.

Il Consiglio di Indirizzo aggiornerà poi con cadenza trimestrale i Soci sullo stato economico in cui versa la società chiedendo nel caso un’esborso per far fronte lalle necessità. Come scrive su “Il Corriere dello Sport-Stadio” Luca Muleo, c’è l’intenzione inoltre di introdurre la possibilità per lo stesso Consiglio di Indirizzo di chiedere la decadenza dei Soci inattivi che non hanno intenzione di partecipare alla vita societaria, cosa che porterà a un’uscita di Soci consistente, lasciando così la Fondazione sulla metà dei rappresentanti rispetto alla situazione precedente.

L’Assemblea di ieri, come da previsto, ha visto il passo indietro di Pietro Basciano dalla carica di Presidente. Le sue dimissioni evitano eventuali conflitti di interesse sia con la sua carica di presidenza nella Lega Nazionale Pallacanestro che e come proprietario di Trapani, Basciano farà comunque da traghettatore fino all’insediamento del sostituto.

Non solo Fondazione

Per quel che riguarda la Virtus Pallacanestro si è parlato della campagna abbonamenti che potrebbe partire presumibilmente nel giro di una decina di giorni a roster completo, poco prima del raduno fissato subito dopo Ferragosto mentre per quel che riguarda il discorso sponsor si è sempre più vicini all’annuncio della Segafredo di Massimo Zanetti.

About The Author

Related posts