20 Maggio, 2022

Bella Fortitudo ma la spunta la Virtus

Bella Fortitudo ma la spunta la Virtus
Photo Credit To Matteo Marchi / Massimo Ceretti / Ciamillo-Castoria / Virtus Pallacanestro Bologna

Il derby 102, vibrante e tirato, è Virtus, ma che fatica. Non basta un +13 in avvio ultima frazione quando tutto pareva scritto, la reazione Fortitudo è stato prorompente mentre in casa Virtus la testa forse correva già alla partita di mercoledì con Ljubljana. E’ servita l’esperienza di Hackett per reggere il finale nonostante difficoltà inattese, son mancate alcune sicurezze come Weems e Teodosic, lampi a tratti di Alibegovic e Sampson (dopo una avvio tremendo).

Dopo 40’ di statistiche molto simili, sono piccole cose a far la differenza, la difesa e l’energia di Cordinier (decisivo nel contendere ultimo rimbalzo offensivo), le poche perse (1 sola negli ultimi 10’), reggendo più di testa che di tecnica, mentre la Kigili esce battuta ma non sconfitta, peccato però che la necessità di fare punti mal si coniughi con questa prestazione di testa e cuore. Vien da pensare che giocando sempre così si possa risalire, determinante sarà la partita a Pesaro.

Per le V nere una vittoria per rimanere in scia a Milano, sopperendo alle molte assenze che già dalla prossima dovrebbero avere qualche rientro, in attesa di Pajola ci sarà il debutto di Shengelia, Belinelli ne avrà per 40 giorni, ma sarà da rivedere Hervey (accennato qualcosa al termine da parte ddi Scariolo).

Il derby rimane il derby, contano poco la differenza in classifica o i roster, un grande spettacolo per tutto il basket italiano, regalando emozioni ma anche tecnica e tattica, con zone adattate che hanno lasciato il segno.


C’è Hackett in quintetto a fianco di Teo con Jaiteh in centro per Scariolo, Martino conferma Procida tenendo i rientranti di rincorsa. L’ex Cantù parte alla grande tirando dritto da fuori, l’ex CSKA va spalle a canestro ribattendo ogni colpo mentre Jaiteh cade in qualche fallo di troppo. Medie al tiro buone, difesa rivedibile, Effe che predilige sparare da lontano (3/9) anche per la chiusura dell’area da parte Segafredo, con 2 difesa buone a fila V nere (leggi Weems) c’è il +6, sprecando pure sull’ultima azione.

Difesa di nuovo non irreprensibile, mentre la zona biancoblù qualche problema lo crea causa anche centri non reattivi (Jaiteh dopo i primi 2 falli in 5’ tenuto a sedere per tutto il 1° tempo) e poca pazienza costruttiva, passata metà frazione Frazier firma il pareggio. Il rientro di Hackett e le triple di Hervey dicono +8, i danni di Sampson aiutano la Kigili a restare in partita, Procida ritrova la mira per il -1, ma l’asse Teo-Weems manda la partita alla pausa lunga sul +3 Virtus. Effe efficace andando al ferro (70%), V nere in vatanggio a rimbalzo concedendo troppi giri in lunetti (ben 13), Procida in doppia cifra come Hackett e Hervey.

Procida schiacciando sorpassa, la Virtus sparacchia da 3, ma pure la Effe con l’inerzia a favore spreca facili occasioni per provare a metter la freccia. Le urla di Scariolo portano benefici in difesa, da lì la ripartenza dei suoi al +7. Kigili di nuovo a -3, ma 2 triple a file bianconere valgono il +9, massimo di serata sul finale di quarto, portato a +11 da una bella iniziativa di Mannion per Sampson, fin lì dannoso. Calano le medie dei padroni di casa (2/11 da 2) nella frazione,i 14 segnati portano errori banali ma anche sprazzi di difesa intensa, in primis il solito Cordinier.

Servito a dovere Sampson schiaccia più volte a fila, il +13 illude ma non chiude perché dall’arco la Kigili rivede la luce giocando con un quintetto di tutti tiratori. Benzing ispirato dice -2 con attacco Virtus in bambola, è Hackett a prendersi le responsabilità trovando il +5 entrando negli ultimi 2’. Frazier ai liberi firma il -3, Benzing dopo errori assortiti il -1 a 18”, ultima palla Virtus in uscita dalla sospensione. Fallo immediato su Weems, che sbaglia entrambi i liberi, la palla resta Virtus nella lotta a rimbalzo. Ora fallo su Mannion, 2/2 e +3, sospensione di Martino con 10” rimasti. Feldine da 9 metri ci prova ma non va, il derby + Virtus.

Prossima partita sarà mercoledì ore 20:30 in Eurocup alla Segafredo Arena con Ljubljana, diretta streaming Eleven Sports e Radio Nettuno Bologna Uno.

Il tebellino

Kigili Fortitudo Bologna-Virtus Segafredo Bologna 82-85
(19-25; 43-46; 57-68)
Fortitudo Kigili Bologna: Frazier, Manna n.e. Mancinelli n.e. Aradori 2, Durham 9, Nang n.e. Procida 15, Benzing 19, Feldeine 8, Charalampopoulos 5, Groselle 10, Borra. All.re Martino.
Virtus Segafredo Bologna: Tessitori, Cordinier 9, Mannion 9, Alibegovic 9, Hervey 10, Ruzzier n.e. Jaiteh 5, Ceron n.e. Hackett 17, Sampson 12, Weems 6, Teodosic 8. All.re Scariolo.
Arbitri: Rossi, Borgioni, Paglialunga.


Luca Cocchi (©BasketCity.net)

About The Author

Related posts