02 Dicembre, 2022

Con Reggio Emilia la Virtus parte male e finisce bene

Con Reggio Emilia la Virtus parte male e finisce bene
Photo Credit To Massimo Ceretti / Ciamillo-Castoria / Virtus Pallacanestro Bologna

Giocando un 2° tempo intenso ed efficace, la Virtus ribalta una partita iniziata male e finita bene, anche se il pensiero al termine è sull’infortunio a Teodosic a pochi secondi dalla fine.

Già priva di Weems per Covid, la Segafredo trova buoni minuti dal rientrante Cordinier, ma molto gira attorno alle magie di Teo, oltre ad una terza frazione dobordante di Pajola. Continui Alibegovic e Jaiteh, sostanza per Ruzzier, sbilenco a lungo Belinelli al tiro ma preziosissimo in campo, il cambio nel secondo tempo c’è stato dietro, non a caso con un ottimo Pajola.

32 punti incassati dopo la slavina dei 49 iniziali, Reggio è vissuta di Olisevicius (ultimo ad arrendersi) e Hopkins (22+11) che ha affettato a piacimento Sampson, mentre con Jaiteh ha faticato, il francese ha ridimensionato l’ex Cedevita, le luci di Cinciarini son state spente e dopo i 7 assist del primo tempo ha chiuso a 10 (e -20 di +/-, con lui alla guida non bene come i numeri dicono).

La Virtus ha chiuso con un sontuoso 70% da 2, trovando poche triple, ma in continuità, soprattutto nel momento dell’allungo. Vittoria importante per consolidare il 2° posto, ma che lascia l’amarezza in bocca per quanto avvenuto a Teodosic, c’è una Virtus con lui ed una senza.


Ci sono Tex e Cordinier, ma manca Weems per covid, assenza pesante (il più utilizzato, il miglior marcatore, nonché il più duttile) oltre ai soliti Mannion e Hervey, in avvio per l’uomo di Topeka c’è Alexander con un quintetto piccolo, mentre Caja ha esterni italiani, Cinciarini-Candi. Parte forte Reggio sul +6 mentre Pajola sui cambi difensivi sale a 2 falli in nemmeno 3’, l’area bianconera pare un gruviera di alta qualità. Hopkins si divora Sampson e il divario si estende in doppia cifra con Virtus che non costruisce tirando sassi dall’arco. Dal -12 con l’ingresso di Jaiteh e Belinelli e un Teodosic da subito leader le cose si sistemano al -2, doppiato a 4 da Diouf nel finale.

Riparte solo Reggio che sfrutta al meglio in transizione attacchi bianconeri sbilenchi con quintetti mai visti (Cordinier da 4) arrivando facilmente al +14 a metà quarto. Con le triple e la zona il divario scompare, -4 in nemmeno 2’ con tanto Alibegovic, le triple le trova anche l’UH che chiude a +7 con ben 49 punti a referto col 65% da 2. Il 3/15 dall’arco Segafredo affossa, anche per i contropiedi semplici lasciati. Belinelli a 0/7, difficile pensare di far peggio, ma utile in campo.

Parte forte Pajola ma cade nel 3° fallo dopo nemmeno 4’, l’inerzia è sua e Scariolo lo lascia in campo, un suo furto propizia la prima parità a 56 e il +3 seguente. L’esordio di Tex è da ala grande sul +6 Virtus, ne restano 4 all’ultima pausa, dopo i primi cesti di Belinelli. Per Pajola 13 punti nella frazione, per la Virtus un 8/9 da 2 preziosissimo.

La prima tripla del 40017 dice +9, massimo di serata dopo pure il -14, Reggio tiene con Hopkins che continua a mangiarsi Sampson, Teo&Ali replicano con giocate sopraffine. Manca più volte il colpo del KO la Virtus fermandosi sempre al +8, Olisevicius dice +5 con ancora quasi 2’ da giocare. La Segafredo non trema, ma con partita quasi chiusa s’infortuna Milos al ginocchio ed esce a braccia, la vittoria arriva ma la testa è altrove, in attesa di novizie per il furiclasse serbo.

Prossima partita sarà mercoledì 12 gennaio ore 20:30, con Bourg en Bresse in Eurocup alla Segafredo Arena, streaming Discovery+ e Radio Nettuno Bologna Uno.

Il tebellino

UNAHOTELS Reggio Emilia-Virtus Segafredo Bologna 81-90
(23-19; 49-42; 65-69)
UNAHOTELS Reggio Emilia: Thompson 3, Hopkins 22, Candi 5, Baldi Rossi 5, Strautins 3, Crawford 4, Colombo n.e. Cinciarini 7, Johnson 3, Olisevicius 25, Bonacini n.e. Diouf 4. All. Caja.
Virtus Segafredo Bologna: Tessitori 2, Cordinier 5, Belinelli 12, Pajola 13, Alibegovic 19, Ruzzier 2, Jaiteh 14, Alexander, Ceron n.e. Barbieri n.e. Sampson 5, Teodosic 18. All. Scariolo.
Arbitri: Rossi, Nicolini, Capotorto


Luca Cocchi (©BasketCity.net)

About The Author

Related posts