28 Novembre, 2022

Dubbio Hazell, Valli punta su Gilchrist

Dubbio Hazell, Valli punta su Gilchrist

Non sono ancora sciolti definitivamente i dubbi circa l’utilizzo di Jeremy Hazell nella partita di domani contro Venezia. Il tiratore della Virtus non si è allenato ieri e nemmeno stamattina per una contusione al ginocchio sinistro con presenza di liquido, che si sta riassorbendo, nell’arto. Hazell ha dolore, una decisione sul suo impiego verrà presa domani anche se la volontà del giocatore è di esserci: “Ci proverà sicuramente – ha detto coach Giorgio Valli (foto Serra/Virtus Pallacanestro) – Ha dolore, ma lui vuole esserci e quando gli chiederò come sta dirà che sta bene. Speriamo stia bene realmente“. L’infortunio è avvenuto nell’allenamento di giovedì in seguito a un fortuito scontro fra tre giocatori. Hazell è quello che ha avuto la peggio, mentre l’altro acciaccato Valerio Mazzola (contusione al ginocchio anche per lui) ha recuperato senza problemi dalla botta.

L’esame contro la capolista Venezia, prima in classifica dopo 46 anni, è di quelli complicati. La squadra di Recalcati sembra aver trovato in fretta gli automatismi ideali e ha ingaggiato in settimana anche Spencer Nelson, che non sarà però disponibile per la gara della Unipol Arena. Per la Granarolo, come sottolinea Valli, è stata una settimana di eccellente lavoro in palestra dopo la bella vittoria di Pistoia: “Una settimana vissuta con grande concentrazione e intensità negli allenamenti. E’ stato bravo soprattutto Gilchrist: gli avevo fatto presente che non stava rendendo come mi aspettavo e ha risposto molto bene. Ha mostrato il 101% di impegno fisico e mentale in allenamento, nessuno di noi si può risparmiare a costo di arrivare stanco alla partita. Non possiamo gestirci in settimana, ogni allenamento è come una gara di campionato“.

La partita contro Venezia vedrà l’esordio del nuovo sponsor Parmareggio, a cui sarà dedicato lo “Sponsor Day” con iniziative dell’azienda reggiana per il pubblico della Unipol Arena, dove tornerà a vedere la Virtus dopo 20 anni anche Corrado Pellanera, bianconero per 11 stagioni negli anni ’50-60. Per i tifosi c’è anche la caccia al tesoro promossa da Allan Ray: il capitano della Granarolo lascerà un paio di scarpe da gioco autografate sotto un seggiolino dell’impianto e un fortunato sostenitore troverà quindi un gradito regalo

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright BasketCity

Related posts