27 Gennaio, 2021

EuroCup 2020-21: la Virtus batte il Cedevita Olimpija Ljubljana

EuroCup 2020-21: la Virtus batte il Cedevita Olimpija Ljubljana
Photo Credit To Massimo Ceretti / Ciamillo-Castoria / Virtus Pallacanestro Bologna

L’esordio nelle TOP16 non poteva essere migliore per la Virtus che fa sua di forza una partita importante contro un Cedevita giunto bellicoso a Bologna, come visto in avvio. Qualche difficoltà in partenza, poi le paure ed i troppi pensieri spazzati via da Belinelli, autore di 17 punti in 9’, dietro al quale a turno in tanti si sono inseriti in primis Weems e Hunter.

La corposa difesa di Lubiana ha intasato l’area e fin quando non sono piovute le triple son stati dolori, poi le 12 bombe hanno costretto coach Golemac a rinunciare al suo piano difensivo e Hunter ha pasteggiato in area portando spettacolo ed efficacia.

Tante le triple tentate (32), ma le folate son state fondamentali in una partita chiusa con largo anticipo, in pratica gli ultimi 5’ giocati solo per la differenza canestri. Un avvio ben diverso da quello dello scorso anno, al quale servirà dare seguito, ma è stato dimostrato che anche quando ci sono difficoltà le possibilità di soluzionarle ci sono, anche con quintetti mai visti in precedenza (Alibegovic da 5) e tanto spazio anche ad Adams, non “mediatico” come altre volte ma ben più concreto.

Lubiana è vissuta di Perry e Blazic, che ha dimostrato come l’interesse passato non fosse qualcosa da niente, il resto è scemato via contro la difesa bianconera.


Per la Virtus 11° vittoria europea dell’anno, alle quali si affianca un anno intero senza sconfitte esterne, non cambia la classifica ma fa morale e sostanza.

Trazione serba in avvio per DJ e Gamble in centro, ospiti con esterni stranieri ed in area il campione d’Europa Dimez, con Blazic osservato speciale da Weems. Le difese comandano, la Virtus litiga dall’arco ed il vantaggio è sloveno col play Perry molto attivo per il +8. Le difficoltà offensive continuano, il -7 alla prima pausa è frutto di un orrido 0/8 dall’arco e di 5 perse, a parte un combattivo Hunter nulla si è visto, come dice la valutazione di 0-21.

Un quintetto piccolo con Alibegovic in centro prova a trovare confidenza col canestro, il recupero è tutto made in San Giovanni, con tripla in transizione per il sorpasso. Teodosic continua a litigare al tiro, ma a Belinelli si unisce Weems e la Segafredo trova in un amen un vantaggio di 2 possessi. La difesa morde, l’attacco ne beneficia fino al +12, Lubiana ora è solo Blazic, non sufficiente per contenere il quarto da 35 punti segnati (Belinelli già a 17), dominio a rimbalzo (14-2 nei 10’) e feeling ritrovato da 3.

Un Teodosic molto protagonista fa e disfa, il Cedevita non si da mai per vinto e col duo Perry-Blazic resta ad un divario sempre giocabile. L’attacco non è più fluido, un antisportivo ad Alibegovic costa giusto un punto, la difesa base di una frazione complicata chiusa a +11 con un solo cesto da 2. Visto il quarto, è da considerare una vittoria.

Si viaggia a lungo su di un vantaggio da 10 a 14 punti ma il là definitivo non c’è mai, la tripla di Adams (oggi molto concreto) scavalla i 15 all’ingresso degli ultimi 5’, di fatto mettendo la parola fine all’incontro e lasciando tempo per la differenza canestri futura. In questo è più brava l’Olimpia che accorcia da -18 a -14, graziata pure da Alibegovic nei secondi finali con 2 liberi gettati.

Prossima partita sarà domenica 17 gennaio ore 17:00, a desio con Cantù, diretta Eurosport 2, Player e Radio Nettuno Bologna Uno.

Il tebellino

Virtus Segafredo Bologna-Cedevita Olimpija Ljubljana 90-76 
(11-18; 46-34; 60-49)
Virtus Segafredo Bologna: Abass, Alibegovic, Markovic 6, Ricci 3, Adams 6, Galli n.e. Belinelli 25, Hunter 22, Weems 13, Teodosic 13, Gamble 2. All. Đorđević.
Cedevita Olimpija Ljubljana: Radovic n.e. Perry 22, Hopkins 10, Duskac n.e. Muric 6, Blazic 25, Brown 4, Hodzic 3, Jones 1, Skuca n.e. Dimez 4, Rupnik 1. All. Golemac.


Luca Cocchi (BasketCity.net)

About The Author

Related posts