21 Settembre, 2021

EuroCup 2020-21 Semifinale preview Gara1:
Virtus Bologna-UNICS Kazan

EuroCup 2020-21 Semifinale preview Gara1: <br>Virtus Bologna-UNICS Kazan
Photo Credit To Massimo Ceretti / Ciamillo-Castoria / Virtus Pallacanestro Bologna

Reduce dalla larghissima vittoria di Sassari, dove il down fisico della squadra di Pozzecco è stato sfruttato in maniera magistrale da una Virtus che ha giocato una grande pallacanestro (29/40 da 2, per citare un dato), arriva il match dell’anno, senza dubbio.

Si gioca gara1 di semifinale di EuroCup contro l’UNICS Kazan, che ha eliminato il Lokomotiv Kuban dopo 3 partite.

Anche qui serie al meglio delle 3, con la pressione oggi tutta sulle spalle dei bianconeri, che però arrivano alla partita con la consapevolezza di essere in forma.

Il grande dubbio del pregara riguarda le condizioni di Stefan Markovic, alle prese con il problema alla caviglia rimediato nel derby: assente a Sassari, verrà provato nell’immediata vigilia, ma la sensazione è che andrà nei 12 e si proverà a farlo partire nei 5, con il beneficio del riscaldamento.

E’ comunque pronto Alessandro Pajola, il cui clamoroso miglioramento è una grande notizia e un merito gigantesco al Coaching Staff e all’etica del lavoro del ragazzo.

Venendo a Kazan, la squadra del Coach greco Dimitris Priftis è composta da 7 USA e alcuni russi, tra cui Zhbanov, la cui missione sarà picchiare e provocare a turno Teodosic e Belinelli.

Le 2 superstar della Virtus si devono attendere un match in cui verranno loro messe addosso le mani, non dovranno cadere nelle provocazioni, confidando in un metro arbitrale che non favorisca questa pratica.

La difesa sugli esterni deve concentrarsi su Jamar Smith, 34 anni e tiratore mortifero da 3 punti, sia come spot up shooter e in uscita dai blocchi, sia dal palleggio.

Altro notevole tiratore, ma più ondivago, è Isaiah Canaan, un vero streak shooter, capace di sparatorie clamorose come in gara1 con Kuban, ma anche di andare fuori giri (vedi gara3).

Completano il reparto esterni l’ex Milano Theodore (più penetratore che tiratore) e Holland, giocatore di grande tecnica.

Sotto canestro attenzione a Morgan, giocatore che non ha un grande tocco, ma è molto fisico (e ha la tendenza ad avere problemi di falli) e tira bene i liberi.

Come ali forti ci sono l’ex Okaro White e l’ex Brindisi e Treviso John Brown, la cui dinamicità sarà un banco di prova importante per Vince Hunter.

Sia White che Brown (alla faccia dei colori…) hanno range di tiro da 3 punti, per cui bisogna uscire forte.

Il tema dei close out sul tiro da 3 punti è il must della difesa virtussina: costringere i russi a cattive percentuali e a tiri difficili darebbe un vantaggio enorme ai bianconeri, che dovranno andare tutti e 5 a rimbalzo: Kazan è squadra che si costruisce più opportunità nella stessa azione e trova tanta energia dai rimbalzi.

In attacco la circolazione di palla, la possibilità di andare in contropiede e in transizione grazie alla difesa sono le chiavi per portare a casa la sfida.

Le parole di Coach Djordjevic alla vigilia della partita:

Siamo pronti, maturi e concentrati per affrontare nella maniera migliore questa sfida.
Abbiamo lavorato tanto e abbiamo vinto tutte le partite in EuroCup per avere il vantaggio del campo. Purtroppo non potremmo usufruire in maniera totale di questo vantaggio, perché saremo senza i nostri splendidi tifosi e questo ci dispiace. Sono momenti della stagione davvero belli, storici, unici, che capitano non così spesso. Kazan è una squadra atletica, che ogni stagione rappresenta la forza del Campionato Russo, che da anni aspirano di tornare in EuroLega dopo averci giocato per tanto tempo. E’ un Club storico, che ha passione e che ha nella dirigenza un nostro vecchio amico, Claudio Coldebella, che stimo sia come persona che come professionista, e che sono contento di affrontare. Markovic proverà in allenamento sia oggi che domani, nei match-up con gli esterni sicuramente potrebbe darci una mano, qualora non riuscisse a farcela, solo sulla carta, non sarebbe una cosa positiva per noi. Non è al 100% ma conoscendolo, potrebbe rimanere anche senza un piede, ma farebbe di tutto per essere in campo ma ripeto, verrà valutato nell’allenamento di domani. La squadra è concentrata, vogliosa, dovremo imporre il nostro gioco, ci attende una partita tosta, con 40′ minuti di tante letture difensive, dovremo rispondere alla loro aggressività”.

Si gioca alla Segafredo Arena martedì 6 aprile alle 20:45, con diretta su Eurosport 2 ed Eurosport Player


Mario Corticelli (BasketCity.net)

About The Author

Related posts