21 Settembre, 2021

EuroCup 2020-21 Semifinale
preview Gara2:
UNICS Kazan-Virtus Bologna

EuroCup 2020-21 Semifinale <br>preview Gara2: <br>UNICS Kazan-Virtus Bologna
Photo Credit To Massimo Ceretti / Ciamillo-Castoria / Virtus Pallacanestro Bologna

Avanti 1-0 al termine di una gara1 durissima, nella quale sul 58-61 a 7’30” dalla fine Kazan ha avuto 2 triple ottime scoccate da Canaan e Smith per allungare il vantaggio, ma capace di vincere la volata finale grazie alle giocate di un Milos Teodosic fantascientifico, la Virtus oggi ha l’occasione di chiudere la serie.

L’impresa si preannuncia durissima, ci saranno 4.000 persone sugli spalti, grazie alla campagna di vaccinazione che in Russia procede assai speditamente, anche se non saranno tifosi “assatanati“, ma comunque daranno la carica ai ragazzi di Coach Priftis.

I bianconeri dovranno giocare un match di grande intensità e intelligenza, partendo dall’analisi di alcune cifre di gara1 molto interessanti:

  • triple di Kazan: in gara1 i russi hanno tirato con 9/33 da dietro l’arco, in particolare i 9 canestri sono stati ripartiti tra 3 giocatori (Smith 4/9, Holland 4/7, Canaan 1/10), il resto della squadra ha fatto 0/7: l’obiettivo della Virtus sarà quello di tenere l’Unics sotto le 10 triple realizzate, con la speranza che Canaan non esca dal tunnel in cui è entrato (0/15 al tiro contro Kuban in gara3, 2/14 a Bologna);
  • tiri liberi: l’aggressività difensiva e le mani addosso dei russi hanno prodotto un differenziale di soli 7 liberi a favore della Virtus, che però li ha tirati peggio (17/26 contro 17/19): riuscire a procurarsi tanti liberi con gli esterni (e qui Belinelli e Teodosic dovranno fare la differenza, soprattutto il primo) è una chiave importante;
  • impatto dei giocatori: si diceva che Kazan ha 7 USA e giocatori di complemento, l’affermazione è stata confermata da gara1, visto che i 76 punti sono stati ripartiti solo sugli USA: provare ad abbassare i 22 di Smith e i 13 di Brown a mio avviso è la priorità, considerando che Canaan molto probabilmente farà meglio dei 9 punti di gara1.

Per quanto riguarda la Virtus il margine di miglioramento può essere più ampio: se i 27 punti di Teodosic sono stati una grande impresa non facilmente replicabile, è anche vero che Weems + Abass + Adams + Gamble + Alibegovic hanno prodotto in cinque solamente 6 punti: ossigeno è arrivato dai 9 di Ricci e Pajola e dai 7 di Tessitori; volendo anche i 12 + 8 di Belinelli e Hunter sono un po’ sotto la loro media, se la Virtus arrivasse vicino ai 90 punti sarebbe molto vicina all’impresa.

Le parole di Coach Djordjevic alla vigilia di gara2:

Per la partita di domani, oltre a giocare con la solita fisicità utile per rispondere alla loro grande pressione sul pallone e per leggere almeno alcune situazioni in cui fanno i loro cambi sistematici, dovremo usare molto di più la testa e sfruttare queste occasioni con grande I.Q. Siamo capaci e mi aspetto, per questo motivo, un approccio mentale importante. Siamo tutti consapevoli che la posta in palio sia alta e per che cosa giocheremo domani. La pressione adesso è tutta sui nostri avversari, noi dovremo essere noi stessi.”

Ieri sera Valencia ha battuto 86-81 il Baskonia nello spareggio per la sopravvivenza in chiave playoff di Eurolega, mentre il Real Madrid ha ottenuto la qualificazione vincendo a casa del Fenerbahce.

Rimane pertanto solo un posto da assegnare tra le migliori 8 dei quarti di finale, in lizza ci sono Valencia e lo Zenit San Pietroburgo, che gioca stasera alle 19 in casa contro il Maccabi già eliminato e lunedì 12 in casa contro un’altra illustre eliminata, il Panathinaikos, nel recupero di un match non disputato causa Covid.

Un 2/2 dei russi li qualificherebbe, dal momento che raggiungerebbero il record di 20-14, mentre Valencia ha chiuso con 19-15: una sola vittoria li appaierebbe agli spagnoli, che però sono in vantaggio nel confronto diretto (72-85 Zenit a Valencia, 62-91 Valencia a San Pietroburgo).

La Virtus tiene d’occhio questa situazione perché, com’è noto, la mancata qualificazione di Valencia garantirebbe 2 posti nell’Eurolega 2021-2022, per cui essa sarebbe distante solo 1 vittoria e non 3, quelle mancanti per alzare l’EuroCup…

Si gioca venerdì 9 aprile alle 18 alla Basket Hall di Kazan, con diretta su Eurosport 2 ed Eurosport Player.


Mario Corticelli (BasketCity.net)

About The Author

Related posts