30 Giugno, 2022

EuroCup 2021-22:
la Virtus batte JL Bourg en Bresse

EuroCup 2021-22: <br>la Virtus batte JL Bourg en Bresse
Photo Credit To Massimo Ceretti / Ciamillo-Castoria / Virtus Pallacanestro Bologna

Giocando una partita confusa, fatta di parziali e contro parziali, la Virtus fa suo l’incontro tenendo la scia di Buducnost e Valencia, che a loro volta hanno vinto di rincorsa partite che le vedevano soccombere anche di 15 punti. La prima senza Teodosic va così in archivio con tanta difficoltà, l’attacco ne risente in maniera eloquente, ma con contributi vari la “cooperativa” ha retto, va detto che la presenza di Weems è stata fondamentale nel finale, aggiunta all’ultimo per un tampone errato in precedenza. L’atteso ritorno di Mannion è andato in salendo, poco il fiato, molta la paura iniziale, poi si è sciolto e la sua fantasia ha giovato alla truppa che però si è mangiata un cospicuo vantaggio finale rischiando l’inverosimile nei tanti passaggi ai liberi. Serviva vincere, obiettivo centrato in una serata che ha visto salire di troppo le pale perse pure a fronte di poche iniziative di fantasia, la tenuta finale a rimbalzo è passata dalla rinuncia a Sampson, apparso un peso per la squadra. Molto più utile Tex, in ripresa dopo il covid, mentre Jaiteh ha convinto, ma l’energia primaria nei momenti di difficoltà è arrivata da Cordinier mentre un Belinelli un po’ troppo nervoso ha saputo reinventarsi nel finale. Ben 9 gli assist di Pajola, sacrificatosi nei falli finali.


Scariolo, che recupera Weems (falso positivo) e Mannion, vara un quintetto con Sampson in centro, Ruzzier ad affiancare Pajola e Cordinier in ala piccola, confermando Ali, il BeB tra assenze di giocatori e staff tecnico propone l’ex Trento Williams in centro. Ritmi veloci, qualche errore di troppo vicino al ferro e una difesa di cambi sistematici che ogni tanto paga pegno, ma la partita resta in parità, poi con l’ingresso di Belinelli e Weems le cose cambiano e la Virtus va con 8-0. C’è spazio anche per Mannion, ma il finale di Pelos riaccosta, una giocata preziosa Weems-Beli dice +5 sulla prima sirena. V nere che cercano sempre l’area, francesi più propensi ad allargare il campo, parità a rimbalzo.

I transalpini vanno con la specialità della casa, le triple (tra i migliori in Eurocup ma peggiori nel campionato nazionale), ed entrati in fiducia pareggiano e sorpassano in un attimo (parziale di 0-12) mentre la Segafredo trova 4 miseri punti in 5’. Il -6 è presto suturato da Cordinier, ma con Jaiteh seduto il ferro non è presidiato a sufficienza (-4 rimbalzi al 20’). Il primo cesto di Weems vale il controsorpasso, 11-3 il parziale, nella confusione finale rimane un punticino per la Virtus alla pausa lunga. Pesano le 5 triple subite mentre davanti si è andati a folate, in 2’ segnati la metà dei punti della frazione.

Un attacco asfittico (4 in 5’) che ha paura di creare diviene una zavorra che permette ai francesi di mettere la freccia, pure trovando rimbalzi con una formazione piccola. La reazione passa tutta da Cordinier in un quarto di basso profilo con errori banali, una tripla di Mannion, dopo svarite difficoltà, tramuta il -6 in +5. Un inedito 2/2 di Jaiteh ai liberi dice +7 all’ultima pausa di un quarto dai 2 volti che ha tenuto senza segnare il Bourg negli ultimi 5’, 13-0 il parziale.

Carico della tripla, Mannion prende fiducia e inizia a guidare l’attacco, trovando spunti personali ed appoggi vari, svetta Jaiteh, mentre Weems mette la tripla del primo vantaggio in doppia cifra al 32’. Piovono ancora triple e BeB è lì, impatta con 4’ da giocare in una partita che vive di parziali continui. Il bonus aiuta per la nuova fuga, con 42” prova a chiuderla Weems con una tripla dimostrandosi al solito fondamentale. Il finale però è ancora coi francesi a bombardare fino al -2 con 10” giovandosi di ingenuità Virtus, Jaiteh ai liberi fa 1/2 per il +3. Weems fa fallo per evitare una tripla, Sulaimon porta i suoi a -1, 2 liberi immediati per Weems a seguire. +3 e 7” sul luminoso, ancora Sulaimon ai liberi per il -1, la rimessa finisce nella mani di Belinelli che ubriaca la difesa incapace di fermarlo col fallo. Vittoria risicata ma ugualmente importante.

Prossima partita sarà sabato 15 gennaio ore 20:30, recupero con Treviso alla Segafredo Arena, diretta Eurosport 1, streaming Discovery+ e Radio Nettuno Bologna Uno.

Il tebellino

Virtus Segafredo Bologna-Mincidelice JL Bourg en Bresse 83-82 
(22-17; 43-42; 60-53)
Virtus Segafredo Bologna: Tessitori 6, Cordinier 9, Mannion 4, Belinelli 13, Pajola 7, Alibegovic 4, Ruzzier 4, Jaiteh 15, Alexander, Ceron n.e. Sampson 6, Weems 15. All. Scariolo.
Mincidelice JL Bourg en Bresse: Sulaimon 9, Chassang 3, Benitez 3, Courby 8, Harris 3, Pelos 8, Jones 17, Williams 13, Roos 13, Julien 5. All. Simon.
Arbitri: Radovic, Foufis, Van Den Broeck


Luca Cocchi (BasketCity.net)

About The Author

Related posts