02 Ottobre, 2022

EuroCup 2021-22:
la Virtus batte Ljubljana

EuroCup 2021-22: <br>la Virtus batte Ljubljana
Photo Credit To Massimo Ceretti / Ciamillo-Castoria / Virtus Pallacanestro Bologna

Giocando 40’ di buon attacco e 9’ finali di buona difesa, la Virtus porta a casa la vittoria alla Stozice Arena nonostante le assenza di Cordinier, Mannion e Harvey, oltre ad un Sampson con pochi minuti nelle gambe.

Lo fa inseguendo un copione scritto dagli sloveni, tiri dall’arco a raffica, lasciando un po’ troppa area fino a quando un quintetto atipico riesce a mettere un freno ai bollenti spiriti di casa.

Troppi pericoli incrociati sul campo, soprattutto negli ultimi 34” dove il +8 pareva vittoria in cassaforte, ed invece così non è stato, fortuna per le V nere che il cesto del pareggio sia uscito proprio da dove il Cedevita aveva colpito forte, da 3.

Date le premesse una buona vittoria, ritrovando un prezioso Alexander nel settore dei piccoli che tolto Teodosic oggi ha faticato, mentre a rimbalzo le cose sono andate meglio nonostante Omic in area qualche grattacapo l’abbia dato. 37 tiri pescati da 2 e da 3 per la Virtus, ben 6 conclusioni dall’arco in più per l’Olimpja con buone medie, da qui una partita a punteggio elevato.


Pajola c’è e parte subito a fianco di Teodosic, la coppia di lunghi è Alibeogivc-Jaiteh, gli sloveni propongono i 2 nuovi, Ferrell-Omic, di rincorsa l’ex Pullen. Teo dipinge per se e per i compagni, le V nere provano a tenere il vantaggio di +8 a metà frazione, anche se i 2 falli di Weems non sono un bel segno. Prima Omic al ferro, poi le triple, e Ljubljana è lì a -1, sospinta al -4 alla prima pausa da una tripla di Belinelli, dopo una buona apparizione anche di Alexander. Qualche difficoltà a chiudere l’area (5/7 subito) il problema visto in questi primi 10’, con già 10 atleti passati per il parquet.

Le triple di Tex scavano il solco per il primo vantaggio in doppia cifra della serata al 14’ fino al +13 del Beli, ma con la stessa soluzione colpiscono gli avversari (Ferrell e Muric su tutti), partita in controllo ma mai in sicurezza. In un quarto di puro tiro a segno emerge il Cedevita che trova il pareggio con un Ferrell immaginifico (20 in 16’) prima che un libero di Milos spareggi. Tanti, troppi i 53 sul groppone, frutto di ben 11 triple incassate ma anche del comodo 4/5 di Omic. L’attacco ha funzionato come la copertura a rimbalzo, ma è parso un primo tempo da occasione sprecata.

È Omic la spina nel fianco della ripartenza, la difesa non cresce di livello e continua a cadere di tutto nel cesto con Cedevita che trova un piccolo vantaggio. Un quintetto piccolo prova a serrare le fila ma poco cambia, dall’arco s’iscrive anche Blazic, fin lì di minima. A 30 subiti per quarto difficile tenere il vantaggio, soprattutto in trasferta lasciando esaltare i padroni di casa al +5, un ultimo minuto di sostanza dice parità a quota 82 per un 60% concesso dal campo.

Nemmeno 3’ e Tex esce per falli, si torna ad un quintetto standard con Alexander di nuova a far buone cose fino al +6. Il ritorno di Milos lascia il segno, tra cesti e caramelle a 2’ la Virtus è a +8 con un tiro da 4 di Weems. Finale di consusioni varie, prova a chiuderla Alibegovic a 34”, ma nonostante il +8 non è finita, errori ai liberi e svagatezze permettono a Pullen di tirare la tripla del pareggio, sbagliandola. Vittoria che permette di mettendosi pari a Valencia in classifica, dietro al Buducnost con una vittoria in più (Gran Canaria deve ancora finire di giocare al momento in cui scriviamo).

Prossima partita sarà domenica ore 19:00 in campionato a Cremona, diretta streaming Eleven Sports e Radio Nettuno Bologna Uno.

Il tebellino

Cedevita Olimpija Ljubljana-Virtus Segafredo Bologna 101-104
(25-29; 53-54; 82-82)
Cedevita Olimpija Ljubljana: Pullen 10, Ferrell 24, Ejim 8, Muric 18, Auguste 3, Blazic 15, Hodzic 3, Scuka n.e. Omic 18, Radovanovic 2, Habot n.e. Rupnik n.e. All. Golemac.
Virtus Segafredo Bologna: Tessitori 9, Belinelli 21, Pajola 5, Alibegovic 7, Ruzzier, Jaiteh 17, Alexander 10, Ceron n.e. Sampson 1, Weems 15, Teodosic 19. All. Scariolo.
Arbitri: Jeminez, Shemmesh, Isguder.


Luca Cocchi (BasketCity.net)

About The Author

Related posts