28 Febbraio, 2024

EuroCup 2021-22 PO Quarti:
Virtus, la semifinale è tua! Battuta Ulm

EuroCup 2021-22 PO Quarti: <br>Virtus, la semifinale è tua! Battuta Ulm
Photo Credit To Massimo Ceretti / Ciamillo-Castoria / Virtus Pallacanestro Bologna

Vince la Virtus una battaglia vera e propria, lo fa andando a pescare in area i punti che dal perimetro non sono mai arrivati (2/24 dall’arco, immondo, una squadra aveva mai vinto tirando così?). Lo fa, ovviamente, con un Jaiteh debordante che ha tratto beneficio dagli assist di Teodosic (8), aggrappandosi nel finale ad uno tsunami difensivo, lanciato in avvio ultimo quarto da Cordinier, magari non ancora preciso al tiro ma una dea Kali dietro.

Ulm, va detto, era senza 2 centri, ma proprio il quintetto coi piccoli (Christon, Klepeisz e Blossongame) è stato a lungo illeggibile per i bianconeri che dall’arco hanno subito ben 11 triple, sbagliate però quelle decisive. A rimbalzo si è tenuto anche qui ribaltando nell’ultimo quarto, segno che quanto detto dal coach in sede di presentazione era un aspetto fondamentale per portare a casa la partita ed il passaggio alla semifinale.

Partite secche son sempre difficili da interpretare, prova ne sia a questo turno l’uscita di Gran Canaria, sconfitta in casa da Andorra (ultima in Liga ACB…), quindi merito alla Virtus di averci sempre creduto, anche quando le tante piccole prove di fuga venivano rispedite al mittente. La bolgia del PalaDozza ha sicuramente influito, di fronte ad un muro urlante le energia sono convogliate tutte dalla stessa parte. Intanto è semifinale, un giorno di attesa per sapere dove si andrà, ma sarà un giorno sereno.


Recuperati Hackett e Cordinier, fuori dai 12 Ali, Scariolo parte con quintetto canonico, Hackett da subito con Teo, Lakovic privo dei centri Felicio ed Herkenoff li sostituisce coi chili di Bretzel. Si cavalcano i lunghi che ripagano, Ulm abbassa i ritmi e costruisce con pazienza, la Virtus tiene il vantaggio ma i tedeschi restano in scia. Col giro dei cambi c’è l’allungo bianconero a +9 con difesa indivolata. Un antisportivo a Sampson dimezza il vantaggio, un quintetto senza centro trova comunque il +8 alla prima pausa. V nere davanti a rimbalzo, mentre Ulm dopo la prima tripla sbatte 7 volte sul ferro, ma quelli sono i tiri che la difesa concede.

C’è meno intensità alla ripresa, un attacco che costruisce senza far girare la palla lascia ripartenze ben sfruttate e il +10 e limato a +1 coi soliti Christon e Blossomgame a far la voce grossa. Il sorpasso è di Klepeisz, le V nere tornano da Jaiteh che rimette i suoi davanti, ma Klepeisz non si ferma più, nel 6-20 di parziale c’è tanto di suo. Il quintetto piccolo tedesco crea molti problemi difensivi alla Segafredo che termina i primi 20’ sotto di 2 subendo in questa frazione 28 punti. Al di là delle 5 triple incassate (contro il mesto 1/10), è il -1 a rimbalzo a preoccupare.

Infuria la battaglia con Milos che si fa male ad un dito, nessuno concede più nemmeno uno spiffero, il 9-6 di oltre 5’ permette alla Virtus di mettere il naso avanti con Ulm che torna a giocare senza un centro di ruolo. Quel quintetto è di nuovo efficacissimo contro una Segafredo che paga cara la difesa ballerina di Belinelli per il -5. Ma proprio una sua ottima difesa gira la frazione, +5 sulla sirena con un 2+1 di Sampson a rimbalzo e furto con palombella di Hackett. Se da 3 è ancora un pianto (2/18), il 2-12 alla voce perse fotografa al meglio la situazione.

Ulm segna sempre da 3, ed anche il +7 scappa via in un battito di ciglia, pure perché dai 6:75 la Virtus non la mette proprio mai. Ora è partita punto a punto coi tedeschi che pescano triple anche a giochi rotti, per impattare a meno di 3’ si ricorre al duo Teo-Jaiteh. A lungo errori per parità che avanza, interrotta dagli ennesimi rimbalzi convertiti di Jaiteh, +4 a 40”. Ulm non ha esaurito il bonus, la Virtus riesce a far passare il tempo, quando è momento di liberi Hackett fa +6. Ulm non segna più, sbattendo contro una difesa che non concede più nulla negli ultimi 3’ firmando un parziale di 10-0. E ora è semifinale, dove lo si imparerà mercoldì sera una volta terminata Valencia-Boulogne, in ogni caso fuori dalle mura amiche.

Prossima partita sarà venerdì 29 aprile ore 20:30, in campionato a Treviso, diretta Eurosport 2, streaming Discovery+ e Radio Nettuno Bologna Uno.

Il tebellino

Virtus Segafredo Bologna-Ratiopharm Ulm 83-77 
(25-17; 43-45; 67-62)
Virtus Segafredo Bologna: Tessitori n.e. Cordinier 8, Mannion, Belinelli 4, Pajola 5, Hervey 4, Jaiteh 27, Shengelia 9, Hackett 7, Sampson 8, Weems 4, Teodosic 7. All. Scariolo.
Ratiopharm Ulm: Christon 15, Blossomgame 22, Guenther, Thornwell 8, Philipps 2, Bretzel 11, Klepeisz 14, Krimmer n.e. Diallo 2, Jallow 1, Zugic 2. All. Lakovic.
Arbitri: Perez, Koljensic, Udyanskyy


Luca Cocchi (©BasketCity.net)

About The Author

Related posts