01 Aprile, 2020

EuroCup: la Virtus batte il Darüssafaka e vola ai quarti

EuroCup: la Virtus batte il Darüssafaka e vola ai quarti
Photo Credit To Massimo Ceretti / Ciamillo-Castoria / Virtus Pallacanestro Bologna

Belgrado sorride alla Virtus, al termine di uno scontro condotto dallo 0-2 inziale fino al termine fuggendo ben 2 volte oltre il +20 ma distraendosi in ambo le occasioni, il gruppo però ha sempre saputo rispondere sia davanti, sia dietro, come dimostrano il 60% da 3 e la vittoria a rimbalzo, fondamentale quanto mai temuto da coach Đorđević.

Perfetto l’avvio, non scontato dopo tanti giorni di pausa, di nuovo di alto livello il giro di palla (28 assist) e quando ce n’è stata necessità di alto profilo la difesa, non a caso è stata quella che ha spento il momento magico nel terzo quarto dei turchi. In terra serba, buona la prestazione di Teodosic, regolare quella di Markovic, ma liete nuove italiche, Pajola e Ricci ai massimi, mentre sotto canestro hanno fatto sostanza Gamble e Delìa, meno Hunter, acciaccato ad un ginocchio per un recupero fuori campo.

Ed ora la vita in Eurocup continua, nei quarti di finale ci sarà di nuovo Monaco, con bella nel principato dove le V nere hanno già vinto nel girone iniziale, ma se ne parlerà tra 12 giorni, ora è tempo di tirare fiato dopo lo scampato pericolo di un’inopinata possibile uscita dalla coppa.


Virtus in bianco con Marble nei 5 per Teodosic, Daru con l’esperto Guler in avvio ed il resto stranger con Hamilton ad inchiodare il primo pallone di giornata. La reazione Virtus arriva immediata aprendo il campo con 4 bombe che scrivono un +10 robusto. Il giro dei cambi, 10 impegnati in 7’, tiene ed incrementa il divario grazie ad una difesa intensa, brava a lasciare ai turchi le soluzioni meno semplici, cadendo solo in 2 persa a fila per passi. Un gioco da 4 di Gaines firma il +16 della prima pausa con un mirabolante 6/7 dall’arco e +5 a rimbalzo.

Si continua come si è finito, pure il 11° entrato, FBR, si presenta con una bomba ed il +19, il +21 scivola via per qualche leggerezza e per una mira del Daçka che alla lunga inizia a scaldarsi, in primis Ozdemiroglu, di fronte ad una difesa non più intensa come in avvio. Il parziale di 0-11 è interrotto ai liberi pure grazie ad un tecnico affibbiato a coach Ernak, non è la cura per chiudere il quarto, ne rimangono comunque 12, anche se gli ultimi 4’ son parsi un’occasione sprecata per archiviare l’incontro anticipatamente (36-68 di val.). Ancora bene dall’arco, le perse e qualche attacco troppo facile lasciato, le chiavi della rimonta concessa ai verdi.

Pronti via e i turchi riprendono come avevano finito, mira a segno e difesa come un tempo, partita riaperta sul -4. Al ferro non ci si va più, l’attacco fatica e di conseguenza da tiri sbilenchi il Daçka riparte contro difese non sistemate che Guler buca con eccessiva facilità. Una rubata con antisportivo subito da Pajola cambia l’inerzia, grazie anche ai giri in lunetta si torna in doppia cifra di vantaggio all’ultima pausa, +11. La difficoltà a trovare facili tiri da 2 è il problema Virtus, la difesa degli ultimi 4’ il bandolo della matassa ritrovato.

Le bombe di Ricci, le letture di Pajola ed in un attimo è +17, c’è tempo pure per giocate di tocco divino di Teodosic e divario oltre +20. Lì si stacca il piede dal gas con troppo tempo mancante, +9 con 2’, ancora Pajola che firma la doppia cifra ed i 100, partita finita senza patemi.

Prossima partita sarà domenica 8 marzo ore 17:00 con Reggio Emilia in campionato al PalaDozza a porte chiuse, diretta Eurosport Player e Radio Bologna Uno.

Il tabellino

Darüssafaka Tekfen Istanbul -Virtus Segafredo Bologna 96-106
Parziali: (14-30; 40-52; 68-79)
Darüssafaka Tekfen Istanbul: Ozmizrak 5, Agva 2, Browne 14, Dora, Demir 7, Hamilton 11, Veyseloglu 4, Ozdemiroglu 10, Lamb 14, Jones 5, Guler 10, Colson 14. All.re Ernak.
Virtus Segafredo Bologna: Gaines 9, Marble 7, Pajola 10, Baldi Rossi 3, Markovic 3, Ricci 17, Delia 6, Cournooh n.e. Hunter 5, Weems 15, Teodosic 21, Gamble 10. All.re Đorđević.
Arbitri: Perez, Foufis, Udyanskyy.


Luca Cocchi (BasketCity.net)

About The Author

Related posts