05 Agosto, 2020

EuroCup: la Virtus rimonta e batte il Maccabi

EuroCup: la Virtus rimonta e batte il Maccabi
Photo Credit To Massimo Ceretti / Ciamillo-Castoria / Virtus Pallacanestro Bologna

Nuova vittoria Virtus con rimonta annessa, partendo da un -17 al 27’ che pareva impresa al limite dell’improbo. Lo fa ritrovando il tiro dall’arco ma soprattutto la difesa, fin lì mai vista, in partita a lungo aggrappata al solo Gamble.

Un’ultima frazione da 10-25 di punteggio e 5-30 di valutazione ribalta tutto quanto visto a lungo, ma andare sempre di imprese finali può costar caro ed affaticare mentalmente e fisicamente la squadra.

Un Maccabi che arriva senza fiato ed energia al finale, sparando tutto in una terza frazione che suona pure da occasione sprecata per quel +17 chiuso solo a +9 nelle ultime battute, in una partita affrontata senza il centro Monroe e con l’altro lungo Chubrevich appena uscito dal roster.

Tirando malaccio dall’arco a lungo, perdendo netta la sfida a rimbalzo e gettando 20 palloni è comunque giunta una vittoria che vale il passaggio matematico del turno e spinge verso uno dei primi 2 posti del girone traendo segnali positivi dal solito Teodosic, ma anche da Cournooh, il primo ad iniziare a difendere, e da un Weems silente ma prossimo alla doppia doppia.

Vittoria giunta dopo troppo tempo impiegato nel leggere un’avversaria senza centri di ruolo, brava a pressare e ripartire, ma svilita ogni volta che l’attacco ha gestito i tempi giusti.


Virtus in bianco con quintetto ormai canonico, Maccabi da subito col neo acquisto Bourdillon che si presenta con un tiro da 4. Con le bombe il Maccabi regge un minimo vantaggio mentre la Segafredo cerca di sfruttare Gamble contro i pari ruolo avversari, impresa più difficile con Delìa. Con Hunter la situazione migliora e il -6 diventa un buon +3 con un ottimo 75% al tiro da 2 che contrasta le 4 bombe subite ed un Williams molto efficace (7+6).

Un +5 è spazzato via tra perse banali e troppo campo in transizione concesso, il duo Williams-Hamilton ne approfitta per sorpassare una Virtus che dall’arco non va e concede molto a rimbalzo. L’ancora di salvataggio è Gamble (17 in 10’) che infila tutto, anche i liberi, la difesa però latita e con 47 subiti non è male essere sotto solo di 2. Contro un Maccabi senza 2 centri cedere a rimbalzo (-3) è un segnale di poca energia, dalle triple i soliti danni, subito un 6/12 a fronte di un misero 1/7, ma anche 9 perse gridano vendetta.

Un Virtus indolente lascia spazio alle iniziative dei padroni di casa con una difesa sempre in ritardo per un -17 che inquieta, frutto di un parziale di 22-2 senza storia nonostante pure una sospensione di Đorđević. Un antisportivo a Teodosic pare una resa anticipata, il divario si allarga mentre l’attacco non costruisce nulla. 2’ finali giocati a dovere e divario dimezzato, c’è ancora vita all’ultima pausa in una frazione drammatica da 35-10 di valutazione.

Le meraviglie di Teodosic svegliano i suoi e una bomba di Cournooh sigla il sorpasso con un parziale che si allunga a 24-1, frutto di una difesa nemmeno lontana parente di quella mostrata troppo a lungo in precedenza. Tra il +4 e il +6 si balla negli ultimi minuti con un quintetto piccolo per tempo prolungato, l’ultimo minuto lascia palloni banali e si gioca sul +3 con 33” palla in mano. Fallo su Teodosic per un 2/2 che di fatto chiude la tenzone, dovendo dire anche di un cesto in precedenza annullato a Williams per molto dubbia infrazione di passi.

Prossima partita sarà domenica 15 novembre ore 18:00 a Trieste, diretta Eurosport Player e Radio Bologna Uno.

Il tabellino

Maccabi Rishon LeZion-Virtus Segafredo Bologna 79-85
Parziali: (22-25 47-45 69-60)
Maccabi Rishon LeZion: Mishan n.e. Swing 11, Bourdillon 15, Ariel 3, Blayzer 9, Kozahinof n.e. Williams 19, Tishman, Dovrat 3, Hamilton 19, Shedletsky n.e. Monroe n.e. All.re Goodes.
Virtus Segafredo Bologna
: Gaines 13, Pajola, Baldi Rossi n.e. Markovic 6, Ricci 4, Delia, Cournooh 6, Hunter 9, Weems 10, Nikolic, Teodosic 18, Gamble 19. All.re Đorđević.
Arbitri: Vojinovic, Papapetrou, Clivaz.


Luca Cocchi (BasketCity.net)

 

About The Author

Related posts