14 Ottobre, 2019

Eurocup: Ulm-Virtus Bologna, Top & Flop

Eurocup: Ulm-Virtus Bologna, Top & Flop

I migliori e peggiori del match di Eurocup giocato questa sera in trasferta alla Ratiopharm Arena, dove la Segafredo Virtus Bologna ha battuto il Basketball Ulm, per quella che è stata la prima giornata della fase a gironi.

TOP

Kyle Weems
Tutto molto bello, tutto molto semplice, tutto molto “pesante”. Sembrano giocate facili, sono sovente cesti di classe e talento, sia in avvio sia quando nell’ultima frazione c’è da respingere l’assalto tedesco in quasi 35’ d’impiego.

Stefano Markovic
Se alle sue giocate da prestigiatore ci stiamo abituando, giocate che portano a cesti facile e sovente spezzagambe, oggi aggiunge una prestazione balistica che lo rende indifendibile dagli avversari (4/6 dal campo) con la massima valutazione di giornata, 25, in 32’.

Rimbalzi Virtus
Senza nessuno che svetti isolato (al top Gamble con 7), tutti portano preziosi contributi (in 7 con almeno 3) dominando sia davanti sia dietro, il saldo di +10 vale ancor di più se letto coi soli 4 offensivi concessi, ai quali aggiungere una difesa che forza 16 perse.


FLOP

Ulm, giochi squilibrati
I tedeschi vivono di tiri dall’arco (31 da 3 e 31 da 2), quando costruiti hanno un senso, vedi con Willis, ma sovente aprono il campo all’inerzia Virtus che ha buon gioco nel chiudere il pitturato e più volte ripartire in transizioni chiuse positivamente.

Frank Gaines
A lungo s’intestardisce nel cercare una conclusione che lo sblocchi, mettendo a rischio i suoi in avvio di terzo quarto. Trova luce solo nel finale, reso facile dai compagni. Unico a terminare in valutazione negativa, -2.

Muro arancione
Đorđević aveva parlato così del tifo locale, magari predisponendo i suoi ad un ambiente non facile da subito, niente di tutti questo si è notato, anzi, forse qualche decisione arbitrale troppo facilmente propensa ad antisportivi e tecnici, ma non certo a causa del muro arancione.


Luca Cocchi (BasketCity.net)

About The Author

Related posts