27 Febbraio, 2020

EuroCup: Virtus, prima sconfitta casalinga. Vince il Partizan

EuroCup: Virtus, prima sconfitta casalinga. Vince il Partizan
Photo Credit To Massimo Ceretti / Ciamillo-Castoria / Virtus Pallacanestro Bologna

Arriva col Partizan la prima sconfitta casalinga della Virtus, al termine di una partita condotta fino all’ultimo minuto, caduta in un secondo tempo di troppe fatiche contro la pazienza e l’organizzazione dei belgradesi che hanno fatto affidamento su di un incredibile Walden, capace di rispondere alle fughe Virtus sia nel primo che nel secondo tempo.

Non sono stati sufficienti 15 di vantaggio ad avvio secondo tempo per far propria la partita, l’inerzia è divenuta serba anche quando il +8 a metà ultimo quarto pareva la luce giusta. Nonostante il vantaggio a rimbalzo, quelli decisivi son stati ospiti, da lì le giocate supplementari che ogni volta hanno tolto le certezze ad una Virtus che si è retta a lungo sulle spalle di Markovic, mentre Teodosic ha sì ispirato e concluso ma finito per sbagliare troppo concedendo pure dietro qualche piazzola di troppo.

Poco dalla panchina in una giornata dove i falli han costretto a troppi minuti fuori dal campo a Gamble e Weems, non sostituiti adeguatamente oggi, dove forse l’unico ad aver apportato un qualche beneficio è stato Cournooh mentre Hunter ha subito la fisicità di Mosley oltremisura. Nulla di finito, ma sarà basilare per la Segafredo sbancare casa del Darussafaka per poter proseguire ai playoff come seconda del girone, che si svolgerà tra 4 settimane, il 4/3.


Virtus in nero col duo serbo dall’avvio e Gamble in centro, Partizan che varia rispetto al quintetto dell’andata dove l’esperto Velickovic ora parte di riconcorsa così come Paige e Gordic, diavoli di quel dì. Inizio nervoso, falli, perse ed errori al tiro, ci vogliono 3’ per aprire le marcature con aree che son da subito tonnare. La Virtus trova il vantaggio, il bonus giocato anzitempo permette agli ospiti di rimanere a contatto con giro di cambi vorticoso, difese a comandare. +5 alla prima pausa con qualche persa di troppo (7 a 6), polveri bagnate dall’arco, una tripla impiccata di FBR a far la differenza oltre ad un Markovic duro e ispirato.

Le triple portano al +9, Walden non ci sta e tiene i suoi in partita per un -2 che spegnie i sogni di fuga. E’ ancora Markovic a scacciare le paure, le idee di Milos portano al +11 con tabellata di Ricci quando Gordic esce per distorsione alla caviglia. Il +14 non tiene alle invenzioni di un Walden inarrestabile, ci si aggrappa alla difesa per portare alla pausa lunga 12 punti con la tripla finale di Teodosic. Contro la difesa del Partizan 47 a referto sono un buon risultato, la difesa ha tenuto concedendo spazio solo a Walden, già a 15 con 7 tiri. Bene a rimbalzo, +11, sistemate le perse, tutti dietro a Markovic autore di un primo tempo stellare (21 di val).

La prova dall’allungo a +15 illude solo, i serbi ora sono più presenti a rimbalzo e in transizione pescano il -6. Il 4° fallo di Weems è un peso non da poco nel momento di fuoco del giovane Trifunovic, Segafredo sempre avanti ma vantaggio che rimane minimo causa liberi concessi dal bonus. Il finale è tutto Partizan che alza la difesa e con pazienza trova luce davanti per il +5 Virtus all’ultima pausa in una frazione che ha visto un netto cambio d’inerzia dettato dal Partizan.

Si parte con un antisportivo di Marble chiamato dopo lunga visione tv, Gamble entra in partita e la difesa del ferro aumenta di livello, il suo 4 diviene un problema. Si segna poco, quasi solo dai liberi, il Partizan ricuce dal -8 a -3 al 36’, le V nere gettano qualche pallone senza tirare, errori pagati ad ogni giro. Battaglia totale, alle luci di Teo&Marko risponde sempre Walden per il -1 che diventa +4 con Gamble a segno dai liberi. Niente da fare, ancora Walden con un 2+1 e poi sorpasso di Zagorac su furto, ultima palla Virtus dopo sospensione di Đorđević. Teodosic sbaglia dall’arco, la prende il solito Walder che dai liberi fa +2, non c’è tempo sul rimbalzo per trovare una soluzione e così arriva la prima sconfitta casalinga, pesante ma non ancora decisiva per il passaggio del turno.

Prossima partita sarà venerdì 7 febbraio ore 19:30 a Tenerife per la Coppa Intercontinentale col San Lorenzo, diretta Eurosport Player e Radio Bologna Uno.

Il tabellino

Virtus Segafredo Bologna-Partizan Nis Belgrado 82-84 
Parziali: (18-13; 47-35; 68-63)
Virtus Segafredo Bologna: Marble 3, Pajola, Baldi Rossi 3, Markovic 17, Ricci 9, Delia 2, Cournooh 3, Hunter 5, Weems 5, Nikolic n.e. Teodosic 24, Gamble 11. All.re Đorđević.
Partizan Nis Belgrado: Walden 29, Zagorac 4, Paige 6, Gordic 1, McAdoo, Jaramaz 6, Velickovic 5, Bircevic 6, Jankovic 4, Thomas 10, Trifunovic 8, Mosley 5. All.re Trinchieri.
Arbitri: Garcia, Kartal, Racys.


Luca Cocchi (BasketCity.net)

About The Author

Related posts