13 Dicembre, 2019

Eurocup: Virtus, prossima fermata Bàsquet Club Andorra

Eurocup: Virtus, prossima fermata Bàsquet Club Andorra
Photo Credit To Massimo Ceretti / Ciamillo-Castoria / Virtus Pallacanestro Bologna

Ultimo giro in trasferta del trittico a fila, dopo aver vinto a Rishon e Trieste la Virtus farà visita al MoraBanc Andorra, sconfitto all’andata per 87-72.
Di quella partita resterà la citazione di coach Ibon Navarro relativa all’intensità Segafredo quando ha ribaltato la partita tra secondo e terzo quarto, uno “tsunami Virtus” da 47-21.

Ma al Poliesportiu d’Andorra, calda e raccolta casa da 5.000 persone la musica sarà diversa. Lì, incastonata tra i Pirenei, Andorra fa sovente la voce grossa, come dimostrano gli scalpi indigeni di Barcelona e Malaga, o il trentello inflitto a Monaco.

I padroni di casa viaggiano al 3° posto con situazione 4-3, in campionato 5-4, la squadra pare in ripresa dopo una flessione ad ottobre, ha ritrovato il centro Musli così da non dover sacrificare i vari Perez e Llovet a minuti prolungati come cambio del lungo Diagne, mentre la carica degli esterni in casa sale costantemente di livello, saranno da prevedere attenzioni particolari a Hannah (pure bravo a passare, 5,6 assist a serata), Messenat, Todorovic, Senglin e Walker, gli ultimi 2 con percentuali oltre il 50% dall’arco, dove spesso le V nere hanno subito.

Da evitare soprattutto il campo aperto lasciato a questi, specialità della casa di Andorra, concentrandosi quindi su scelte offensive ben costruite.
Si affrontano i 2 migliori attacchi della competizione, le difese sono similari, a rimbalzo il vantaggio V è netto, +6, i pirenaici primeggiano dall’arco tirando meno, mentre da 2 la precisioni è pressoché identica, le migliori di tutti fin qui.

La Virtus

Sulla carta una sfida tutta offensiva, ovvio che chi difenderà meglio farà la differenza, se non nel corso dei 40’ almeno in alcuni momenti, proprio quello che fece lo tsunami Virtus all’andata.

Purtroppo la Virtus non recupererà Weems, equilibratore tra i ruoli e spesso uomo chiave dell’ultimo quarto, per i ragazzi di coach Đorđević non certo un’ultima spiaggia, ma in caso di vittoria uno dei primi 2 posti nel girone sarebbe prenotato in anticipo.

La lotta sotto le plance potrà avere qualche minuto di fiato anche da Delìa, nelle ultime uscite la rinuncia a minuti di sostanza e qualità di Hunter e Gamble non è stata semplice, ma meglio avere ossigeno dalla panchina che dover tirare il collo per forza ai titolari.

Un ultimo sforzo prima di una sosta di ben 11 giorni, al termine di un periodo che ha visto in poco più di 50 giorni ben 17 partite, tempo per sistemare le questioni fisiche e dedicarsi ad allenamenti intensi, come il coach ha già anticipato.

La partita sarà trasmessa in diretta mercoledì 20 novembre ore 20:00 su Eurosport Player e Radio Bologna Uno.


Luca Cocchi (BasketCity.net)

About The Author

Related posts