18 Luglio, 2024

EuroCup: Virtus, prossima fermata Patrasso

EuroCup: Virtus, prossima fermata Patrasso
Photo Credit To Massimo Ceretti / Ciamillo-Castoria / Virtus Pallacanestro Bologna

Dopo la prima sconfitta in campionato, la Virtus può provare a spazzar via dubbi e incertezze prontamente, al PalaDozza farà tappa Il Promitheas in Eurocup, squadra greca con la quale condivide il primato nel girone A e una sfida che si trascina da 2 anni.

Sconfitta all’andata per 78-69, i greci presenteranno alcune novità, con l’uscita del centro Bogris e più spazio ad Ellis, già a roster da inizio manifestazione ma il 22/10 indisposto.

Tra le novità l’esterno Robinson, gli altri pericoli sono ormai noti, il centro Agravanis, le ali Lypovyy e Fieler, gli esterni Babb ed Hall, quest’ultimo killer dell’andata.

Patrasso segna meno della Virtus ma ha una difesa più solida con un saldo migliore, non eccelle a rimbalzo (18°) ma vista l’ultima uscita a Cremona della Segafredo i dati vanno corroborati sul parquet.

Non eccelle nei recuperi ma è la migliore della competizione per le perse nonostante ad assist sia messa bene, qualità che ne certifica un attacco sicuro.

Per la banda del focoso coach Nikos Giatras ogni uscita è un passo avanti verso una consacrazione costituita da una crescita costante, secondi in campionato (7-3, dove occorre ricordare l’assenza dell’Olympiakos) e in ballo per vincere il girone di Eurocup dopo aver rappresentato una sorpresa lo scorso anno in BCL, assolutamente da non sottovalutare.

Il Promitheas si giocherà qui larga parte della corsa al primo posto, avendo nell’ultima uscita in casa Andorra, a meno di un passo falso di Monaco con Ulm.

La Virtus

L’obiettivo primario della Virtus sarà di far suo l’incontro, poi pensare eventualmente a ribaltare la differenza canestri, differenza canestri che in un arrivo alla pari anche con Monaco potrebbe però voler dire poco, avendo l’AS il 2-0 proprio coi greci.

Servirà una partita di sostanza e fisico, pazienza fino al termine e controllo dei rimbalzi per costruire tiri sfruttando una difesa non sempre schierata, stante la fatica mostrata ultimamente nel far canestro dall’arco.

Poi, come sempre nelle migliori prestazioni, una difesa di alto livello, che non faccia prendere fiducia a giocatori avversari di striscia.

Recuperare divari importanti è sempre complesso, anche in casa, quando di fronte s’inizia a vedere il canestro grande come una piscina.

Tutti disponibili per coach Đorđević, quindi prevedibile staffetta a 3 tra i centri con l’impiego di Delìa, da tempo fermo nelle gare ufficiali.

La partita sarà trasmessa in diretta mercoledi 11 dicembre ore 20:30 su Eurosport Player e Radio Bologna Uno.


Luca Cocchi (BasketCity.net)

About The Author

Related posts