19 Giugno, 2024

EuroLeague 2022-23:
colpo Virtus, battuto il Fenerbahce

EuroLeague 2022-23: <br>colpo Virtus, battuto il Fenerbahce
Photo Credit To Matteo Marchi / Massimo Ceretti / Ciamillo-Castoria / Virtus Pallacanestro Bologna
Stratosferica vittoria della Virtus Segafredo Bologna, che chiude il 2022 con un successo davvero pazzesco contro una delle capoliste di Eurolega.
Una vittoria frutto di un enorme lavoro di tutto il gruppo, con protagonisti per certi versi inattesi e con una forza di volontà che hanno regalato una magica notte europea a tutti i tifosi virtussini, che si meritano questa gioia.
Cronaca: Virtus senza Hackett, Cordinier e Ojeleye, con Mickey e Pajola acciaccati.
Dall’altra parte Coach Itoudis può contare su Wilbekin e Motley, i cui infortuni hanno portato il Fenerbahce dal dominio solitario in classifica a 3 sconfitte consecutive.

La Virtus parte con Mannion, Lundberg, Weems, Shengelia e Jaiteh, mentre il Fenerbahce schiera Calathes, Wilbekin, Antetokounpo, Hayes-Davis e Pierre.

Il primo canestro è di Jaiteh, al quale replica il fratello del più famoso Giannis, poi Weems mette la tripla e Shengelia il canestro del 7-2 dopo dopo 2’30”.
La tripla di Wilbekin accorcia a 9-7 dopo il canestro di Jaiteh, ma Shengelia fa 11-7.
Pierre e i liberi di Wilbekin pareggiano la partita, ma Weems trova la seconda tripla e fa 14-11 a 3’41” dal termine del periodo.
Calathes, non certo un tiratore, replica allo stesso modo, poi Motley sorpassa con un libero.
È il momento di Teodosic, che segna la tripla, un 3/3 ai liberi e poi ancora una tripla, 9 punti consecutivi, ma Guduric e Motley tengono a contatto i turchi, che sorpassano proprio sulla prima sirena grazie a un 2/2 dalla lunetta di Hayes-Davis, 8/10 per il Fenerbahce in questo quarto dalla charity line e 23-25 al 10’.
Il secondo quarto vede per oltre 1’30” i canestri inviolati, fino al canestro di Mickey che pareggia la partita.
Ancora Antetokounpo segna, 25-27, Motley allunga, 25-29, ma Belinelli segna con il suo classico taglio sulla riga di fondo il 27-29.
Ancora Mickey pareggia, Belinelli fa 31-29 e Jaiteh il 33-29, costringendo Coach Itoudis al timeout, a 5’41” dal termine del quarto.
Motley interrompe il parziale virtussino di 8-0, 33-31, poi un botta e risposta Guduric-Jaiteh-Guduric porta le squadre a un’altra parità, a quota 35.
Motley, incontenibile, segna e subisce il fallo, 35-38, ma Mannion accorcia con il jumper, poi dopo un altro canestro di Motley ancora Nico pareggia a quota 40 con la tripla.
Wilbekin e Motley ridanno il +4 al Fenerbahce, ma ancora Mannion dimezza lo svantaggio e si procura il libero aggiuntivo, che segna, 43-44.
Canestro di Motley e altra tripla di un Nico in trance agonistica, per, indovinate un po’, un’altra parità, a quota 46.
Il canestro di Booker arriva un attimo dopo la sirena e quindi le squadre vanno al riposo in perfetta parità.
Terzo periodo e subito 5 punti di Shengelia, con canestro di Calathes, 51-48 Virtus.
Gli attacchi delle squadre si sono sciolti, la Virtus ribatte colpo su colpo e il suo vantaggio oscilla sempre tra 1 e 3 punti, fino al 59-56 di Mannion.
Booker fa 59-58, Pierre un contestato 59-60, ma la terza tripla di Weems riporta avanti la Virtus, 62-60 a 2’35” dal termine del quarto.
Pierre replica allo stesso modo, 62-63, Calathes mette un’altra tripla, 62-66 e Coach Scariolo, inferocito, chiama timeout.
Palla persa di Pajola, ma magata dello stesso Alessandro, che ruba palla e serve a Weems l’assist per la tripla in transizione del 65-66.
Guduric inventa un jumper dal gomito della lunetta davvero pazzesco, 65-68.
Il tiro da 3 di Teodosic non trova il bersaglio e quindi al termine del terzo quarto i turchi sono avanti 65-68.
Ultimi 10’ al cardiopalma, si comincia con un libero su 2 di Motley, 65-69, ma Mickey accorcia sul 67-69.
Motley segna con una probabile infrazione di passi che fa impazzire di rabbia la Segafredo Arena, cronometrata dal sito di Eurolega a quota 7.619 spettatori.
È il momento più difficile della partita per la Virtus, sembra che il Fenerbahce abbia il colpo decisivo in canna, ma qui esce fuori il cuore del Capitano, Marco Belinelli.
Canestro e fallo in uscita dal blocco, 70-71, tripla subito dopo per il sorpasso, 73-71, replicata da Wilbekin, 73-74.
Mickey segna anche lui da 3, 76-74, per il tredicesimo cambio di leader nel punteggio, ma ancora Guduric, implacabile, pareggia a 75 a 6’29” dalla fine.
Teodosic pesca con un assist al bacio Bako, che pur subendo un evidente fallo non fischiato segna sulla sirena il canestro del 78-76.
Guduric sbaglia la tripla, Mickey subisce fallo a rimbalzo con i turchi in bonus e segna 2 liberi pesantissimi, 80-76.
Persa di Guduric, quinto assist di Teodosic per Belinelli, che segna un layup di sinistro subendo il fallo, 82-76!
Libero a segno, 83-76, timeout turco, dalla panchina, dopo 36’, esce il Capitano Mahmutoglu, tiratore mortifero, che però sbaglia la tripla.
Il rimbalzo sembra di Booker, ma un tuffo di Pajola gli strappa la palla, fantastico!
Teodosic sbaglia la tripla, ma il rimbalzo d’attacco di Jaiteh regala un’altra chance alla Virtus, Belinelli si alza da treeeeee e segnaaaaaaaaa!!
86-76 Virtus a 3’30”, che importanza i rimbalzi d’attacco nel quarto periodo, dopo che in questa voce statistica nei primi 3 quarti i turchi comandavano 2-14.
Booker si guadagna un fallo e segna i liberi, 86-78, ma Jaiteh viene pescato da Shengelia, ancora dopo un rimbalzo d’attacco, per il nuovo +10 Virtus, 88-78 a 2’37”.
Finita? Nemmeno per sogno, siamo in Eurolega.
Mahmutoglu segna da 3, Shengelia sbaglia e Calathes in transizione col floater fa 88-83 a 1’49”.
Si va ancora da Shengelia, altro errore, ma Belinelli subisce fallo in attacco da Motley a 1’14”.
Altro errore Virtus a 50” e a 34” Booker insacca una tripla pesantissima, 88-86.
Timeout Virtus, rimessa dalla metà campo difensiva, raddoppio legale del Fenerbahce che sembra recuperare palla, ma ancora il diabolico Pajola riesce a impossessarsi della sfera e a subire fallo a 20” dal termine.
Dopo 10 assist e un lavoro difensivo sublime su Wilbekin il ragazzo di Ancona segna con freddezza entrambi i liberi, 90-86.
Motley va per i 2 veloci e schiaccia a 10”, altro timeout Virtus.
Stavolta rimessa nella metà campo offensiva, eseguita perfettamente, la palla arriva dove deve arrivare, nelle mani del Capitano Marco Belinelli, che subisce fallo a 5”.
Dopo un match da 16 punti, di cui 12 nel solo ultimo quarto, manca un passo per l’impresa è Marco non trema, facendo 2/2 dalla lunetta, 92-88!!
Ultimo possesso per il Fenerbahce, Guduric tira da 3, sbaglia, ED È TRIONFO VIRTUS!
Che modo meraviglioso per chiudere il 2022, l’anno della vittoria in EuroCup, della SuperCoppa e del ritorno in Eurolega.

Il tebellino

Virtus Segafredo Bologna-Fenerbahce Beko Istanbul 92-88 
(23-25; 46-46; 65-68)
Virtus Segafredo Bologna: Mannion 13, Belinelli 18, Pajola 2, Bako 2, Jaiteh 14, Lundberg, Shengelia 11, Mickey 11, Camara NE, Weems 12, Teodosic 9. All. Scariolo.
Fenerbahce Beko Istanbul: Motley 26, Birsen, Wilbekin 12, Edwards NE, Mahmutoglu 3, Hayes-Davis 2, Biberovic, Pierre 7, Guduric 11, Booker 7, Calathes 12, Antetokounpo 8. All. Itoudis.
Arbitri: Jimenez, Rocha, Koromilas.


Mario Corticelli (©BasketCity.net)

About The Author

Related posts