23 Giugno, 2024

EuroLeague 2022-23:
la Virtus cade nel Principato di Monaco

EuroLeague 2022-23: <br>la Virtus cade nel Principato di Monaco
Photo Credit To Matteo Marchi / Massimo Ceretti / Ciamillo-Castoria / Virtus Pallacanestro Bologna

Ci prova e lotta a lungo la Virtus, ma il debordante divario fisico ed atletico rispetto a Monaco fa la differenza. I padroni di casa possono sovente tirare 2 volte (+15 a rimbalzo), chiudono l’area e la Segafredo finisce per impiccarsi al tiro dall’arco, con medie che pian piano flettono dopo un buon avvio dei tempi. Pur senza James i monegaschi giocano sui loro ritmi preferiti, alternando ottime cose sia in area pescando bene i lunghi, sia con gli esterni.

Son Loyd e Okobo a reggere le folate Virtus, la prima guidata da Teodosic, la seconda dalle triple di Abass, folate sventate ma i bianconeri ci hanno comunque provato, dovendo fare a meno dei 2 giocatori più fisici, Cordinier e Ojeleye. La Virtus ha tirato bene da 2, ma nella tonnara è stata un’impresa andare a tirare, così gli equilibri offensivi son stati ribaltati rispetto allo standard, 19 da 2, 33 da 3, non tanto per scelta propria, ma più per attitudine avversaria in difesa. Se il sogno playoff restava nell’aria, oggi tramonta, ma non è questa la sconfitta che scombina il percorso in eurolega.


Scariolo conferma Mickey e Abass, il resto facce solite degli ultimi mesi, Monaco va con Okobo a guidare per James fuori per motivi disciplinari (ci risiamo…), Blossomgame in ala, forse per i suoi passati ad Ulm dove ha fatto male più volte alle V nere, il resto standard con l’ex Brindisi Brown. Se Teo dietro fatica su Okobo, davanti delizia per se e per tutti, la Virtus regge in 5’ ad alto ritmo, poi è tempo di cambi dove si rivede Shengelia. Si raffredano le mani con sbagli anche da vicinissimo (Bako, che poi si rifà), ma si resta in partita e sulla sirena Toko firma il +1. Segafredo meglio al tiro ma con meno possessi dovuti al divario a rimbalzo (-5), pari le perse (4).

Toko regala cioccolatini deliziosi, Virtus a +5 coi polpastrelli del Beli, poi contro il quintettone di Monaco si fatica davanti e dientro non sempre si difende schierati ed il vantaggio sfugge via. Il parziale negativo s’allunga (11-0) godendo delle triple fallaci dei più e dei rimbalzi lasciati sotto al proprio ferro (10 in 20’). Un -4 potabile porta alla pausa lunga tirando alla grande da 2 (8/11), il difficile è arrivarci lì, contro la fisicità monegasca, da quella le ben 18 triple tentate. La Roca vive sulle seconde opzioni, sparacchiando dall’arco, colpendo quasi sempre con Okobo e Loyd.

Con le triple c’è il sorpasso (ottimo Abass), in area continuano i guai mentre di là Montiejunas e Hall fan la voce grossa, Monaco rimette il naso avanti a metà. Con falli che ballano vaganti (gli arbitri si chiamano sopra) la Virtus deraglia al -7, mentre un quintetto mai visto (Nico-Beli-Pajo) prova con la zona a cambiare idee, ma le triple pazzesche di Strazel e Loyd fan malissimo. Ancora i rimbalzi affossano (solo 2 presi in 10’), all’ultimo stop è -10, tirando quasi solo da 3.

Non si segna più, ma il tempo passa ed è alleato dei monegaschi che ripartono per primi e trovano il massimo vantaggio di serata a 17 con Okobo che fa di tutto, cesti, assist e stoppata su Shengelia. Su quel distacco in doppia cifra si balla tutto il quarto, Monaco non spinge nemmeno oltremodo, si chiude sul -13, differenza che s’è vista nei momenti decisivi.

Prossima partita sarà domenica ore 18:00 in LBA a Milano, diretta Nove, streaming su Eleven Sport e RadioNettunoBologna1.

Il tebellino

AS Monaco-Virtus Segafredo Bologna 81-68
(21-22 41-37 63-53)
AS Monaco: Brown 6, Okobo 21, Moneke 2, Loyd 15, Blossomgame 2, Couture n.e. Diallo 7, Montiejunas 12, Amini n.e. Ouattara, Strazel 3, Hall 13. All. Obradovic.
Virtus Segafredo Bologna: Mannion 2, Belinelli 8, Pajola, Bako 8, Jaiteh 4, Lundberg, Shengelia 2, Hackett 8, Mickey 14, Weems, Teodosic 10, Abass 12. . All. Scariolo.
Arbitri: Radovic, Panther, Mogulkoc.


Luca Cocchi (©BasketCity.net)

About The Author

Related posts