04 Dicembre, 2022

EuroLeague 2022-23 preview:
Real Madrid-Virtus Bologna

EuroLeague 2022-23 preview: <br>Real Madrid-Virtus Bologna
Photo Credit To Massimo Ceretti / Ciamillo-Castoria / Virtus Pallacanestro Bologna

Dopo le 2 sconfitte rimediate a Kaunas e Belgrado sponda Partizan la Virtus Segafredo Bologna affronta la terza trasferta europea consecutiva, questa volta contro una vera corazzata, il Real Madrid Campione di Spagna e vice Campione d’Europa in carica.

I 44″ finali dell’ultimo atto della scorsa Eurolega rappresentano uno dei più assurdi modi di perdere un trofeo, 58-57 contro l’Efes.

Bravi i madrileni però a riprendersi dalla delusione e a vincere la Liga.
Quest’anno si ripresentano con grandi ambizioni di vittoria, forti di un roster che è stato confermato nei ruoli chiave (i lunghi Tavares e Poirier, le ali forti Yabusele e Deck, la leggenda Sergio Llull, l’ala Alberto Abalde e le guardie Fabien Causeur (che sarà assente) e Adam Hanga.

A essi sono stati aggiunti il Chacho Rodriguez da Milano, Cornelie dall’NBA, Musa prospetto notevole e Mario Hezonja, ala croata di grande fisico e talento che chi vi scrive ha più volte definito un “Alessandro Gentile che ce l’ha fatta”.

A 27 anni inizia a serpeggiare l’idea che con quel fisico e quella tecnica “potrebbe fare di più”, situazione che andando avanti col tempo diventerà “avrebbe potuto fare di più”.
La Virtus deciderà all’ultimo se impiegare Toko Shengelia, che sarebbe all’esordio stagionale dopo l’infortunio alla spalla patito in Nazionale ormai 2 mesi fa: il georgiano, ovviamente non al meglio della condizione, potrebbe dare comunque una mano contro il front court probabilmente migliore di questa Eurolega.
La differenza sostanziale tra le 2 squadre sta proprio vicino a canestro, perché sugli esterni la Virtus può giocarsela alla grande.

Servirà una partita di grande intensità, applicazione e orgoglio, magari come il 13 marzo 1990, quando a Firenze l’allora Knorr alzò al cielo il primo trofeo europeo della sua storia, battendo 79-74 proprio il Real Madrid, con 29 punti di Sugar Richardson.

Le parole di Coach Sergio Scariolo

Il Real Madrid è ovviamente uno dei top team di questa competizione, negli ultimi dieci anni sono rimasti sempre ad altissimo livello, hanno giocato varie Final Four e alcuni dei giocatori li abbiamo già visti in quelle circostanze.

Per noi sarà una sfida davvero dura ma penso che abbiamo fatto alcuni progressi rispetto alla scorsa settimana: abbiamo lavorato sulla coralità della squadra, alcuni giocatori hanno migliorato la loro forma.

Penso che potremmo estendere i minuti di buona pallacanestro poi ovviamente contro il Real Madrid non è mai abbastanza. Il nostro obiettivo però è rimanere concentrati su noi stessi: migliorare, dobbiamo trattare bene la palla, prendere tiri migliori e aumentare il nostro desiderio e abilità di condividere la palla.

Dovremo essere solidi in difesa, specialmente nei rimbalzi difensivi. Abbiamo vari obiettivi di fronte a noi che sono difficili da raggiungere contro una squadra forte come il Real ma allo stesso tempo abbiamo chiara l’idea di quello a cui ci troviamo di fronte. Andiamo a Madrid per migliorare e competere”.

Le parole di Alessandro Pajola alla vigilia della trasferta

Abbiamo di fronte una sfida dura in trasferta, contro una squadra di esperienza, profonda e fisica ma siamo motivati per provare a dimostrare di essere una squadra che può vincere anche fuori casa, soprattutto in un campo come quello della Real Madrid.

Ci siamo allenati nella giusta maniera, arriviamo da una buona vittoria in casa. Dovremo giocare in maniera dura, come possiamo fare e andare lì per vincere”.

Agli ordini dei Sigg. Matej Boltauzer, Saulius Rcys e Marcin Kowalski si gioca al Wizink Center di Madrid Giovedì 27 Ottobre 2022 alle ore 20.45, con diretta su Sky Sport Arena e Eleven Sports.


Mario Corticelli (©BasketCity.net)

About The Author

Related posts