28 Febbraio, 2024

EuroLeague 2023/24:
la Virtus batte anche l’ALBA Berlino

EuroLeague 2023/24: <br>la Virtus batte anche l’ALBA Berlino
Photo Credit To Matteo Marchi / Massimo Ceretti / Ciamillo-Castoria / Virtus Pallacanestro Bologna

Bologna-Germania, 2-0. In rapidissima sintensi la settimana bianconera che consolida il 2° posto in Eurolega con 2 successi succosi. Con l’Alba lo fa dilagando nei primi 20’, reggendo coi denti nei momenti bui dei secondi 20’, soprattutto in una 3° frazione complessa, retta dall’esperienza di Dunston e dai cesti di Lundberg, quando tutto il latte munto pareva scalciato via. Dal +25 si è rischiato quando un Brown rigenerato ha fallito la tripla del -6, poi costruendo sulla difesa con un quintetto tutto dalla panca si è rifatta la partita chiudendo con facilità la doppia vittoria settimanale. Mira storta nel totale delle conclusioni, ma 17 palle forzate agli avversari, nessuno bene per tutta la partita, ma nessuno male sul totale. Bene a rimbalzo, nonostante la presenza di Koumadje abbia cambiato gli scenari, poche le perse, testa sempre allacciata anche quando i risultati non arrivavano. Detto di Dunston, ben sostituito da Zizic, se nella prima parte Belinelli e Shengelia ha fatto il meglio, nella seconda sono scesi ma rimpiazzati da Lundberg e Abass, un bel passo avanti di Polonara e tanta solidità da Pajola. Non al suo meglio Cordinier, ma sempre dentro la partita in una serata con spazio per tutti, minuti che potranno essere utili per il futuro, non solo per i riposi apportati. Fatto quello che si chiedeva alla seconda della classe, mai facile in giro per l’Europa, qui dove era caduto anche il Barca.


Banchi replica i soliti 5 visti anche mercoledì col Bayern, Gonzales mette la squadra in mano a Spagnolo, in centro Wetzell, i maggiori pericoli Brown e Thiemann. Si muove bene in attacco la Virtus, ma ancora meglio dietro, a metà frazione è +9, spegnendo tante luci ai padroni di casa. Beli segna anche da S.Giovanni ma lascia qualche pallone, sul +16 i primi cambi, resta solo Shengelia che è su tutti i palloni. Il +18 è limato ai liberi finali da Procida che approfitta di una difesa veemente di Pajola, +17 alla prima pausa, dove spiccano i soli 9 subiti frutto di un 1/8 da 2 concesso e ben 7 palloni forzati. Corposo il 4/5 da 3 Segafredo, la valutazione, impietosa dice 38 a -3.

Tutti portano buoni frutti, da Zizic (che sale a 3 falli) a Pajola, sul +21 spazio a Mascolo, ma soprattutto ad Abass, che tripleggia e ferma Thiemann, +25. Debutto per Lomazs che firma subito un cesto, poi qualcosa si concede con bonus speso anzitempo, resta comunque un +21 alla pausa lunga raggiunta tirando con oltre il 50% dal campo avanti a rimbalzo, sfruttando al meglio il saldo delle perse. Già 12 passati per il parquet, 10 a segno.

Non rientra la Virtus, l’Alba ne mette 13 in 3’, polveri bagnate per Belinelli, la Segafredo regge per le 2 triple di Dunston! Ora Brown diviene un rebus, ma è davanti dove i bianconeri faticano con un gioco statico dopo aver a lungo affondato nel burro. Punto dopo punto il margine è limato, +9 a 3’ e Banchi a 2 sospensioni nella frazione, ma nemmeno queste cambiano l’inerzia, si va sempre a sbattare contro Koumadje che tutto oscura sotto canestro. I cesti di Lundberg ridanno fiato al termine di 10’ in grande affanno, difesa saltata e attacco meno fluente, con punti in pratica solo dalle triple.

Gira vari quintetti Banchi trovando quello che frena la slavina con tanta panchina dentro, ora più attaccati alla difesa che all’attaco, ma la soluzione ha resa, a metà quarto si torna su di un salutare +18. L’Alba prova l’ultimo assalto, la Virtus continua a dimenticare Brown e davanti non trova luci, a 3’ berlinesi a -13 sbagliando più liberi. Prima Lundberg, poi Hackett dall’arco, partita chiusa anzitempo dopo qualche difficoltà di troppo, date anche dall’eccessiva facilità incontrata nel 1° tempo. Ora sarà il momento della doppia trasferma, prima Maccabi poi Efes, ma farlo con la tranquillità di aver fatto il meglio fin qui sarà sicuramente un grande aiuto.

Prossima partita sarà domenica ore 19:00 in LBA a Reggio Emilia, streaming DAZN e RadioNettunoBolognaUno.

Il tebellino

ALBA Berlin-Virtus Segafredo Bologna 68-83
(9-26; 27-48; 51-63)
ALBA Berlin: Brown 12, Procida 1, Spagnolo 13, Wetzell 7, Delow 3, Mattisseck 5, Schneider, Thomas 8, Koumadje 6, Rapieque n.e. Thiemann 13, Bean. All. Gonzalez.
Virtus Segafredo Bologna: Cordinier 3, Lundberg 11, Belinelli 9, Pajola 5, Mascolo, Lomazs 2, Shengelia 12, Hackett 10, Polonara 2, Zizic 7, Dunston 12, Abass 9. All. Banchi.
Arbitri: Jordi Aliaga, Tomasz Trawicki, Marko Juras.


 

Post source : Luca Cocchi (©BasketCity.net)

About The Author

Related posts