23 Giugno, 2024

EuroLeague 2022-23 preview:
FC Barcelona-Virtus Bologna

EuroLeague 2022-23 preview: <br>FC Barcelona-Virtus Bologna
Photo Credit To Massimo Ceretti / Ciamillo-Castoria / Virtus Pallacanestro Bologna

La prima partita del nuovo anno in Eurolega chiude la fase d’andata, e la Virtus l’affronterà a casa del Barca, una delle grandi favorite della manifestazione.

I Catalani guidano la classifica in compagnia di 2 sorprese, Baskonia e AS Monaco, sono quindi là dove volevano issarsi nonostante un andamento non lineare, tra infortuni e litigi interni.

Alla prima voce si finisce per parlare di Nikola Mirotic, l’atleta più pagato della competizione (ha saltato le prime 10 partite), ma pure di Kyle Kuric (sentenza assoluta da 3 della storia dell’Eurolega, lui pure presente solo 6 volte) alla seconda, l’incredibile alterco tra Kalinic e coach Jasikevicius (ma col lituano scenate varie accadono ai più), con la cacciata del serbo dalla partita, anche se la frattura si ricompose già dalla partita successiva.

La compagine catalana non ha punti negativi, buon attacco ed ottima difesa (2° solo a Milano, ma con attacco completamento diverso rispetto all’Olimpia), non vive di tiro dall’arco, ma quando lo fa va con medie elevate (40,7%). Non eccelle a rimbalzo, ma tirando bene limita forzatamente gli extra possessi, non ha un centro fisicamente debordante, utilizzando Vesely meno atletico di un tempo oltre a Tobey e Sanli, che amano girare anche lontano dal pitturato. L’ampiezza del roster trova quindi molti primattori, in stagione eccelle l’argentino Laprovittola, che non garantirà sempre palloni sicuri, ma al tiro raramente perdona, mentre a fianco i vari Higgins, Satoranski, Abrines, Jokubaitis son tutti in grado di accendersi in un istante.

Non è la partita che la Segafredo dovrà vincere a prescindere, al Palau Blaugrana (dove i padroni di casa giocano grazie ad una deroga ormai nello storia della manifestazione…) serve ritrovare quella confidenza con queste partite che l’impresa con Fene pareva aver attivato ma la seguente doccia fredda meneghina ha messo in dubbio. Difesa innanzitutto, controllo dei rimbalzi, e graduale reinserimento degli infortunati, a volte le imprese giungono quando meno te le aspetti, vedi Madrid.

Mancheranno ancora Cordinier ed Hackett, dopo questa trasferta europea ed il sabato “chez” Tortona, i bianconeri avranno un lungo passaggio casalingo tra ECA ed LBA, Zalgiris, Oly, Venezia e Pana, tempo per sistemarsi ancora tantissimo, nell’attesa di qualche colpo di mercato, i “portici” soffiano sempre più imminente la voce Polonara. Una vicenda con nomi che rimandano all’epopea per antonomasia della storia della letteratura.

Le parole di Coach Sergio Scariolo

Barcellona è sicuramente una delle squadre più forti della competizione, sia per il roster che per lo stile di gioco. Hanno tanti top player e un’ottima organizzazione in entrambi i lati del campo. Specialmente in trasferta dobbiamo migliorare le nostre potenzialità, sia mentali che fisiche, ed essere pronti ad affrontare momenti difficili per continuare a competere. Speriamo di avere qualcosa in più dai giocatori che stanno recuperando la condizione e di mostrare la migliore versione di noi stessi”.

Le dichiarazioni di Kyle Weems

Torniamo in campo dopo una brutta sconfitta in campionato e vogliamo reagire bene. Giochiamo contro una delle migliori squadre dell’Eurolega e dobbiamo dunque avere la giusta concentrazione e lottare giocando insieme per avere le nostre chance”.

Palla a due giovedì 05 gennaio, ore 20.30 Palau Blaugrana (Barcelona), diretta Sky Sport Arena, Eleven Sport, Euroleague.TV e Radio Nettuno Bologna Uno. Arbitri: Sreten Radovic, Saso Petek, Eduard Udyanskyy.


Luca Cocchi (©BasketCity.net)

About The Author

Related posts