22 Giugno, 2024

Frecciarossa Final Eight 2023: il preview di Virtus Bologna-Reyer Venezia

Frecciarossa Final Eight 2023: il preview di Virtus Bologna-Reyer Venezia

Seconda giornata di Frecciarossa Final Eight 2023 che si giocherà, in questa edizione, al PalaAlpitour di Torino. Dopo i match che hanno visto ieri andare in semifinale Brescia (a sorpresa) che vince meritatamente contro Milano e Pesaro, la palla oggi passa alla Virtus Segafredo Bologna che trova ai quarti di finale l’Umana Reyer Venezia di coach Neven Spahija subentrato da poco a Walter De Raffaele.

L’incrocio tra Virtus e Reyer ai quarti di finale di Coppa Italia è un film già visto negli ultimi anni e in entrambe le occasioni i bianconeri guidati da coach Aleksandar Djordjevic ne sono usciti sconfitti, nel 2020 finì 81-82 e nel 2021 82-89.

Nel match della quindicesima giornata giocato alla Segafredo Arena la Virtus arriva al successo contro la sempre “coriacea” Reyer solamente sul finale. A otto secondi dal termine, sul risultato di 76-78 per gli orogranata, la tripla di Milos Teodosic chiude match sul 79-78 e frutta la prima vittoria casalinga del 2023 ai bianconeri.

L’Umana Reyer Venezia arriva a questa partita con un ruolino di marcia in campionato di quattro sconfitte e una vittoria: le perse arrivano nella 15ª sconfitta contro Virtus Bologna, alla 16ª in casa contro Trieste (72-81), 17ª in trasferta contro Scafati (89-85) e 18ª in casa contro Brindisi (75-76), mentre la vittoria arriva con la “nuova gestione” Spahija in casa contro la Carpegna Prosciutto Pesaro (93-77).

Gli orogranata hanno tesserato da poco la guardia statunitense classe 1994 di 188 cm Kendrick Ray, ma attenti ai soliti noti.

Percorso inverso quello della Virtus Segafredo Bologna che che in campionato mette insieme quattro vittorie e una sconfitta: nella 15ª vittoria contro appunto Venezia, poi nella 16ª arriva l’unica e “pesante” sconfitta contro Brindisi in trasferta (78-77), a seguire tre vittorie nella 17ª contro Verona in casa (87-82), ancora tra le mura amiche nella 18ª contro Brescia (84-78) e nell’ultima ultima 19ª in trasferta a Reggio Emilia (63-74).

Buone notizie per i bianconeri che hanno visto partire alla volta di Torino Semi Ojeleye, un suo eventuale impiego verrà valutato nel corso della competizione; indisponibili invece Isaia Cordinier e Leo Menalo.

Le parole di Coach Scariolo alla vigilia del quarto di finale

Non sono un grande amico dei proclami preventivi, sono più amico del fare le cose che ti fanno vincere, ovviamente ognuno nel suo ruolo: aiutare i giocatori a concentrarsi su quelle che sono le cose che fanno vincere, più che strombazzare ai quattro venti che vogliamo vincere.

Sicuramente abbiamo un’ambizione ed una competitività ben dimostrata sia in campo nazionale che internazionale ma adesso, anche in considerazione delle precarie condizioni di salute nelle quali ci presentiamo all’appuntamento, non solo per gli assenti ma anche per qualcuno dei presenti, è meglio pensare ad avere un livello di concentrazione molto alto, cercare di giocare assieme, difendere con grande energia, limitare le palle perse, controllare i rimbalzi, evitare momenti di flessione prolungata.

Naturalmente abbiamo grande rispetto per il nostro avversario che già di partenza è una squadra esperta, con grande potenziale offensivo soprattutto al tiro da tre punti, testimoniato dal fatto che sono secondi in questa statistica specifica, e che sta vivendo il momento tipico del grande entusiasmano ed energia che si produce sempre quando c’è un cambio di allenatore, tra ‘altro con l’arrivo di un allenatore esperto come Neven Spahija.

In più hanno aggiunto un ottimo giocatore e un grande tiratore come Ray. Non c’è dubbio che la nostra attenzione e concentrazione siano rivolte a questa partita al 100%: siamo consapevoli del fatto che potrebbe essere una gara lunga, come lo è stata quella di Regular Season, che si è risolta con un solo punto di differenza a nostro vantaggio.

Dobbiamo avere molta pazienza, non aspettarci nessuna risoluzione prima dei momenti finali e avere la freddezza e la lucidità, qualora arrivasse un finale punto a punto, di giocare bene come abbiamo fatto nella maggior parte delle volte. Questo non possiamo darlo per scontato ma dobbiamo preparaci a ripeterlo”.

Palla a due ore 18.00 con diretta su Eleven, Eurosport 2, DMAX e diretta radiofonica su Radio Nettuno Bologna Uno. La conduzione dell’incontro sarà affidata a Carmelo Paternicò, Beniamino Manuel Attard e Guido Giovannetti.


 

About The Author

Related posts