22 Aprile, 2024

La Virtus batte Brescia e si prende
il primo posto in classifica

La Virtus batte Brescia e si prende <br>il primo posto in classifica
Photo Credit To Matteo Marchi / Massimo Ceretti / Ciamillo-Castoria / Virtus Pallacanestro Bologna

Nel momento difficile di queste terribili idi di marzo, la Virtus piazza un colpo importante, al di là della vittoria e del 1° posto recuperato in campionato. Detta la propria legge in casa della capolista, e dopo svariate sconfitte in trasferta arriva una vittoria d’autorià. Lo fa sciorinando una partita intensa, efficace in difesa e di grande precisione offensiva, prendendosi dall’arco quello che in area Brescia non le lascia, impostando una partita come aveva fatto Milano qualche tempo fa, pure lei sconfitta. Prova d’insieme oltre che di singoli, con ottimi apporti dalla panchina, prima Abass poi Polonara e Lundberg, pure Zizic legnoso in un primo tempo ci ha messo anche ottima difesa sui cambi a coprire gli esterni. Beli e Pajola in coppia sempre molto efficaci, il muro di Dunston a far diga in area, anche Mascolo non ha demeritato. Il 17/36 da 3 dice tanto, pure macchiato dagli ultimi errori a partita finita, buona la tenuta a rimbalzo dopo un’avvio difficoltoso, hanno creato qualche problema le perse, 14, salite dopo un primo quarto perfetto. 5 in doppia cifra, tutti a segno a parte Menalo, prova di personalità nel momento del bisogno, reagendo prontamente ad ogni minimo tentativo di rientro lombardo.


Ancora senza Cordinier e per scelta tecnica, Mickey, Banchi va col quintetto previsto, Pajola a guidare e Dunston in centro, Dobric a suturare Cordinier. Magro (senza Cobbins) sorprende con Burnell per Gabriel, il resto è canonico, Bilan in mezzo e ADV a sparare. Più attacchi che difese, con alcune dimenticanze pagate care dall’arco, a metà è -3 con offensivi sanguinosi lasciati (4 in 5’). Beli è un fattore davanti ma dietro Petrucelli lo asfalta, gira tutto il quintetto tranne Pajola, un buon Polonara chiude a -2. Pesa il -6 a rimbalzo e il 4/6 incassato da 3, in area qualcosa si compensa e le 0 perse tengono a contatto.
Battaglia di triple alla ripartenza, in area non si passa in una partita dura come raramente si vede in LBA. Abass sigla il vantaggio bianconero, +9 al 18’ con difesa salita d’intesità che lascia la Germani a secco per 5’. Un finale non propriamente gestito con razionalità lascia solo 5 punti, ancorati al tiro da 3 (47%) dove si viaggia meglio rispetto all’area e con la contesa a rimbalzo sistemata. Per Brescia, spento Petrucelli, salito in cattedra Christon con Bilan a far massa, già a 11 rimbalzi.
Pronti via e massimo vantaggio, +14, con la coppia Beli-Pajola, limato in troppo poco tempo per garantire l’inerzia. 2 triple alla sua maniera del Beli riallungano di nuovo per un attimo solo, a metà è +10. L’attacco si blocca con Shengelia che perde palloni a fila, seduto l’assiro qualcosa si sistema e la tripla sulla sirena di Lundberg fa +11. Ancora dall’arco giunge l’ossigeno in 10’ da ben 6 perse mentre si regge a rimbalzo, faticando un po’ sotto le proprie plance.
Le triple, ancora quelle, Polonara e Lundberg, ma anche un Zizic che sale di livello, +18 a metà quarto. Partita largamente in ghiaccio, con rissa scatenta da Burnell che spinge Dobric che sbatte su Banchi. Ne paga più di tutti Shengelia che si alza dalla panchina animatamente (oltre al povero Porto, pure lui alzatosi dalla panchina senza nulla fare), Burnell che ha causato tutto questo se la cava con un antisportivo, le assurdità arbitrali toccano vette sempre più elevate. Tutto questo non cambia il responso della tenzone, la Virtus ventelleggia con Menalo in campo, dando prova di forza con chi voleva provare a dire la sua in campionato.

Prossima partita sarà venerdì ore 20:30 in Eurolega alla Segafredo Arena col Pana, diretta Sky, streaming DAZN e RadioNettunoBolognaUno.

Il tabellino

Germani Brescia-Virtus Segafredo Bologna 73-87
(22-20; 39-44; 61-73)
Germani Brescia: Christon 11, Gabriel 4, Bilan 10, Burnell 13, Massinburg 4, Tanfoglio n.e. Della Valle 8, Petrucelli 14, Cournooh 8, Pollini n.e. Akele 1, Porto n.e. All. Magro.
Virtus Segafredo Bologna: Lundberg 12, Belinelli 17, Pajola 10, Dobric 3, Mascolo 2, Lomazs 2, Shengelia 8, Menalo, Polonara 14, Zizic 4, Dunston 2, Abass 13. All. Banchi.
Arbitri: Roberto Begnis, Tolga Sahin, Valerio Grigioni.


Post source : Luca Cocchi (©BasketCity.net)

About The Author

Related posts